Campionati

Sulle ultime tre partite d’andata

10 Gen , 2018  

I Leonix concludono gli incontri dell’andata a 0 punti ma la determinazione a lottare per la salvezza non è venuta meno anzi si è moltiplicata! Lo spirito indomito e la forza di una squadra si vede nei momenti difficili e i Leonix non vogliono mollare! L’andata ha visto i Leonix rimanere fermi a 0 punti. Anche se la situazione non è confortante ci piace sottolineare che si è visto una generale maturazione tecnica e agonistica della squadra e anche in questa difficile fase di rodaggio nella serie D1 si è mantenuta compatta e unita, sia sul piano psicologico che su quello della coesione umana! Con i Leoni di San Marco ben tre incontri sono stati persi per 3 a 2 (Tabix, Tex e Giux) in una partita che poteva anche volgere decisamente a nostro favore! Con il Mortise da sottolineare la buona prova di Alex con il forte Mihaica, quella di Giux con Stefanelli e il punto della bandiera di Tex con Pastorio. L’ultimo incontro di andata ha visto capitan Tex in grande crescita tecnica e di concentrazione spuntandola con l’esperto e più quotato Longato. Mentre sia Alex che Giux hanno offerto una buona qualità di gioco ancora venata da ingenuità nella ricezione e nella tattica di gioco.
Il motto per il ritorno è: Leonix mai mollare!

,

Campionati

I Leonix perdono 5-2 contro l’Aurora 76 A

23 Nov , 2017  

Anche la quarta giornata di campionato volge al termine e i Leoni incassano un’altra sconfitta, contro la prima squadra in classifica del girone. Parte Alex contro Samuele Sella, il più forte giocatore del girone, con un’antitop sul rovescio. L’avversario vince subito il primo set 11-6 però permettendo ad Alex di fare ben 6 punti. Il secondo e il terzo set vanno via lisci 11-2 e 11-3, senza alcuna storia. Alex ha cercato di provare a ottenere più punti possibili: ma la netta superiorità dell’avversario non ha lasciato scampo e il giovane leone incassa solamente 11 punti in totale. Entra in campo Giux contro il giovane della squadra avversaria, Luca Bordin. Fin dai primi scambi di riscaldamento si intuisce la superiorità di Giux, confermata anche in partita. Aprendo morbidamente dal rovescio e spostando l’avversario, il giovane Leone vince i primi due set facilmente, 11-4 e 11-5. Il terzo set, probabilmente a causa di un calo di concentrazione, viene vinto dal giovane Bordin 11-8. Ma il quarto set, dopo un inizio equilibrato, volge dalla parte del leoniano per 11-5, che porta così la sua squadra in vantaggio nel punteggio per 2-1. Tex contro Canton, ancora una volta, ormai la terza e che vede il parziale di vittorie 1-1. Tex parte subito col botto, vincendo i primi due set entrambi per 11-9! Una partita entusiasmante, con lunghi scambi agguerriti. Il terzo set è una vera guerra, vinta dal giovane Canton per 14-12. E proprio qua vi è la svolta della partita. Il giovane giocatore dell’Aurora inizia a prendere sempre più fiducia, sfruttando gli errori dell’avversario e mettendo la palla sempre in campo. Il quarto set finisce 11-6 per Canton. La partita si decide anche questa volta al quinto set, come la partita di andata dell’anno scorso. Ritornano alla memoria i fantasmi dove Tex perse al quinto set, e purtroppo la storia si ripete! 11-9 per Canton e 2-2! Ora c’è Alex contro Bordin, che non viene sostituito, probabilmente a causa della vittoria di Canton Giacomo! Nostante non esprima il miglior gioco, la partita va via liscia senza intoppi per il giovane leone 3 set a 0, nettamente superiore all’avversario. Quarta partita, Tex contro Sella Samuel, i due Capitani. Nonostante la superiorità di Tex rispetto ad Alex, nulla può contro il giocatore avversario: dopo un bel primo set 11-9, il secondo e il terzo vengono vinti 11-6 e 11-5 abbastanza facilmente, senza troppo impegno da parte del giocatore di casa. Siamo 3-2 per l’Aurora! Tocca a Giux contro Canton Giacomo. Un match molto bello, adatto al gioco di Giux, con lunghi scambi. I primi due set vengono vinto 13-11 e 11-8 da Canton, nonostante Beppe esprima un bel gioco, ma con qualche errore di troppo: dato dalla poca pazienza nel concludere il punto. Il terzo set viene vinto da Giux 13-11, dopo una lunga battaglia entusiasmante. Ma il maggior cinismo dell’avversario paga e gli fa portare a casa il quarto set, per 11-7 e la partita. Ultima speranza per i leoniani di prolungare la partita! Tex contro Sella Giosuè, entrato al posto di Bordin per cercare di chiudere definitivamente. E ciò avviene! Nonostante Tex si esprima al meglio contro giocatori dal gioco veloce, l’avversario vince 3 set a 0. Peccato per i due set finiti ai vantaggi, sintomo che la partita avrebbe potuto prendere una strada diversa, ma così non è stato. Il buon gioco espresso dal capitano dei leoni non è bastato e il conto finale sono tre sconfitte! Anche la quarta giornata finisce così con un’amara sconfitta, prevedibile. Troppo forti gli avversari, che nonostante tutto hanno lasciato giocare i giovani prolungandola più del dovuto. I Leonix cercano ancora la prima vittoria, che sono certo arriverà prima o poi! Forza Leonix! Non mollare mai!

Il Capitano Tex nel riscaldamento pre-partita

PAGELLE

Tex > 7
Esprime un bel gioco nel complesso, ma perde la partita contro Canton Giacomo, da vincere! Forse è mancata un po’ di cinismo nei momenti chiave.

Alex > 7
Fa il suo dovere contro Bordin, ma non esprime il suo miglior gioco! Poteva fare meglio.

Giux > 7
Anche lui vince una partita, ma tende spesso ad avere poca pazienza nel concludere il punto.

Tabix > 10
Il suo ruolo è fondamentale in quanto mette a disposizione la macchina per raggiungere la palestra: supporta la squadra tutto il tempo.

Uomo partita: la Squadra, unita e compatta in qualsiasi occasione.

COMMENTI

ALEX: “Non ho giocato al meglio, ma nel complesso gli avversari erano troppo superiori a noi per cercare di portare a casa la partita”

GIUX: “Contento per la prima vittoria che è importante e significativa oltre che a livello personale anche per la squadra, maturata insieme anche alla prima vittoria di Alex, quindi doppia soddisfazione. Spirito di sacrificio e di lottare punto su punto ce n’è, ma manca secondo me ancora la testa nel ragionare punto su punto. La strada è quella giusta, meglio però renderla fiorita con qualche top di dritto in più”

,

Campionati

Una terza sconfitta indigesta

21 Ott , 2017  

La terza giornata di campionato, l’ultima prima della sosta, ha portato un altro risultato negativo per i nostri Leoni, che nonostante l’impegno e la grinta, nulla possono contro il TT AURORA 76 “B”. Parte Tabix contro Sella, partita che da subito dimostra la superiorità del nostro giocatore, come prova il risultato finale di 3:0 netto. Il puntino l’avversario lo soffre molto; normale amministrazione per il leoniano. È il momento di Alex contro il numero 1 Miotto che dimostra una ottima abilità con i top di dritto. Il primo set purtroppo vola via 11/5 per l’avversario, ma dal secondo set Alex dimostra spirito di osservazione e con l’aiuto della panchina riesce ad entrare in partita con convinzione e determinazione, purtroppo però anche questo set è perso. Terzo set, Alex non volendo arrendersi così facilmente, sfoggia tutto il suo repertorio e, colpo su colpo, si trova in vantaggio per 9/7, poi però complici un errore di servizio e uno spigolazzo dell’avversario: perde il terzo set per 12/10. Peccato. Scende in campo Tex contro Canton. Primo set di studio, la spunta l’avversario per 11-8. Nel secondo set però il nostro Tex capisce che deve cercare di giocare corto al centro o ad uscire, facendo in questo modo sbagliare più volte Canton, secondo set quindi viene portato a casa dal nostro capitano con astuzia. Terzo set, l’avversario cambia gioco, rovinando i piani al nostro giocatore che porta a casa il parziale per 11/5. Quarto set, la reazione d’orgoglio non basta, 11/8 per Canton con molti rimpianti. Con il risultato di 2:1, è di nuovo il momento di Tabix che contro Miotto, dopo due set poco brillanti, riesce ad accorciare le distanze nel terzo set ai vantaggi. Vana speranza, 3:1. Entra Piovan al posto di Sella, contro Capitan Tex. Partita molto difficile da subito in quanto l’avversario si dimostra più forte e anche più fortunato (4/5 spigoli in due set) e si porta in vantaggio per 2:0. Nel terzo set cambiano le cose, non vedendo più niente da perdere, il Capitano gioca più tranquillo generando una prestazione più efficace, purtroppo però Piovan non cede un millimetro, 11/7 il finale. Si ributta dentro la mischia Alex contro Canton, primi due set molto convincenti, purtroppo però la cinicità nei momenti chiave dell’incontro ancora manca… Sembra la svolta dopo il prorompente risultato di 11/7 nel terzo set per il nostro giovane leoniano, sfortunatamente però, nel momento di difficoltà, Canton da tutto quello che ha in sè stesso e conclude la partita a suo favore. Terza sconfitta indigesta per i Leonix, che nonostante il sostegno di Giux, relegato in panchina, non riescono ad evitare il 5:1 finale.

PAGELLE

TEX > 7,5: 0 punti.
La grinta c’è sempre stata e sempre ci sarà, ha mancato però di determinazione in alcune situazioni.

ALEX > 7,5: 0 punti.
Il gioco espresso è discretamente buono, mette sempre in difficoltà l’avversario: l’inesperienza però non lo aiuta.

TABIX > 8: 1 punto.
Fa quello che deve fare, porta a casa la partita che deve portare a casa, gli altri avversari però non permettono altre gioie.

GIUX > 10: (fuori campo).
Non scende in campo, ma il tifo che porta è tanto.

Uomo partita: Tabix, perché ha tenuto in alto la bandiera con l’unica vittoria!

,

Campionati

Leonix perdono con il TT Vicenza B

8 Ott , 2017  

Anche la seconda giornata di campionato si è conclusa e i Leoni incassano un’altra pesante sconfitta, seppur meno netta. Parte Alex contro Bortolotto che ha un puntino corto sul rovescio. L’avversario vince subito il primo set 11-8, sfruttando la tensione e la poca scioltezza del leone. Il secondo set lo porta a casa il giovane leoniano 11-9 che accende la speranza di poter agguantare la prima vittoria in campionato di D1 e dando l’impressione di riuscire a gestire meglio il puntino corto dell’avversario. Ma il terzo e il quarto set volgono dalla parte di Bortolotto per 11-6 entrambi perché Alex non riesce a imporre né il suo gioco di scambio e neanche le aperture che ormai ha imparato a fare! Entra in campo Giux contro il veteranissimo Ceroni che presenta una gomma antitop sul rovescio. Fin dai primi scambi di riscaldamento Giux fa fatica a colpire la palla come vorrebbe e ad essere in campo e purtroppo in partita la musica non cambia. Il gioco di Ceroni viene patito molto dal giovane leoniano che perde la partita in modo netto 3 set a 0, collezionando 14 punti totali! 2-0 per la squadra di casa. Tex contro Brendolan, il giocatore “storto”, che ti chiedi come fa a fare certi colpi e tenere le palle in campo. Il primo set è combattuttisimo e finisce 12-10 per Brendolan. Il secondo set lo porta a casa il capitano dei Leonix, sfruttando gli errori dell’avversario e mettendo la palla sempre in campo. Purtroppo, però, i due set successivi vengono vinti dal giocatore del Vicenza, in quanto il leone si fossilizza troppo nel palleggio e non nel gioco di apertura e attacco che avrebbe messo in difficoltà l’avversario! Ora c’è Alex contro Ceroni! I primi due set passano abbastanza lisci per il numero uno della squadra avversaria che però perde il terzo set 11-9 grazie ad un Alex paziente e attento che sfrutta ogni punto a sua disposizione, capendo il gioco da attuare. Sfortunatamente l’esperienza paga e Ceroni porta a casa la partita! Siamo 4-0 per il TT Vicenza. Ultima speranza per portare a casa un punto per i Leonix: Tex contro Bortolotto. Dalle prime battute del match si comprende la superiorità del capitano leoniano che non soffre minimamente il puntino corto. Per Tex la partita è quasi un allenamento, infatti si esercita numerose volte in aperture, commettendo anche qualche errore più del dovuto. Ma la vittoria è facile e la partita viene chiusa 11-5, 11-5, 11-7 per i Leonix! Prima vittoria in campionato della squadra Leoniana, firmata dal Capitano, nonché numero 1 della squadra! Parziale: 4-1! È il turno di Giux contro Brendolan. Già dalle prime battute del match si intuisce che il leoniano si è ripreso dopo la prima sofferta partita con il Ceroni. Perde il primo set ai vantaggi 12-10 ed anche nel secondo il giocatore avversario chiude per 11-7 sfruttando i suoi taglioni imprevedibili. Ma qui avviene la svolta: non avendo nulla da perdere Giux cerca di aprire tutto il possibile immaginabile riuscendo a mettere in seria difficoltà un avversario che, rifugiatosi nel palleggio estremo, pensava di aver già chiuso la contesa! Il risultato è 2 set pari! Nel quinto set però la troppa foga del giovane lo porta ad aprire anche in situazioni troppo estreme con il risultato di dare il punto all’avversario che vince con un netto 11-4! Anche la seconda giornata finisce così con un’amara sconfitta per 5:1. Ma il campionato è solo alla seconda giornata e la Leoniana ha margine di miglioramento! Forza Leonix! Non mollate mai!!!

PAGELLE

Tex > 8: 1 punto.
Conquista la prima vittoria per la Leoniana. Mostra segni e gesti di un vero Capitano incitando e dando consigli ai compagni in ogni momento!

Alex > 7 e mezzo: 0 punti.
Sottotono nel primo match, dovuto forse più alla paura di perdere che al desiderio di vincere. Meglio la seconda partita, ma non è bastato!

Giux > 8: 0 punti.
Prima partita non brillante, ma nella seconda ha sfoggiato il meglio di se stesso mettendo in seria difficoltà l’avversario!

Tabix > 10: fuori campo.
L’operazione è andata bene e nonostante tutto è venuto a sostenere la squadra!

Uomo partita: la Squadra, unita e compatta sempre.

COMMENTI

ALEX: “Noto il salto di livello: la D1 è parecchio più impegnativa, ma ci stiamo lavorando e prima e poi ci arriveremo. Per quanto mi riguarda ho giocato non male ma un po’ meno sciolto della prima partita di campionato. Per me è sempre uno stimolo giocare con persone con più esperienza e conto di migliorare molto il mio gioco”
GIUX: “Il 3:2 mi rode un po’, avrei avuto bisogno forse di un time-out al momento giusto nell’ultimo set, dove ho sparato un po’ troppo… Un gioco storto come la partita”

,

Campionati

I Leonix perdono 5 a 0 con il TT9

7 Ott , 2017  

Anche se il risultato risulta pesante i valori in campo ci hanno detto che la formazione leoniana al suo esordio nel campionato regionale di D1 saprà farsi valere nel suo proseguimento!
Parte Tabix contro Zannoni e vince il primo set per 12 a 10. Grande battaglia nel secondo set che finisce ai vantaggi a favore di Zannoni per 13 a 11. Da qui la partita svolta a favore di Zannoni che riesce a controllare il gioco con l’alternanza di palle corte e lunghe e dritti angolati che mettono in difficoltà Il gioco a fondo campo di Tabix: 3 a 1 per Zannoni.
Entra in campo Alex contro Lunardon e a sorpresa rispetto ai pronostici, assistiamo a un incontro dove il giovane Leoniano sa farsi valere al meglio delle sue possibilità mettendo in seria difficoltà il giocatore del Nove. Il primo set finisce di misura a favore di Lunardon. Ma Alex porta a casa il secondo set per 11 a 9 con un sapiente gioco di palle corte e taglioni sul dritto ed evitando il più possibile il temibile rovescio dell’avversario. Dilaga nel terzo set vincendo per 11 a 5 e portandosi sul 2 a 1 in suo favore! Reagisce Lunardon e si porta sul 2 pari. Nel quinto set Alex ribatte colpo su colpo al giocatore del Nove ma sul 8 pari commette l’unico errore della sua partita, condotta in modo impeccabile: sbaglia il servizio! 11 a 8 per Lunardon!
2 a 0 per il Nove.
Tex contro Davide Cocco il super campione del “Più piatto di così non si può” o del “Piatto, piatto e veloce, veloce”! È stato uno schok troppo grande per capitan Tex: lui sta lavorando da anni per liberarsi dal piattume e si ritrova all’improvviso davanti il campione del piatto! Risultato: perde brutalmente per 3 a 0. Pensate anche i taglioni di capitan Tex venivano trasformati in piattoni: è tutto video registrato! Il video verrà attentamente analizzato e creato in capitan Tex il link “Come vincere con il piatto più sfrenato”!!! Quindi appuntamento al ritorno per vedere se il link funzionerà!!!
Ora c’è Tabix contro Lunardon e anche qui non c’è storia perché il gioco dell’attaccante del Nove va a nozze con lo stare a fondo campo del Leoniano! 3 a 0!
Siamo 4 a 0 per il Nove.
Ultima speranza per i Leonix: Tex contro Zannoni. Dalle prime battute della partita si capisce che si gioca alla pari, ma nel primo set sul 9 a 9 Tex sbaglia il servizio e perde 11 a 9! Il piatto di Cocco probabilmente gli ha devastato la mente! Secondo set 11 a 7 per Zannoni. Nel terzo set Capitan Tex ritrova la concentrazione e chiude 11 a 9. Siamo 2 a 1 per Zannoni. Nel quarto set si combatte punto su punto ma alla fine la spunta per 11 a 8 Zannoni il giocatore che flippa di puntinata lunga!
5 a 0 per il Nove.
Ma come direbbe in nostro Stratega “si può perdere una battaglia ma non la guerra”!
Da non dimenticare il nostro Giux che, a sostenuto la squadra, con generosità assiste dalla panchina alla disfatta dei Leonix. Forza Leonix!!

PAGELLE

Alex 9
partita quasi perfetta!

Tabix 8
impegno massimo!

Tex 7
sottotono sul piano della concentrazione!

Giux 10
soffre in silenzio!

Uomo partita Alex il giovane Leoniano punta di diamante

, ,

Campionati

D1: si beve anche lo yogurt

10 Apr , 2016  

Si giocò in quel di Mestre, ore 16,30. Una nebbia, definita dagli Amenduni “spessa come uno yogurt”, non permette una definita valutazione dei nostri atleti. Fonti parlano di una vittoria per i colori leoniani per 5-3. Una birra pre-match in un bar cinese davanti alla stazione di Este e la torta oreo mangiata alle 21,30 al burger king di un autogrill non definito condiscono e chiudono questa triste e uggiosa giornata.

PAGELLINE

Non pervenute ma Amenduni profetizza: “Stanno dominando come calabroni in un alveare, puoi mettere 9 a tutti”.

Quindi: Filippo, Guido, Mark
CALABRONI ===> 9

Trova l'intruso...

Trova l’intruso…

,

Campionati

D1: e l’addobbo continua…

13 Mar , 2016  

Si gioca con maggiore relax ora che la pratica C2 è finalmente archiviata? Manco per sogno, la compagnia dell’addobbo affronta un trasferta che i più fini tecnici non esitano a definire “palustre”, vincendo per un soffio con il punteggio di 5 a 4 contro il TT Vicenza D di Paolo Prando e co. La formazione schierata in campo è composta da: (gli) Amenduni, il sempre rilassatissimo Coach Anderson e Sua Presidenza Munari, con gli ex giovani Mapelli e Bozzetto in panchina appena tornati dall’ennesima partita a quel giuoco fastidioso che non intendo nominare.

PAGELLAME

Ecco il pagellame, ovviamente prolisso come vuole la tradizione.

Andrea “daddy” Munari

Sua Presidenza si presenta agguerrito, si scalda per delle mezz’ore e trova pure il tempo di testare materiali dei compagni. Supera senza problemi Bortolotto, svampando dei tops in salto di tutto rispetto, poi si irrigidisce come un tronco di larice e si inabissa nel classico tunnel del palleggio con Paolo, ignorando gli strategici consigli tecnici dei suoi compagni del tipo “gioca di mortezza” o “tira tutto”. Esce comunque dal tunnel chiamando azzeccati time-out e svirgolando sul finale dei top di rovescio lungolinea che spostano le transenne…e alla fine porta a casa 2 punti fondamentali!

SUA SOLIDITA’, voto 9

Giovanni “me stesso” (gli) Amenduni

Premesso che parlare di se in 3a persona plurale è inquietante, gli Amenduni partono narcotizzando letteralmente il pubblico con una estenuante partita in slow motion con Paolo dall’elevato contenuto di piattezza, che si conclude vittoriosa per 3-2, grazie anche ai preziosi quanto inascoltati consigli della squadra Leoniana di C2, accorsa proprio per vedere l’elettrizzante incontro… Pulita a dovere la tacky, contro Bortolotto la partenza è buona fino a quando qualcuno fa notare che l’avversario usa una puntinata, il che genera un insensato timor mortis che quasi compromette la partita, comunque vinta. Come da copione si sciolgono al terzo incontro, perso 3-1 fra un “non ha niente” ed un “è piattaaaaa”.

SCIOGLIEVOLEZZA, voto 7/8/7/8

Mark “the coach” Anderson

La sua presenza trasmette fiducia e motivazione a tutta la squadra come al solito, tranne che a se stesso! Dopo una tirata ma persa prima partita con Maldari, perde anche la maratona del palleggio con Paolo, a cui secondo stime attendibili è cresciuta di 5 cm la barba durante l’incontro. Battendo il record del tri-Veneto di consumo pro-capite di sigarette in un solo evento sportivo, il coach sul 4-4 è teso quanto basta per non voler giocare l’ultima e decisiva partita, che invece è costretto ad affrontare grazie alla risolutezza ingegneristica del sostituto coach Mapelli. L’Anderson svirgola servizi incomprensibili all’avversario e alla fisica, contro topsa a pioggia e blocca sul tavolo tutto ciò che gli si avvicina, consegnando alla compagnia il punto decisivo, ciack!

RESPONSABILIZZATO, voto 9,99

Mapelli+Bozzetto

Menzione d’onore va fatta al Mapelli per aver obbligato il coach Anderson a giocare l’ultima partita sotto la minaccia del “se entro io perdo apposta!”; nonché al calcistico Bozzetto, che è riuscito a non cadere in letargo durante l’arbitraggio della partita Amenduni-Prando, dimostrando grande attaccamento alla squadra!

Prossima trasferta: HELMUT, voto 9+9

,

Campionati

Superata la palude del palleggio c’è la C2…

28 Feb , 2016  

…ed è tutto Bellossimo!

D1: LEONIANA TT – TT VICENZA “B” Match decisivo per la ditta di demolizioni ormai leader nel settore oltre che nel proprio girone.

Con una vittoria si avrebbe la certezza matematica della promozione in C2. La compagine dell’addobbo approccia l’incontro orfana del numero 1 Guido (in vacanza dalla consorte a Siviglia) e del coach Anderson (in vacanza e basta).

L’assenza di quest’ultimo comporta la prima formazione apparentemente corretta dell’anno, ma che noia… N1 Mapelli, N2, riserva1, riserva2 gli Amenduni e N3 Munari.

Pagellazione “atleti”:

Gli Amenduni Giovanni—>10×3

Banalizza il primo avversario, Brendolan, elargendo tops che superano la barriera del suono e sfoderando il suo nuovo servizio che crea più problemi a lui che agli avversari. Come previsto poi, contro Ceroni, si scioglie come una ricotta al sole, o come l’acciaio nelle fornaci di famiglia, rovinando le retine di chi lo guarda.

LIQUEFATTO

Mapelli Filippo —>10

Sostituisce egregiamente il numero uno fornendo i 3 punti che Guido aveva infilato all’andata e regalando così sicurezza ai compagni. Gioca e si diverte quasi muovendosi nonostante la partita di calcio appena disputata.

SOLIDO (SOPRATTUTTO LE GAMBE)

Munari Andrea —>10

“Voglio giocare con Sergio” è la frase che ci dà la buona notte da qualche mese nel gruppo whatsapp di squadra. E così sia. Parte sotto 2-0 per poi compiere una sontuosa rimonta coronata con una vittoria ai vantaggi dei vantaggi al quinto set. Chiama un time-out, contro l’avversario quasi ottantenne, dopo uno scambio di un quarto d’ora per riprendere fiato. Ok tutto torna.

(La partita con Tretter risulta intenzionalmente non commentata, vietato fare domande)

NON CE LA FACCIO PIÙ

Bozzetto Guido —>10

Trascura la morosa in Erasmus continuando a chiedere i parziali ed incoraggiandoci via whatsapp.

SI FA DI TUTTO PER LA SQUADRA

MARK COACH DEAN ANDERSON DEAN COACH MARK —>10

È lui che ha il duro compito di essere in volo per la Sardegna mentre gli altri disputano il match.

Decolla in d1 ed atterra in c2.

QUALCUNO DOVEVA PUR FARLO

Note:

*I voti sono complessivi dell’intera stagione finora disputata. Ognuno ha dato il suo contributo, con punti, risate e la volvo. Bisogna ammettere che il girone non era dei più difficili, ma comunque la squadra non ha mai mollato nulla ed in particolare Guido e Filippo hanno trovato la continuità che non li aveva mai contraddistinti.
**d’ora in poi, visto l’ampio anticipo nella vittoria del campionato, chi ha giocato meno avrà la possibilità di rifarsi.
*** un plauso a questa SQUADRA.

, ,

Campionati

D1: quel farabutto di Mark

6 Feb , 2016  

“vorrei vincere questa partita 5-0 così da dire che siamo proprio una bella squadra!”. L’accontentiamo questo coach? Ovviamente no. Partita prolissa quella odierna, che si è proposta carica di tensione e scherni vari.

PAGELLISTICA

Pagellisticamente prolisso:

Andrea Munari

Il presidente nonché fondatore del gruppo whatsapp “squadrone avvoltoi 2.0” si presenta carico per giocare, tasta racchette e misura la densità di ogni telaio, ma ahinoi, non conosce la regola del tennistavolo che prevede solo un cambio per partita. Dice bugie per andare ad alcolizzarsi. ETERNAMENTE PINTA ===> 9 bugiardo.

Filippo Mapelli

Partita incredibilmente dura e carica di anidride carbonica nei polmoni, ” sono proprio pieno” e si sente. Volano più fazzoletti che topspin ma nel complesso molto più che buono! Sfodera palleggi e colpi imbananati, ma porta a casa due punti su due, sudando antistaminici. ALLERGICO ALLA SEMPLICITÀ ===> 9/10 per i pioppi.

Amenduni Giovanni

Molto bene oggi i nostri Amenduni plurali che sembrano subire sempre ma sanno sorprendere come ogni servizio di studio aperto, è ancora ricercato da Orio per quel dritto lungo linea in cui gli disgrippato la gomma, viva il nuovo dritto, viva le gomme cinesi. TACKYFLUDEC ===> 8/9.

Guido Bozzetto

In gran forma come sempre, tira fuori due punti fondamentali per la serenità della squadra non mancando della sprezzante gioia e armonia che infonde ad ogni pallina. Si vendica su Bellan dopo un’andata riprovevole. RISATE E PALLONETTI ==>10- perché il pubblico lo acclama.

Coach Mark Dean Anderson

Grande rientro nei campi da gioco per il nostro amico del controllo al tavolo che concede l’unico punto alla squadra avversaria, è solido quanto il Vajont e gioca esattamente come di solito intima a Bozzetto di non giocare. Colletto alto e occhiali con filo da sarto rendono il tutto più eccitante. 9-1 perché lui lo sa.

BENTORNATO NEL MONDO PROLISSO.
Baci e saluti dal vostro pagellaro

#avvoltoi #squadrone #primisoliancora #leoniana #tennistavolo #vicenza

,

Campionati

Solo al ricordo della partita mi viene l’angoscia!

26 Gen , 2016  

“Ragazzi sono tranquillissimo oggi, non ci saranno problemi, vero?” e partì la gufata. Lo scontro di D1 tra il TT Elte Schio e lo “Squadrone avvoltoi” si prospettava un match tranquillo e pacato dopo la prima vittoria di Bozzetto, poco dopo, una cortina di ghiaccio è scesa nel palazzetto di via Marconi. Solo con abili mosse tecnico-archeologiche la nostra compagnia è riuscita a ribellarsi all’ingiustizia e vincere. 5-4 risultato ansiogeno.

IL RITORNO DEL PAGELLAO

Mapelli
Il suo swing di rovescio non è efficace come al solito, ci mette il cuore e un po’ di insufficienza, suoi i due punti decisivi in rimonta. Si confonde evidentemente per un calo di zuccheri ma ritrova la regia del gioco grazie ad una serie di dritti spaziali. ALTALENA ===> 8

Bozzetto
Suoi i tre punti che siglano la poleposition. È concentrato sin da subito, carico e grintoso, non molla una pallina ed è sempre ruggente. Nell’ultimo punto tira un piatto talmente forte che le iene ne faranno un servizio su Italia Uno alle 21.10 di martedì. L’IMPORTANTEÈCREDERCI ===> 9

Amenduni
Convoglia tutto il ghiaccio del palazzetto dentro di sé per agevolare la vittoria dei suoi compagni di squadra. A sprazzi molto bene, a sprazzi ricordava la velocità di un Carlo Curti in epoca d’oro. GUANTOINESTATE ===> 7/8

Anderson
L’unico vero coach di sempre, motivatore sincero, fumatore incallito, cuore d’oro.
RIMORCHIATORE DI CROCERE ===> 9

L’ANGOLO DEGLI AMENDUNI

“chiarisco che il mio voto non è dal 7 all’8, è sette ottavi, ossia, 0,875…”

 

,

Campionati

D1: Vicenza B – Leoniana = 3/5 prolissi?

30 Nov , 2015  

Una squadra prolissa ma compatta, ecco cos’è secondo me questa D1. Un match all’insegna dell’angoscia che ha messo a dura prova la sanità mentale della compagnia dell’addobbo. Detto questo, primi ancora, con un po’ di angoscia, con un po’ di stanchezza, aspettando Prando. Un saluto affettuoso, il pagellaro: ecco a voi il

PAGELLAO ANGOSCIAO

Filippo “Pippo” Mapelli===> 7/8
il nostro fratello cielo sorella luna non si presenta in formissima a causa della troppa birra nel sangue dopo un venerdì sera al “nuovo blu” e non riesce ad essere incisivo come le partite precedenti. Tuttavia non si ammoscia e tira giù due imprecazioni che fanno svenire anche Don Matteo.
VABENEANCHECOSÌ

Giovanni “gli” Amenduni==> 7
Che giornataccia per i tre topper meno famosi del triveneto. Non cavano fuori un punto dal cilindro ma stancano gli avversari sensibilmente (in un’intervista successiva S.C. ha rivelato che la sera stessa all’ospizio non riusciva a fare le sue ormai consone 35 flessioni prima di andare a letto). Parzialmente sbloccato, scrocca un passaggio a Mapelli.
STUDIOSO

Guido “urlo” Bozzetto==> 9 perchédiecinonlodo
Un surplus di concentrazione (quasi) e amabile tennistavolo. Il numero due della compagnia dell’addobbo caccia i tre punti fondamentali che garantiscono la poleposition con 8 punti. Degna di nota la partita contro Dal Santo che sul 3-2 da inizio alla rimonta. Antonella Clerici lo sta ancora cercando per una puntata della “prova del Side”.
FRUTTUOSO

Mark Dean “quello giusto” Anderson==> 9
Il coach si presenta con una macchina che non è la volvo e ciò provoca un sentimento di malinconia nella squadra. Carica la squadra con discorsi sensati e con bestemmie che neanche uno con il fisico da sollevatore di polemiche riuscirebbe a concretizzare. Sempre lui, quello giusto.
FELICITATO E SPIRITATO

Andrea “feeder” Munari==> 8
“sono ingamberato con il lavoro, non so se vengo”: ed eccolo li il giudice arbitro che apporta zuccheri alla squadra, scalda i giocatori (tutti e 5) e massaggia Bozzetto nell’ultimo set per la partita. Quando c’è, si vince.
POKER D’ASSI

,

Campionati

55-44, Ambo!

18 Ott , 2015  

5-4! Non si capisce come abbia fatto la compagnia dell’addobbo ad essere rovesciata come la Cina nei mesi monsonici. Vinto ma con riserve tattiche.

PAGELLATIO

Andrea Munari===>6/top
“oggi gioco con un telaio che non ho mai visto”, così si presenta il nostro addetto marketing Animus. Non vince ma convince, sventaglia dentro e soprattutto fuori e sparisce proprio quando la squadra è in crisi. Mangia un muffin e per poco non ci rimane. OBESITOPS

Filippo 100% Mapelli===>8+
Convince con i suoi crazy pipes e convince un po’ meno con le scelte tattiche. Azzarda ma sblocca gli Amenduni. RISIKO

Amenduni Giovanni===>8-
Prestazione ombrosa come il suo agonismo del sabato. Con un golpe degno dei peggiori messicani dona il punto della vittoria alla squadra. MESSIAH

Bozzetto Guido==> 7/8
2/3 per l’ex numero uno, surclassato da Mapelli in gerarchia, vince con le bombe di rovescio e tutt’ora si chiede come abbiano fatto ad entrare quelle “sisole “. Ricaduta sulla partita che doveva essere decisiva. #NONSOCOME

Anderson Mark Dean===>9 comealsolito
Il nostro Jason Statham coach vive il match comodamente seduto, sul 4-3 per la compagnia il mezzo kg di coca sniffatto la sera prima si fa sentire e inizia a urlare e tirare su con il naso. Da apprezzare ma ammonire il suo comportamento quando attacca rissa peggio di due pitbull maschi in calore che si contendono una femmina , prendendosela con i più piccoli, sempre comodamente seduto. NONINSULTAREIMINORI