Allenatori, Notizie

Nuovo ciclo di allenamenti con Michele

28 Dic , 2017  

Continuano, dopo il primo ciclo di quest’anno, gli allenamenti con un allenatore esterno anche per il 2018. Il secondo ciclo di 4 lezioni con Michele Tonellato, sarà nei seguenti giovedì, sempre in due fasce orarie (per i ragazzi la prima e per gli adulti la successiva):

18 Gennaio 2018
01 Febbraio 2018
15 Febbraio 2018
01 Marzo 2018

Chi è interessato è pregato di aderire confermando la presenza al Coach Antonio. Per garantire un adeguato rapporto allenatore/pongisti si è stabilito, di massima, fino a 8 atleti per turno.

Notizie

Pausa invernale del Leone

28 Dic , 2017  

Come ogni anno anche questo 2017 si ferma al nostro Torneo Fin 4° edizione del 23/12/2017 con la chiusura della Palestra. Le attività riprenderanno il:

LUNEDÌ 8 Gennaio 2018.

Buone feste, buon anno, pace bene e serenità per un 2018 tutto pongistico.

Il Direttivo della Leoniana TT

Notizie, Tornei

Torneo Fin 4: colto, bello e internazionale

26 Dic , 2017  

Fin 4° e i tabelloni intonsi

Sabato scorso, 23 dicembre 2017, si è tenuto presso la nostra palestra il quarto Torneo Memorial Fin aperto a tutti. In onore del nostro amato fondatore Giancarlo Fin e quest’anno dedicato in particolare al ricordo dello storico allenatore dei giovani Eugenio Bilibio che più di vent’anni ha dedicato alla Leoniana.

Ed eccoci al riscaldamento dei motori prima del fischio d’inizio

È stato un bel pomeriggio iniziato alle 15.00 e finito con l’ultima finale eccellenza alle 20.30. Ci sono stati una settantina di iscritti per le cinque categorie. Questa edizione si è caratterizzata per due aspetti predominanti: il ritorno di vecchie glorie leoniane e la sua internazionalità. Re-entry direttamente dalla solare Lussemburgo il Presidente Europeo Jeremy e first european lady Marina, Tonellato Senior da Monaco con compagna e cerotto al piede, Tonellato Medium da Padova con assetto da difesa, tre greci da Trento tutti trentatré, la benedizione del Presidente Emerito Prof. Curti esperto scacchista, la toccata e fuga del Prof. Ordinario Andrighetto da Genova senza anti, il maestro del tennistavolo Piero, uno spagnolo riccio, il forte bulgaro Gaybakyan giovane che ha vinto il torneo eccellenza, naturalmente il Campione Sociale Sor Carlé il bancario, la Franca che è passata per dire che non può iscriversi al torneo, i due fratelloni Ca’ Bianca ormai alti uguali che vengono ad augurare buon natale e vanno in altri lidi, il mitico DJ Magilla dalla serie B, l’istituzione del tennistavolo vicentino Sergio, il Piotta in tenuta nera da fighetto, un pulmino di cinesini vicentini delle medie, l’Incredibile Guido con il maglione del tirannosauro e super special guest il figlio Diego con figlia e la moglie di Eugenio venuti da Treviso. Infatti da quest’anno il più giovane iscritto alla manifestazione viene premiato con il “Premio Bilibio” per valorizzare ed incentivare i giovani al nostro sport minore.

Sta per iniziare la sfida tombale: Claudio vs Luca. I più attenti noteranno uno dei Tonellati…

È stata una edizione di festa: una festa tra amici, vicini, lontani, vecchi e nuovi. Come si addice per una festa natalizia nel tavolino sono state offerte cedrate accompagnate da panettone, pandoro o panettoncino col limoncello offerto dalla Leoniana. All’anno prossimo miei prodi, spero vi siate tutti divertiti. Fate girare le palline.

Prof. Ceroni premia il più giovane atleta, il vicentino Ettore Tognazza, alla presenza della famiglia di Bilibio Eugenio

RISULTATI

Ecco le foto dei premiati di quest’anno nelle varie categorie.

Categoria Ragazzi M/F

I Ragazzi premiati dal Presidente della Leoniana Munari

Categoria Allievi M/F

I simpaticoni della categoria Allievi, premiati dal Presidente Europeo

Categoria Juniores M/F

Premiati della categoria Juniores

Categoria Seniores M/F

Categoria Senior: 1° Bedendo Emanuele, 2° Guglielmin Roberto, 3° Bottura Adolfo – Mendiola Jeremy.

Categoria Eccellenza M/F

Massima categoria premia Sergio: 1° Gaybakyan Daniel, 2° Moro Giacomo, 3° Tonellato Michele (in infradito!) – Simonetti Carlo.

COMMENTI

BEPPE: “Avete fatto una congiura a mettermi nel girone con quello che ha vinto il torneo. Volevo almeno passare il girone…”
CONTE: “Non ho capito un singolo servizio di Tonellato Senior da Monaco. Però ho apprezzato che mi ha lasciato giocare. Lo scontro è stato così cruento che alla fine ho dovuto dargli un cerotto per il dito del piede”
SAMUELE: “Mia prima esperienza a questo torneo, a cui hanno partecipato tennistavolisti di tutte le età: da chi aveva sette anni, a cinquantenni agguerriti… Mi dispiace solo che ci sia stato un rallentamento a causa del mio girone, troppo equilibrato e con partite che, anche senza il riscaldamento inziale, duravano più di venti minuti buoni… Ringrazio la direzione, il grande panettone e tutti quelli che hanno dato la possibilità di svolgere questo torneo”
JEREMY: “Colti e dislessici. Marco è arrivato e prima ancora di salutarmi ha esordito con: <ho dormito zero minuti zero>”
GIANNI: “Bravi ragazzi… Carlo e Eugenio sono sicuramente felici oggi”
GLI AMENDUNI (dalla Nuova Zelanda): “Siamo sicuri che vi sia stato un ottimo livello di piatto, turbato dalle rotazio del rovescio mancino di sua presidenza Europea… siamo altresì sicuri che Tode non si è piegato, nemmeno stando seduto al tavolo della giuria”

OMAGGIO

È lui! Sua Presidenza Europea Jeremy (con lo spirito di Gigi) ricalca la gomma del pavimento della palestra Leoniana. Appena il caso di ricordare che con la sua classe sale sul podio.

RINGRAZIAMENTI

Si ringrazia tutti quanti hanno partecipato al torneo. Grazie a Diego Bilibio per essere venuto a inaugurare il premio dedicato al papà. Si ringraziano gli organizzatori ed in particolare: Tode la Mente, Carletto il braccio destro, Stratega per il montaggio e il post-torneo. Un bacio sulla guancia anche alle due graziose “panettone manager”: Sole e Marina per la gestione del banchetto del magnareccio. Infine grazie a Sergio Ceroni che ha portato i giovanissimi. Gli Amenduni per informarsi dei risultati anche dall’altra parte del mondo…

Cena strategica nel post-torneo: tanti auguri e buone feste. Ci si vede nel 2018. P.S. con Samuele il musicista!

, , ,

Campionati

Tavolo infame, successo assicurato

18 Dic , 2017  

Scontro con il sovraffollamento in palestra questa ultima di andata: cinque squadre su cinque in casa. Transenne di qua, panchette di là, gente che si riscalda dappertutto. Vista la densità a noi è capitata la postazione peggiore: male illuminata, con riflesso, senza le sedie laterali, senza il tavolino con i punti tra le gambe e con la ventola in cima al tavolo che abbiamo dovuto spegnere per non avere la pallina che volava a casaccio. Condizioni al tavolo quindi bruttine: ma peggiori per gli avversari…

Ricky in action, vai di sventaglio

Gli estensi del TT Genius si sono dimostrati di tre livelli di giuoco: uno con il puntino che giocava solo di rovescio, un ragazzo bravo con un buon dritto ma quasi senza rovescio ed un esperto difensore dal fondo come oggigiorno se ne trovano pochi. L’esperto è l’unico che ci ha messo in difficoltà per la sua calma, costanza e la capacità di tenere in campo sempre. Per il resto poche emozioni e la vittoria in tasca ai leoni con un 5:2. Il girone di andata è andato. Facilezza.

Così veloce che si sdoppia di dritti: Davide la rivelazione!

PAGELLINE

Davide > voto 7+: punti 1
Gioca con calma e testa come ci ha abituato bene. Vince la prima delicata partita rompendo il ghiaccio e la seconda contro il più forte avversario si avvicina molto, ma poi cede solo perché fatica ancora a leggere i servizi avversari. Sempre determinato e concentrato: revelation.
# l’uomocoicalli

Ricky > voto 7-: punti 0
Una sola partita contro il più forte, gioca fluido e bene dal secondo set in poi. Manca solo di determinazione nei momenti decisivi, specie gli ultimi punti del set. Un po’ di testa ed esperienza in più per chiudere il match. Giocare, giocare partite ufficiali.
#fluidoedemotivo

Gino > voto 7/8: punti 1
Entra, colpisce ed esce vittorioso. Fa il suo. Concentrato e non lascia spago al giovane avversario asfaltandolo. Quando entra con suo top rotante il punto è assicurato.
#nemaproblema

Conte > voto 7+: punti 3
Quando è numero uno soffre la pressione dei tre punti. Con le varie incombenze: tipo aggiustare i numeri del segnapunti con lo scoch e poi cercare di compilare il referto (sbagliando che poi mi telefona Tode), non fa in tempo a scaldarsi. La prima passa bene, la seconda perde un set, la terza due rischiando seriamente di perdere con un difensore classicissimo. Tira forte rigido e fuori. Però ormai ha la vecchiaia dalla sua. Altro che l’85% di Michele…
#underpressuredaydaydemmhmdadadababa

Leonino si riposa tra una partita e l’altra

Leonino > voto 8: punti 0
Per la prima volta Leonino in braccio a sua Presidenza Munari…
#comodoso

Uomo partita: Davide in particolare per la prima partita che si è rivelata fondamentale.

Gino col pizzetto: entra, carica, ferisce e va via

COMMENTI

RICCARDO: “Girone d’andata chiuso nel migliore dei modi! Contento ma non troppo delle mie prestazioni”.
GINO: “Visto il match medio difficile, parto riserva alla fine per non correre rischi sostituisco Riccardo per fare il punto della sicurezza. Davide ottima prestazione anche questa volta, nonostante il problemino al ginocchio non si sbilancia mai, controlla le partite e porta a casa la vittoria. Riccardo manca ancora un po’ la convinzione e la mobilità nelle gambe, anche se non riesce a portare a casa il punto ha fatto una buona partita. Un po’ più di convinzione in te stesso ed arriverai in alto! Andrea lo stemma della Leoniana, che porta avanti lo spirito sportivo che tutti dovrebbero avere”.
LEONINO: “Ringrazio il Conte che mi ha introdotto in questo mondo della pallina salvandomi dal mondo del discount”.
CAPITAN MAURIZIO: “Grandissimi. Bentornato Gino. Ci vediamo tutti lunedì”.
CONTE: “Sul dieci a sei per me, ho fatto una mia bomba a caso e piegandomi mi abraso i peli del ginocchio: naturalmente è andata fuori”.

Ecco i nostri cinque eroi: leonibus

, ,

Campionati

Ormai è fatta: siamo in C1

17 Dic , 2017  

Commento al girone di andata della Leoniana Be Silence”.

Punto.

Presidenza apprezza e lancia il Leonetto mascotte

PAGELLE

Giorgio > voto 9/10
Oggi Giorgio mangia l’arancia e una ciopa de pan in panchina, e poi gioca. Grazie ai suoi ritardi ci riempie di concentrazione nonché ampie motivazioni nervose per affrontare con giusta grinta e riserva di dovute bestemmie l’incontro. Ha fatto i cinque punti decisivi dell’andata.
#ILFOLLETTODOVELOMETTO

Jack > voto 5/6
L’unica sconfitta dell’andata è dovuta al suo imbriaco festino a Mestre: a pallate. Finché non vado da Stecco a farmi sistemare la testa non riuscirò più a giocare ai miei livelli anche perché l’ultima volta c’era suo figlio che continua a tornare dall’America indi ho avuto un periodo di grossa confusione mentale. E spiego il perché: è l’unica persona al mondo che torna senza mai andare.
#SEMICIOPPINONVALE

Carletto > voto 6/7
Ordinato e nervoso dovremmo cambiare le transenne per i buchi che ha creato grazie alle sue scoordinatissime mazzate tribali, non per niente ogni volta che colpisce con la “rossa” in Cina muore un bambino comunista.
#NONDIREMAZZATASENONE’TRIBALE

Giorgio: l’ultimo ad arrivare e l’ultimo ad andare via

COMMENTI

ALDO: “Hanno avuto un culo bestiale: i xe come l’Inter del campionato di calcio de quest’ano”.
TONI: “Severi ma giusti”.
CONTE: “Ho ottenuto da Jack questa recensione con l’inganno davanti agli gnocchi di patata americana con zucchero e cannella. Riempito una paginetta del quadernino rosso”.
ICIO non pervenuto.

, ,

Campionati

La seconda D3 nella bianca neve

10 Dic , 2017  

Atmosfera natalizia e freddo pungente nella nostra palestra. Nove tavoli montati e pronti per il rimbalzo delle palline. Il via alle danze ore 9.30 puntuali.

Sempre attivi anche nelle pause il team dei leonicini: manca Marco2 e Alpha

Oggi 10/12/2017 presso la nostra leonissima palestra del Patronato Leone XIII si è tenuto il secondo concentramento di D3 che metteva in menù quattro succulente partite per i nostri giovani regionali. Due al mattino e due al pomeriggio dopo la pizza con le patatine fritte (che appesantisce?). Il livello degli avversari si è dimostrato buono con alcune squadre agguerrite.

Il doppio di qualità: Samuele si piega e Francesco no, son legnosetti

FORMAZIONI

Le nostre due Leoniane si presentano assonnate all’appuntamento con le seguenti formazioni, remixate ad hoc:

LEONIANA A
Marco, Samuele, Francesco

LEONIANA B
Jacopo e Claudio

Diagonalaccia di Jacopo e Claudio pronti al doppio, e via

RISULTATI

Alla fine delle danze verso le 17.00 risultati complessivi nelle aspettative:
Leoniana A totalizza 4 punti vincendo due partite su quattro. Prestazione in linea con il primo concentramento.
Leoniana B totalizza 4 punti vincendo due partite su quattro. Prestazione in crescita!

Altro doppio classic: Marco e Samuele contro gli amici dell’Aurora 76

PAGELLINE

Samuele: voto 7-
L’impegno c’è sempre e anche la passione. Sta cominciando a controllare il suo impeto prorompente che gli fa anticipare tutte le palle e voler toppare l’intoppabile senza intoppo. Passa troppo tempo sulle tavole di geometrico invece di allenarsi nel servizio!
#IgnorantePadano

Francesco: voto 7+
L’esordio assoluto di Francesco in un campionato agonistico! Buona prestazione anche se un po’ l’inesperienza si vede: troppo uso del rovescio (anche sul dritto). Comunque sia i punti li fa e il miglioramento è costante. Porta energia nel gruppo! Ansiogeno.
#DeltaEsaltatoIncompetente

Marco: voto 7
L’esperienza dell’anno scorso si fa sentire. Pur senza allenamento riesce a giocare e mette in difficoltà avversari scafati. Speriamo che non molli… su.
#SerenoVariabile…

Jacopo: voto 7
Anche Jacopo ultimamente non lo vediamo in palestra ma alla D3 è venuto mettendoci la sua grinta agonistica. Schiacciatone di dritto e petto di pollo con patate. Il nostro ricciolo biondo punge.
#QuelloCheNonSaArbitrareJacopino

Claudio: voto 7
La new-entry di quest’anno: Claudio cervello fino e gomito attaccato al corpo! L’allenamento e la costanza c’è e c’è un po’ di emotività nell’affrontare le partite, pure la stoffa c’è e anche la voglia a quanto pare: avanti tutta.
#BraccinoCorto

Eccoli dopo una buona pizza a base di litri di the al limone e giochini con l’unico cellulare di Claudio

COSE DA MIGLIORARE

Per i prossimi due concentramenti c’è da lavorare sui fondamentali, se non te ghe i FON-DA-MEN-TA-LI:

  1. Servizio;
  2. Risposta al servizio;
  3. Posizione al tavolo;
  4. Movimento di gambe.

Guarda che belle schiene prestanti (e nello sfondo il Francesco)

COMMENTI

JACOPO: “Dovremmo impegnarci di più se vogliamo arrivare nel podio…”.
MARCO: “Siamo stato bravi e… non si può sempre vincere”.
SAMUELE: “Una giornata piena di partite con diverse squadre del circondario, molto combattute e sostenute da un pubblico a momenti molto caloroso con noi giocatori… Come esito, due vittorie su quattro partite, e grande soddisfazione per la combattuta gara finale con il <Mortise2000 Boys>. Inoltre, grande spirito di amicizia e divertimento tra tutti i componenti delle due squadre, via via più legati fra loro”.
FRANCESCO: “E’ stata una passeggiata: poi però sono cominciate le partite… La prima era molto difficile ma secondo me siamo andati bene (per le nostre possibilità), la seconda molto semplice anche se abbiamo rischiato forse un po’ troppo comunque è andata bene… la terza se non fossimo stati in campo avremmo fatto più punti… (tranne forse Samuele nel primo set), nell’ultima (a parte il doppio che avremmo dovuto vincere) ci siamo impegnati e siamo riusciti a portare a casa il punto controllando al meglio (più o meno) l’ansia”.
CONTE: “E’ sempre un bel momento la D3 dei ragazzi. Dal punto di vista dello spirito di gruppo direi proprio un’ottima giornata, dal punto di vista sportivo senza infamia ne lode. Ovvero si poteva fare qualcosina in più. Lavoreremo per migliorare, dai! Dai leonicini, il cuore è rosso”.

Jacopo arbitra e Claudio maneggia la racchetta con cura

Si ringrazia il Campione Sociale SorCarlè per la panchina di qualità, Tode e lo Stratega per lo smontaggio con aperitivo sotto la neve.
Alla prossima in febbraio 2018. La strada è lunga, dritta è la via, io ho detto la mia.

Schiaffone di rovescio… che finisce miseramente in rete

,

Campionati, Notizie

D3 secondo concentramento

9 Dic , 2017  

Domani, domenica 10/12/2017, dalle ore 9.15 in poi si svolge il secondo concentramento del Campionato Regionale Giovanile di FITET D3, ospitato nella nostra paletra. Un in bocca al leon per le nostre due squadre:

Leoniana A di Marco Peron, Samuele Mastrotto, Francesco Lazzari;

Leoniana B di Jacopo Comin, Claudio Panziera, Marco Massignani.

Buona sfida leonicini e ospiti. Ci mangiamo una bella pizza tutti insieme. Enjoy tennistable.

Campionati

Persi sul finale

9 Dic , 2017  

Testa, testa!!!

Sabato 2 dicembre si è svolta la sesta giornata di andata del girone D2/C in cui si sono battuti la LEONIANA A contro il CORNEDO nella sede tombale di Cornedo. La formazione è composta da Nenad, Giovanni e Claudio, in panchina Capitan Abel. Lo scontro contro una squadra forte come il Cornedo aveva fatto presagire una sconfitta bruciante per la Leoniana, ma in realtà è stata molto combattuta fino al 3 pari, dopodichè tutto crollò. La Leoniana perde 5-3, con l’amaro in bocca per la mancata determinazione sul finale partita.

Immaginina tratta dal filmatino dello scontro

PAGELLE

Nenad: voto 6,5 > punti 1
Parte bene contro il più debole del Cornedo, Peretto, vincendo 3-1. Dimostra molta sicurezza nei colpi sia di dritto che di rovescio. Poche volte lo si è visto così sicuro e calmo in partita. Contro Tomba, il pezzo da novanta del Cornedo, fa fatica a entrare in gioco subito e solo sul terzo set riesce a mettere in difficoltà l’avversario perdendo ai vantaggi 16-14. L’ultima partita invece si rivela essere un disastro: l’avversario è una ragazzo giovane, non particolarmente forte, che tira poche volte e che si dimostra essere un buon bloccatore. Insomma la partita sembra essere molto combattuta, il primo set infatti Nenad perde ai vantaggi 12-10. Ma poi dal secondo set il lato oscuro di Nenad ha il sopravvento e sbaglia tutto; servizi colpi palleggi e tutto ciò gli ha prodotto un incazzatura che lo ha solo fatto giocare ancora più male. Insomma perde 3-0 molto male.
#angryman

Claudio: voto 6,5 > punti 0
Anche Claudio parte bene contro il rovescissimo Tomba, anche se persistono ancora errori di posizione e di dritto. Dopo due set persi, riesce ad aggiudicarsi il terzo set, ma alla fine perde 3-1. La seconda partita si rivelerà un disastro contro il giovane Bergamin, poiché neanche per mezzo secondo riesce a capire cosa sta succedendo in campo, cercando di compensare questo deficit a bombe a caso… peccato questo calo di concentrazione.
#pièlento

Giovanni: voto 8 > punti 2
Parte molto aggressivo contro il toso, non perde tempo a tempesta l’avversario con fulmini e saette che costringe la contro parte a giocare solo sulla difensiva. Vince Giò facile 3-1. Gioca poi contro Peretto, vincendo facile per 3-1. L’ultima partita contro il Tomba si dimostra essere molto combattuta. Il primo set non capisce niente e subisce il gioco dell’avversario. Dal secondo set cambia strategia e incalza l’avversario con piattoni sul dritto e facendolo muovere molto con tiri angolati. Sul 2-1, 10-8 per Tomba è scappata una retina su un palleggio aggiudicandosi così la vittoria del match.
#uomodacciaio

Uomo partita: Giovanni uomo di acciaio strategico.

COMMENTI

NENAD: “Un’altra partita persa non per mancanza di qualità: ma per poca esperienza, pazienza e continuità”.
GIOVANNI S.: “Una partita persa per mancanza di costanza e cattiveria agonistica. Dispiace aver visto sprecare alcune partite. Bisogna ancora migliorare nella testa e nella tattica del gioco”.
CLAUDIO: “Bella la mia prima partita con il Tomba. Ho giocato con impegno e ho cercato di creare un mio gioco pur perdendo 3-1. La seconda partita con il ragazzino non sono mai entrato in partita, anche perché ero freddo e soffrivo il suo gioco. Bisogna imparare a spaziare di più e manca l’esperienza”.
ABEL: “Claudio e Nenad sono partiti molto bene ma poi tutto è degenerato. Mancava concentrazione. Giovanni è stato quello che ha mantenuto un buon livello di gioco costante per tutte le partite”.

,

Massime Leoniane, Notizie

Letterina di natale del giovane Guido

4 Dic , 2017  

Quando Filippo mi ha proposto di venire a giocare a tennis tavolo al Patronato non sapevo proprio cosa aspettarmi. Venivo dall’ambiente calcistico, che ho dovuto lasciare per un problema della crescita che mi aveva bloccato un ginocchio e avevo giocato a ping pong solo all’oratorio di Canove, vicino ad Asiago. Mi ricordo ancora il primo allenamento. Portavo un cappellino con il frontino e ho giocato con Carlo Curti (ancora nel fiore degli anni, quando andava a fare le vacanze per 4 mesi al sud) che subito mi ha dato il benvenuto con un “Tieni, questa è un’antitop, ti insegno ad usarla”. Quella gomma ce l’ho ancora conservata a casa perché non è stata solo la mia prima gomma, è stata l’inizio di una passione. Era il 2007 credo quando ho iniziato, e non ho più smesso. Certo ho praticato altri sport e ora ho messo da parte il ping pong per dedicarmi ad altro, ma la voglia di riprendere la racchetta in mano e palleggiare sul muro è davvero tanta, ed è sempre stata tanta. Ricorderò sempre i tornei CSI di Paese e di Cinto Caomaggiore, quelli dove se magna bene e si beve tanto. Grazie alla Leoniana TT sono cresciuto, mi sento di dire che mi avete cresciuto, dal primo all’ultimo, ognuno a modo suo. Come Piero, prendendomi a randellate con la racchetta, come il Conte, sempre in prima fila per migliorare e migliorarsi (a volte scassando un po’ la minchia), come Mark & Andrea, i miei primi “Avvoltoi”, con cui, assieme a Pippo e Gio l’australiano, abbiamo finito il campionato di D1 imbattuti e abbiamo fatto di ogni trasferta un’occasione per bagolare e fare del nostro spirito di squadra un lucchetto che non si può scardinare. Come tutti quelli che mi hanno lasciato qualcosa oltre al semplice sparring. Questo è lo spirito Leoniano che accostato all’agonismo rende questa società la migliore società che penso possa esistere. La Leoniana con cui ho passato circa metà della mia vita fino ad oggi, la Leoniana che non deve cambiare mai come la gomma sul rovescio di Sorcarlè.
Grazie.
Il Giovane Guido, Natale 2017.

Campionati

E Davide gioca solo da tre mesi

3 Dic , 2017  

Partita facile sulla carta anche questa con il padovano Sarmeola C. Una sola temibilissima avversaria, la Eleonora, non pervenuta perché in B2! Con un Sergio che non ha dormito e non gioca da 23 anni e deve andare dalla moglie il prima possibile. La fortuna è dalla nostra, sia nelle quantità industriali di retine: chiuso un set su retina! Che nella formazione audace: giovani Leoni contro riserve del Sarmeola. Formazione del tutto inedita: n°1 Davide; n°2 Riccardo; n°3 Conte. Partita che parte così così con un Riccardo con pervenuto che rimarrà per 5 set poco convinto… Davide, galvanizzato dalle provocazioni avversarie, sfodera un tombale 3:0 e si rivela una scelta azzeccatissima come primo uomo. Il Conte fa da supporto anziano: torcicollo, auto, frutta secca e paninazzo con patata post-partita. Ed ecco sbucare un 5:2, liscio liscio, per i Leoni.

Ecco i due nostri giovani leoni al frenetico riscaldamento (di drittoni)

PAGELLINE

Riccardo > S.V.: punti 0
Niente: non entra in partita. Forse dopo 5° set? Poi nulla.
#NONPERVENUTO

Davide > 8,5: punti 3 su 3!
Pur giocando da tre mesi, con una racchetta mai usata prima, alzando ancora poco la pallina: trionfa su tutta la piazza. Accusato dagli avversari di giocare da 7 anni in un’altra società (segreta)… prestazione di qualità. Soffre solo sull’ultima partita al 2 a 2 per calo fisico. Non ce n’è per nessuno.
#SKILLER!

Conte > voto 7: punti 2
Avversari più che abbordabili, ordinaria amministrazione. Con il ragazzo dimentica purtroppo di lasciare il punto della bandiera.
#QuelloDa5000Punti

Mascotte > voto 10: punti 0
Molto apprezzata e invidiata (gli avversari non c’è l’hanno). La prossima volta richiesto il peluche di Papa Leone XIII.
#PAPALEONE

Uomo partita: Davide Skiller! tre su tre.

Davide al primo punto salmistra il giovine irrigidito e inesperto avversario

Riccardo, piegato come una aragosta, si appresta titubante alla sua battaglia…

COMMENTI

DAVIDE: “Le provocazioni mi gasano, vincere così è una goduria”.
RICCARDO: “Ma devo dire qualcosa? Parla qua. Ahhhhh”.
CONTE: “Io devo fare il commento lungo mezz’ora come al solito: dovevamo in qualche modo ripartire dopo il bruttissimo colpo della settimana scorsa… Mi ha fatto molto piacere questo esperimento di squadra “per i giovani” soprattutto l’exploit di Davide. Poi ci sono ancora i problemi psicologici di Riccardo: un esercizio per saper reggere lo stress. Soffro lo stress, io soffro lo stress, suono in una boyband”.
CAPITAN MAURIZIO (da Torino): “Le nuove leve… bravissimi ragazzi!”.
MASCOTTE: “Riccardo mi coccola, mi coccola tutto”.

Formazione a quattro: Skiller!, NonPervenuto, Mascotte, Conte sparviero.

, , ,