Campionati

Vai verso ovest

22 Dic , 2016  

Sabato 17 dicembre si è tenuta la settima giornata del campionato D2 girone C, che ha visto battersi la Leoniana C contro la terza classificata TT Cornedo. L’assenza dello Stratega ha imposto Beppe come Capitano e abbiamo assistito all’esordio assoluto di Claudio, neofita che ha dimostrato non solo di giocare bene, ma anche di avere quel giusto mix di ottimismo e determinazione che ha fatto bene anche allo spirito della squadra. L’esperienza di gioco del Cornedo si è sentita molto su Abel e Claudio, mentre Beppe poteva forse ribaltare le sorti della partita se non fosse stato per un calo di concentrazione e prestazioni sul 2-0 contro il boss Tomba e un errore nell’ordine della nostra formazione. Alla fine la partita si è conclusa 5-2 per il Cornedo, sconfitti ma ancora determinati a rifarci nel ritorno.

Abel: pronto all’attacco

PAGELLE

Abel > voto 6/7: punti 1.
Vince la prima partita (contro il più debole del Cornedo) palleggiando abbondantemente. La seconda e terza partita finiscono in tempi record poiché non riusciva a ricevere i servizi. Sbaglia anche molti top di apertura e alcuni servizi troppo alti.
#Virgiliomiocompagno

Claudio > voto 7 e mezzo: punti 0.
Prima esperienza pongistica nel campionato. Perde entrambe le partite contro il numero uno e il numero due del Cornedo. Nonostante non fosse molto costante nel gioco, ha dimostrato di aver grande spirito di gioco ma anche un una buona mano nell’aprire il gioco con il top di rovescio.
#Yesman

Beppe > voto 7- : punti 1.
Vince 3-0 la prima partita. Contro Tomba riesce a portarsi in vantaggio per 2-0 ma improvvisamente, nel terzo set, perde completamente il top di dritto e la concentrazione, per cui ha inizio una fase in discesa che lo porta a perdere 3-2 la partita. Complice della sconfitta anche le innumerevoli palline che rimbalzavano sulla retina a favore dell’avversario…
#Aggiustaleretine

Linpeng > voto n.c.: punti 0.

Lo Stratega> voto n.c.: punti 0.

Uomo partita: Claudio l’esordiente.

P.S: il titolo della recensione è diventato tale poiché durante una telefonata con un giocatore del Cornedo, per capire la strada per andare verso la palestra, ci ha indicato di “andare verso ovest” (noi eravamo a 30 metri dalla palestra!!!).

Abel & Beppe nel dopopartita

COMMENTI

CLAUDIO: “Bella esperienza, ne traggo vantaggio anche se abbiamo perso. Ho messo in evidenza le mie lacune e quindi dovrò lavorare per potermi migliorare”.
ABEL: “Smarrito. Mi sembra di stare in un limbo in cui non riesco ad avanzare nel gioco”.
BEPPE: “L’ennesimo 3-2 che mi pesa sulla coscienza”.
CONTE: “Mi piace molto questo inedito trio”.

Notizie

Buon ping natale pong

19 Dic , 2016  

Cortesi Atleti Leoniani, famiglie, amanti e simpatizzanti
anche quest’anno arriva il lieto momento di farvi i migliori auguri di buone feste in famiglia e con gli auguri, arriva il momento triste della chiusura delle attività pongistiche. La palestra sarà chiusa dal

23 DICEMBRE 2016 al 8 GENNAIO 2017

L’ultimo allenamento sarà quindi giovedì questo 22/12/2016 e il primo allenamento del 2017 sarà lunedì 09/01/2017.
Cortesi leoni buon panettone con i canditi (e l’uvetta): mi raccomando le mutande rosse a Capodanno. Enjoy pong! Palline di plastica di Natale.

P.S. Ricordiamo ai giovani leonicini della D3 l’appuntamento con la seconda giornata di campionato per il venerdì 06 gennaio 2017 per una bella Befana di ping.

Campionati

Avvoltoi arrampicatori

18 Dic , 2016  

Siamo alla settima e ultima giornata e lo squadrone avvoltoio cala in picchiata dalle falesie di Lumignano sull’ultima in classifica, per tentare di chiudere in bellezza il girone di andata. Inedita è la configurazione triangolare: gli Amenduni a guidare il nuovo monovolume a porta scorrevole dove siedono Andrea Conte Fausto Baldo e il campione degli amatore Toni, tesi a conservare a conservare il loro invidiabile 100% costruito nell’arena di Schio. Lumignano ci accoglie con un bel sole e le pareti punteggiate da arrampicatori o -trici che evocano agli Amenduni dolci ricordi di gioventù. Ma si sa che “il ping pong non è la macarena” (cit. Balls of Fury) e ben presto il trio viene proiettato nella realtà di un seminterrato dove pavimento scivoloso, soffitto basso e clima tropicale smorzano subito le velleità di imporre un gioco fisico a suon di spiattellate. La pulizia delle gomme con gli Amenduni in versione piccolo chimico e il sorteggione A E I O U Ypsilon lanciano subito Toni contro il giovane Silvan, dotato di un gioco un po’ acerbo che non riesce ad avere la meglio in maniera netta sull’esperienza amatoriale. Ne esce così una partita dove il 3 a 1 finale per l’avvoltoio è un inno all’ignoranza pongistica (non vedo, non sento, ho caldo, non sto in piedi, sono in piedi, vado a casa a piedi). Il secondo incontro vede il Conte abbinato all’esperto Toniolo, così esperto da nascondere il suo puntino nel corso del riscaldamento. I primi due set viaggiano all’insegna dell’equilibrio mentre nel corso del terzo il nostro capisce che il puntino dell’avversario è velenoso solamente sulla carta, mentre sulla plastica produce unicamente delle mortazze su cui il nostro inizia a tirare tutto. L’11 a 0 finale (pizza+bibita a Lumignano?) spacca in due la partita e, nonostante la crescente agitazione verbale dell’avversario amplificata dal seminterrato tropicale, il Conte chiude facilmente sul 3-1. La noia degli Amenduni viene così interrotta da un nuovo incarico, ovvero mazzuolare il nr. 3 Palin. Il primo set è una sorta di laboratorio dove il nostro allena ad libitum il rovescio “alla Gianni” (detto spaccapolso) sparando palle a casaccio, fuori di qualche metro. Dopo aver rischiato di scivolare sul moccio che serve a non scivolare, il nostro riprende il gioco chiudendo, all’insegna di una ritrovata serenità fatta di servizi maliziosi e rotazioni violente che fanno crescere nell’avversario astio e malevolenza nei contronti del Signore. Tocca nuovamente a Toni incrociare stavolta il puntino di Toni-olo che se da un lato soffre i top-side dell’avvoltoio, dall’altro fa girare dei servizi di rovescio chop-side che Toni caccia sistematicamente in rete (cogito ergo sum -mona-). Nei primi 4 set la partita viaggia all’insegna dell’equilibrio mentre nel corso del 5°, dopo aver terminato la digestione della combo tagliatelle in brodo con fegatini + carne lessa, Toni ricorda la lezione del Conte, parte forte, tira più o meno tutto e chiude facile. Gli Amenduni in versione “finferlo essicato” hanno così il compito di risolvere la tenzone contro Silvan senior, trasformato per l’occasione in un carrello della spesa che l’avvoltoio sposta a piacimento tra i vari reparti per fermarsi alla macelleria nel corso terzo set, dove il nostro, oltre alla solita partita di ossa, trova un intero scaffale di fettine di culo (la fortuna aiuta i rapaci). Insomma 5:0 e pratica archiviata.

Toni-olo vs Toni

PAGELLINETTE

Toni > punti 2: voto 7
Non ci capisce un granchè però fa valere lo spirito amatoriale sulla digestione ritardata.
AAA CERCASI ROVESCIO

AFC > punti 1: voto 6,5+bonus
Svolge il suo compito battezzando l’esperto Toniolo che sta ancora borbottando. Il bonus è per l’addobbo totale del 3° set.
PIZZA+BIBITA

Amendunis > punti 2: voto 7
Tra la noia e la fortuna riescono pure a becccarsi un sonoro bestemmione, che non turbano classe e aplomb.
FINFERLO ROSSO ESSICCATO STIGA

Uomo partita: Conte per l’11 a 0 che smonta gli avversari.

Dinamismo e sdruciolosità per i nostri n. 1 Amendunici (vedi mocio)

COMMENTI

CONTE: “Maurissio, *io canaja: gà tocà. Ma no longa cossì: sbasete de pì (cit.)”.

P.S. Nella foto Isabelle Patissier, icona dell’arrampicata sportiva degli anni ’80. La foto è dedicata a Lumignano e alla gioventù degli Amenduni, nel ruolo di osservatore della Fitet presso la palestra artificiale di roccia del centro Tecchio.

,

Campionati

Leoncini alla prima di D3

11 Dic , 2016  

Oggi domenica 11/12/2016 presso la Palestra dell’Aurora 76 di Via Ferrarin in Camisano la prima delle quattro giornate del campionato Regionale FITET Giovanile di D3. Anche quest’anno la Leoniana schiera due squadre:

Leoniana A con Capitano Riccardo, Damiano, Enrico e Francesco.

Leoniana B con Capitano Jacopo, Andrea, Renato e Marco.

Le due squadre hanno diversi obiettivi: con la Leoniana A degli esperti si punta alla vittoria, mentre con la Leoniana B si vuole far fare le prime esperienze agonistiche ai nostri più giovani giocatori.

Solo per oggi i nostri 5 leonicini (manca Damiano per febbre…) sono accompagnati da un esperto d’onore tal “Incredibile Guido” della C2 (ieri terzo al Fin per la categoria Eccellenza) e dall’aiutante coach Beppe. Si svolgono 3 partite di concentramento partendo alle 9.00 e finendo alle 13.00 circa.

RISULTATI

La Leoniana A ha la meglio facile con tutte e tre le squadre avversarie vincendo 3 partite, tutte 5:0 e perdendo in totale solo 2 set. Non ci sono stati problemi per i nostri leoncini visto il livello degli avversari.

La Leoniana B, all’opposto, perde tutte e 3 le partite perdendole tutte 5:0 e vincendo in totale solo 2 set: uno in singolo da Jacopo e uno in doppio Jacopo e Andrea. Tutta la squadra ha patito l’inesperienza e la tensione della prima di campionato e per tutti anche l’esordio assoluto in una competizione ufficiale.

PAGELLINE

Riccardo, pseudotop: 8- (il meno per un set perso)

Enrico, nostro veterano D3 recuperato: 8- (il meno per un set perso)

Damiano: n.c.

Jacopo, il più determinato: 6/7

Renato, giocatore dai colpi più vari: 6+

Andrea, il sinistro di rovescio: 6

Guido: 8 politico

Beppe: 8,5 perché si è svegliato presto la mattina

COMMENTI

GUIDO special guest: “Io sono venuto solo per la pizza. Il mio consiglio è giocare meno scazzati”
BEPPE aiuto coach: “Riccardo ed Enrico bravi e cinici, i nostri ragazzi più giovani devono iniziare a giocare senza paura ed essere soprattutto più squadra: manca ancora un po’ di affiatamento tra loro. Credo che possano tutti migliorare tranquillamente aspettando la prossima giornata di D3”
CONTE: “Il livello è basso per la Leoniana A che deve puntare al titolo come l’anno scorso mentre per la Leoniana B è una buona palestra per crescere. O si vince o si impara disse il Presidente. Comunque noto che l’età media e il livello si è abbassato nella D3 anno in anno per far giocare i più piccoli ed inesperti, com’è giusto che sia. Grave la mancanza della pizza finale tutti insieme…”

Si ringraziano Guido e Beppe per il supporto tattico e la condivisione: veri Leoniani. Un incoraggiamento per i tre neofiti Jacopo Andrea e Renato!

 

, ,

Notizie, Tornei

Il Torneo Fin è qui

9 Dic , 2016  

Presidente alle prese col servizio laterale

Sabato 10/12/2016 si è tenuto, nella nostra consueta palestra del Patronato Leone XIII in Contrà Vittorio Veneto 1 a Vicenza, il terzo torneo dedicato al nostro amato fondatore “Giancarlo Fin” aperto a tutti i livelli e categorie.

Eros (il nuovo adepto)

Hanno partecipato un totale 82 atleti così suddivisi:
20 Eccellenza;
28 Seniores;
5 Femminile;
4 Juniores;
5 Allievi;
17 Ragazzi.

Gianni & Carletto… che coppia

Si ringraziano tutti per la presenza e la calda partecipazione. Ecco la lista dei premiati divisi per categoria:

RAGAZZI

Balduin Giovanni
2° Fantoni Matteo
3° Giona Matteo | Salaris Marco

ALLIEVI

Paparella Elia
2° Roncato Stefano
3° Peron Marco | Comin Jacopo

JUNIORES

Cossalter Davide
2° Prevedello Elisa
3° Griggio Riccardo | Boschetti Luca

SENIORES

Balkovic Vuk
2° Lapina Varava
3° Anderson Mark Dean | Scussat Filippo

FEMMINILE

Lapina Varava
2° Saborisiahkaly Nahideh
3° Bendra Marija | Prevedello Elisa

ECCELLENZA

Gaybakyan Emanuel
2° Coin Gianni
3° Meneguzzo Ivan | Bozzetto Guido

Appassionati di tennistavolo e ping-pong, all’anno prossimo! Ping-pong never dies.

Il tavolo della Giuria: ma come sono presi?

COMMENTI

TODE: “Oggi ho lavorato sei ore”
CONTE: “Io ho invitato il cubano”
CARLETTO: “Tode fugge con la cassa…”
TONI: “W la FITET”
PRESIDENZA: “Buona partecipazione, mangiareccio offerto e livello elevato”

,

Campionati

Due volte responsabile

7 Dic , 2016  

Sabato 3 dicembre, sesta giornata di campionato D2 girone C, la Leoniana C dei giovani e dello Stratega (assente per oscuri motivi, forse allo scopo di non abbassare  la propria percentuale) affronta la seconda in classica T.T.9 “A”. Partita sulla carta molto difficile, ma i nostri si dimostrano molto combattivi, purtroppo però, sul più bello, Beppe perde per 3-2 una delle partite decisive condannando la propria squadra alla sconfitta finale per 5-4.

Beppe affronta il temuto Zonta, l’uomo da abbattere

VOTINI

Beppe > voto 7: punti 2.
Gioca discretamente tutti e 3 i match disputati, ma non riesce a dare quel qualcosa in più che un numero 1 dovrebbe dare per cercare di far vincere il proprio team. Sempre combattivo, ma questa volta non basta, a causa anche di troppa poca concentrazione.
MASSARILASSA’

Linpeng > voto 7,5: punti 2.
A detta di qualcuno il nostro atleta deficita del fatto che non riesce a cambiare tattica durante lo svolgersi dei suoi match. Gli va bene con due avversari, ma contro Zonta questa mancanza si nota e perde, non però sfigurando, contro quest’ultimo. Forse se avesse tenuto più top in campo di dritto sarebbe andata diversamente?
SEMPRESERENO

Abel > voto 6-: punti 0.
Titolare ancora una volta, nonostante non riesca a portare a casa nemmeno una partita, gioca bene soprattutto nella prima partita. Finito il suo primo incontro, i successivi non sono all’altezza forse anche per la molta pressione a cui è sottoposto. Tutto sommato il salto di qualità potrebbe essere dietro l’angolo, dipende da lui.
L’ABBIOCCODELSABATO

Cap. Stratega > voto n.c.: punti 0.
ASSENZASTRATEGICA?

Uomo partita: poteva essere Beppe, poteva….

Ecco lo staff di eccezione: Carletto e il Tode a dar supporto

P.S. Al termine dell’incontro costretti a sgobbare per montare i tavoli dello stage giovanile. Linpeng riesce a svignarsela.

COMMENTI

ABEL il novizio: “Avevo iniziato bene, poi il buio più totale”.
BEPPE vice Capitano: “Un’altra sconfitta sulla coscienza”.
LINPENG il fuggitivo: “Non posso montare i tavoli, ho una cena a cui sono già in ritardo”.

Abel alle prese con il temuto Zonta che gli toppa a giro

Campionati

Leoniana B ovvero: non mollare mai!

7 Dic , 2016  

Combattuto incontro in D2 girone B tra la Leoniana B e il Colognola B. Cominciano male i Leoni subito sotto di due punti. Prima con la sconfitta di misura per 3 a 2 di Mix con il giovane De Marchi. Quest’ultimo si è dimostrato buon tiratore che alla lunga l’ha spuntata sul pur tenace Leoniano non ancora completamente a regime essendo solo la sua seconda partita di campionato. Poi con un Alex che non è riuscito ad entrare in partita con un avversario alla sua portata. Capitan Tex accorcia in scioltezza la distanza vincendo per 3 a 1 l’incontro con il valido, ma ancora inesperto, Fantoni Matteo. Ritorna in campo Alex che riesce a prendere un set al De Marchi ma nulla di più. Colognola 3 Leoniana 1. Nel quarto incontro Mix dopo un avvio facile (11-3/11-8) si vede rimontare i due set di vantaggio dal giovanissimo Fantoni che trova la misura di fronte alla puntinata lunga del Leone per tirare con precisione la palla. Quinto set al cardiopalma che l’esperto Mix riesce a portare a casa per 12 a 10! Colognola 3 Leoniana 2. Capitan Tex riporta in parità i Leoni vincendo facile con Carradore: 11-6/11-8/11-1. Il settimo incontro vede Alex di fronte al Fantoni. Partita decisamente equilibrata con il Leone in ripresa sul piano del gioco e della concentrazione ma dall’altra parte il Fantoni non molla mai un attimo e al quinto set sul 10 a 8 per Alex sono bastati alcuni attimi di disattenzione per vedere sfumata la vittoria leoniana! Per fortuna Capitan Tex raddrizza la situazione con un secco 3 a 0 con il De Marchi. Colognola 4 Leoniana 4. Nono e decisivo incontro: Vivian e Carradore. Partita da infarto: Mix sotto per 2 a 1 riesce a strappare un quarto set ai vantaggi per 12 a 10 ritrovando nel quinto set la lucidità tattica per chiudere 11 a 7 la partita e sancire la vittoria Leoniana dopo ben quattro ore di incontro!!!

Maestro Antonio Tex allo specchio

PAGELLE

Tex > voto 8.50: punti 3, efficace.

Mix > voto 8.50: punti 2, tenace.

Alex > voto 7: punti 0, giornata no.

Uomo partita: Maurizio “Mix” che chiude l’ultimo punto decisivo.

COMMENTI

ALEX: “Per me è andata da schifo, perché per problemi extra non sono mai stato veramente concentrato. Per fortuna Antonio e Maurizio hanno giocato molto bene. Ora posso andare a dormire?”

,

Notizie

Leoni con faccia da libro

7 Dic , 2016  

Per merito del redivivo Toni “campione degli amatori” i Leoniani riprovano per la terza volta a sbracare nel diabolico FacciaLibro. Allora: c’è la pagina aperta di facebook® della ASD Leoniana TT Vicenza. Mi raccomando, iscriversi, viralizzare, amicizzare, femminilizzare, contaminare: insomma la Leoniana Social!

Grazie Toni (che Tode non ha voglia). Tantativo disperato di raccimolare qualche iscrizione in più per il nostro Torneo Fin… Spippolate e fate spippolare un mi piace alla Leoniana, su dai, via olè.

Campionati

Plastic dreams

4 Dic , 2016  

Il plotone Avvoltoio affronta la penultima di andata nella voliera casalinga contro il Cornedo, squadra seconda in classifica capeggiata dal celeberrimo e temuto Fazia. I leoniani schierano la classica formazione “quadrupla A” (Andreamunari-Amenduni-Anderson-Aldo), mentre il Conte si aggira fra i tavoli in abiti da gabibbo lasciando racchette qua e là… Toni in modalità Fonzie arriva giusto con un paio d’ore di ritardo, quando ormai l’addobbo si è concluso con un succoso 5 a 1 per gli Avvoltoi®.

Solido Comandante Mark sfida il misterioso Fazia

Solido Comandante Mark sfida il misterioso Fazia

PAGELLERIA

Mark “uso racchette altrui” Anderson > voto 8 +++++: 0 punti.
Con un setup di gomme (tutt’ora) nuove fiammanti il coach si scontra subito con il solido Fazia, in un duro match combattuto a suon di palleggi e rasoiate di rovescio, servizi sloga polso ed i collaudati schemi “ServoSopraePoiSchiaccio”. Reduce da una potente influenza, fra un set e l’altro Mark comunica inquietanti messaggi ai compagni del tipo “vedo 3 palline” o “vedo l’aurora boreale”… nonostante gli svarioni arriva sul 2 a 1 con due match points, ma poi si inviluppa e perde al 5° set, mentre il Tode dalla panchina dispensa consigli pure ai passanti. Si rende conto a fine partita di un piccolo dettaglio, che commenta così: “Ragazzi non ho usato la mia racchetta, ho usato per sbaglio la racchetta del Conte!”
FOCUS !

Aldo “backhand” Taibi > voto {9} : 1 punto.
Entra come al solito al posto del coach e stavolta affronta il Tomba in una partita che i commentatori più tecnici descrivono come “sepolcrale”. I due sfoggiano tutto il loro repertorio, mixando difese ovattanti e ceffoni piatti. I suoni delle sberle di dritto che si infrangono sulle puntinate riecheggiano sordi nel plasticodromo, come onde lagunari contro le paratie del MOSE. Aldo si impone con un secco 3 a 0 prendendosi anche il lusso di svirgolare con la puntinata lunga uno schiaccione di rovescio che assume una traiettoria meno lineare della Salerno-Reggio Calabria.
UN PUNTINO È PER SEMPRE

Giovanni “habemus dritto” gli Amenduni > voto 9,€€: 2 punti.
Buona parte degli  Amenduni si presenta tesa all’idea di dover incrociare il criptico puntino di Tomba, mentre una frangia minoritaria teme la presenza di Tode che, in tenuta Amish, emana suggerimenti anche durante il riscaldamento. Fortunatamente nulla di tutto ciò mina la concentrazione del n.2 Avvoltoio, che supera Dal Lago con una prestazione sul filo del palleggio e poi si imbatte nel difficile compito di dover gerarchizzare Fazia: il match è un susseguirsi di aperture più o meno sensate, “banane” di rovescio e taglioni indecifrabili… ci vogliono giusto 4 set agli Amenduni per capire che i servizi dell’avversario sono quasi tutti tirabili ed alla fine nel quinto si svampa su quasi ogni palla all’urlo di “mamma che botta”, vincendo 3 a 2.
RAPACE

Andrea “Tomb Raider” Munari > voto 3+3+3: 2 punti.
Carico di moeche, il nostro Premier riesce agilmente ad infrangere il muro del piatto questa volta senza nemmeno dover disintegrare alcuna pallina di plastica. Non si fa impensierire dalle gomme di Tomba (né dal suo cognome) e contro-schiaccia al tavolo tutto ciò che gli capita a tiro, con dritti così anticipati da sembrare colpiti al volo, chiudendo 3-0. Nessun problema nemmeno contro Dal Lago che viene tassidermizzato in pochi minuti… Si fotta la par condicio, io al referendum VOTO MUNARI!
ELEGGIBILE

Tode Amish > voto n.c.: 0 punti.
Special guest.

Oggetto partita: la cioccolata 85% cacao del Conte / respect !!!
Uomo partitia: Ciano Dal Lago per scelta del Presidente.

Gli Amenduni nel colpo d'acciaio che stende il Fazia e gli fa perdere il 100%

Gli Amenduni nel colpo d’acciaio che stende il Fazia e gli fa perdere il 100%

COMMENTI

PRESIDENZA: “Da un po’, verso le 13 di domenica, mi comincia a salire l’astinenza da recensione degli Amenduni…”
GLI AMENDUNI: “La foto è agghiacciante, comunque si vede perfettamente che non piego neanche di un centimetro il ginocchio”
PRESIDENZA: “Amenduni il RECENSORE con la RECENSORE maiuscola”
COMANDANTE MARK: “Sepolcrale mi ha commosso. Special guest Tode Amish riflettere”
PRESIDENZA: “Da ieri Anderson giocherà sempre con la racchetta del Conte”
PRESIDENTE EUROPEO: “Grandi avvoltoi senza compromessi… ma quello appoggiato alla colonna mentre gli Amenduni sferrano il dritto di Satana è l’architetto Mangoni?”
CONTE: “È Ciano l’uomo partita”
PRESIDENZA: “Con molto savoir fair a fine match mi ha amichevolmente mandato in… Fitet”
JACK: “#cianobiranumerouno”

Citazione colta: da “A sud di nessun Nord” (Charles Bukowski, 1973) “C’è una dozzina di modi per perdere una corsa e un modo solo per vincerla”; trasposizione all’universo pongista, dal Decalogo Avvoltoio (2016) “Ci sono molto modi per venir addobbati, ma solo uno per addobbare: tirare tutto!”

,

Notizie, Stage

Stage giovanile regionale 04/12/2016

4 Dic , 2016  

stage_01

Si è appena concluso il primo stage regionale giovanile svolto alla Leoniana di Vicenza. Hanno partecipato 21 giovani e giovanissimi di cui 8 ragazze, gli atleti sono stati seguiti dai due tecnici: nazionale Umberto Giardina e regionale Emanuel Crivellaro con il supporto di 6 sparring. Dei giovanissimi hanno partecipato anche 4 ragazzi vicentini dell’ASD TT Vicenza e della Leoniana.

stage_02

Lo stage è stato diviso in due parti alla mattina dalle 9:30 alle 12:30 con mezz’ora di preparazione atletica e poi, divisi per livello, schemi al tavolo o cesti in gruppi di 3. Per finire con lo stretching a terra.

stage_03

La sessione del pomeriggio dalle 15:00 alle 17:30 ha previsto schemi su palleggio, spostamento di gambe e apertura di top, servizio tagliato laterale per finire con una serie di partite, sempre divisi in fasce di livello.

stage_04

Abbiamo avuto la gradita presenza del nuovo presidente regionale Giampietro Corso.

stage_05

Per la Leoniana è stata una esperienza nuova ed ha permesso ai nostri tecnici di confrontarsi con il Tecnico Regionale su esercizi e modalità di allenamento dei giovani. Peccato solo la presenza di così pochi piccoli vicentini nelle file dei migliori atleti della regione nel nostro sport. È sempre bello vedere tanti bimbi giocare a ping pong: il nostro fondatore Giancarlo ne sarebbe felice! Alla prossima.

,

Notizie

Stage regionale giovanile alla Leoniana

2 Dic , 2016  

Siamo felici di annunciare che per la prima volta uno dei consueti Stage Regionali Giovanili per i ragazzi più dotati e promettenti del Veneto si terrà alla Leoniana domenica questa 04/12/2016 a partire dalle ore 9.00. Per l’occasione parteciperanno più di venti atleti seguiti dai tecnici regionali. Anche due dei nostri tecnici Leoniani saranno sparring: con l’opportunità di aggiornarsi sulle metodologie di allenamento del nuovo Comitato Tecnico Veneto.

logo-fitet