Campionati

Leoni alla conquista (sofferta) di Camisano, invero baruffe limitrofe

11 Nov , 2019  

Buona prova dei giovani leoni della D3 Fin che convincono alla prima trasferta e portano a casa due punti fondamentali per la lotta allo scudetto.
Fin dal riscaldamento emergono due cose: le gommacce degli avversari, soprattutto un antitop contro il quale i nostri leoni non hanno esperienza e il terrore degli avversari per Aldo Taibi. Tanto che, nel pre-partita, sono arrivati a scommettere su chi non si scontrasse contro il meno giovane dei leoni! Da portare per la prossima partita: camomilla per il capitano che è già agitato nelle sue partite ma anche in quelle dei suoi compagni ha rischiato l’infarto un paio di volte.

Il servizione tagliatone dello scileppone

E ora vai con la telecronaca della partita, partendo dal primo match e sentendo in sottofondo una tremenda musica estiva a palla:

CAPITAN FRANCESCO VS ANTITOPPARO AUTOSTOPPISTA
Perde non sapendo proprio cosa fare… provava a toppinare e la palla usciva sempre fuori, allora palleggiava e andava alta. Proprio il minimo. Prova a schiacciare e tac. Perso 3 a 1. Chi è che si compra la gomma antitop?

CLAUDIO PPP VS CIANPUNTINO
PPP gioca bene e addirittura apre certe palle, mentre il Cian gioca solo col puntino sempre attaccato al tavolo. Di rilievo la danzetta di Claudio propiziatoria dopo ogni punto tipo scimmietta. Vince 3:1 e commenta con la sua rinomata modestia: “almeno io mi muovo”.

NONNO ALDO CONTRO L’ALTRO (IL TERZO INCOMODO)
L’altro sa giocare bene col puntino ed è l’unico liscio. Aldo fatica e non tira un dritto sia uno. Nell’insieme una buona prestazione di entrambi, per fortuna alla fin fine l’avversario sbaglia un po’ più del nonno che, rischiando, accaparra la vittoria.

SCILEPPONE VERSUS L’ANTITOPPARO MANCINO
Vola alto il maschio alpha del branco con un implacabile 2 a zero: aperture mai viste prima e un potente “rovescione scileppone”. Poi non si sa come si addormenta ed entra nel ciclo del palleggio estremo. Non ascolta i consigli (ma vedi che novità!). Nell’ultimo set si sblocca e perde tirato per 11:9. Peccato. Non è ancora sbocciata la rosa.

CAPTAIN FRANCY VS IL RUMENO SINISTRO
Ecco che entra una riserva: il rumeno serio. Tirava forti parole nel riscaldamento ma poi in partita solo palleggio assoluto. Il capitano vince facile facile 3:0.

ALDPUNTINO VS CIANPUNTINO
Non male alla fin fine pur essendo una rottura di… puntini. Ogni tanto il Cian azzarda un dritto. Si son cacati in brache sul 2 a 1 per il Cian. Poi Aldo cambia gioco ascoltando il consiglio di Francesco: sposta solo sul rovescio dell’avversario che non riesce più ad attaccare e l’esperienza del nonno trionfa. Olè.

Finisce con un bel 4 a 2 per i Leoni Fin che si gasano e credono pure di puntare alla vittoria finale! E le baruffe sul tavolo vicino?

PAGELLE

  • Nonno Aldo: voto 7+, fa soffrire ma poi fa i punti che servono.
  • Claudio Panzerotto Pigro Polemico: voto 7 1/2, gioca bene e gestisce la sua pigrizia col contagocce.
  • Alpha lo scileppone: voto 7-, due set fantastici ma poi non quaglia.
  • Captain F: voto 6, prima giocata male e seconda facile, ottima gestione della squadra.
  • UOMO GIORNATA: Claudio PPP (Claudio polemico non è d’accordo e vorrebbe uomo partita Aldo perché ha fatto due punti).
Claudio contro Ciano che si dimentica di essere l’unico destro della squadra e pensa di avere la racchetta nella mano sinistra

COMMENTI

Easy

CLAUDIO

Bella partita (quella della squadra), ma brutta partita (la mia). Dove sarà la mascotte?

FRANCESCO

Muoviti con quelle gambe caro Alpha, se no per cosa ce le hai a fare? Vittoria sciupata.

ALPHA

Nessun commento, so usare meglio la racchetta della penna.

ALDO

La battutaccia di Claudio, dopo aver visto che due avversari su tre erano mancini dice:
“A me i mancini non piacciono, hanno qualcosa di sinistro…”

PUNTI DEBOLI

Alpha = ascolto degli altri esseri umani
Claudio = piegarsi e usare la gambe (movete)
Francesco = la testa (gestione dello stress: soffro lo stress, io soffro lo stress)
Aldo = usare di più il dritto

LE PERLE DI ALPHA

Palleggia schiacciando

Siamo qui per vincere: non ci facciamo prendere dall’euforia

Alpha è diventato una pesca: è maturato


, ,

Campionati

Jazz da alta classifica

10 Nov , 2019  

Partita difficile e per lo più in assenza, per forza maggiore, del nostro Capitan Maurizio. Tra gli avversari vi è il misterioso e silenzioso Bonollo con un 100% di vittorie che incute timore. La giornata parte con una caduta di Frigo all’ingresso della palestra sollevato dal Conte e dai compagni di squadra… segno premonitore? I nostri professionisti sono ad allenarsi già dalle ore 14.30: Maestro Antonio e l’infaticabile Nicola.

Ecco gli esercizi di riscaldamento sul servizio nel prepartita

La tensione c’è e anche una lunga diatriba su come è meglio fare la formazione: A, B, C, B, C, A, A, C, B. Per fortuna si indovina la combinazione favorevole con l’apporto del Carletto della C2 (a cui vanno i nostri ringraziamenti sentiti). La questione è che il Bonollo ha già due punti in tasca. E così sarà. Né Nicola né Conte riusciranno a strappargli neppure un set… Ma intanto il Maestro Cinese conquista punti. Ma andiamo con ordine.

Il primo incontro vede il giovane attaccante Meneghini contro il Conte. Tutti e due sono impauriti e tesi. Ne nasce una partita bruttina dove per lo più si palleggia o si fa punto di servizio. Se si va allo scambio il ragazzo è molto più veloce, forte e preciso. Insomma gioca. Partito 2 a zero il Conte timoroso e insicuro si fa recuperare male 2 a 2. A bordo campo i compagni: “devi cercare di aprire di più, specie sul suo dritto perché di rovescio ti attacca bene” e contemporaneamente Carlo: “devi stare più calmo e palleggiare”. Per fortuna alla fine il ragazzo si dimostra più impaziente e frettoloso così il Conte vince in qualche modo per 3:2 con molta sofferenza.

Il secondo incontro vede Nicola versus Bonollo. Impassibilmente l’avversario stando lontano dal tavolo, non muovendosi affatto e all’apparenza solo palleggiando quasi piatto: piazza dove vuole, sbaglia mai e spiazza l’avversario con palle all’apparenza “semplici” ma che colgono Nicola in controtempo o spostato o addosso. Niente da fare. Non si capisce bene come fa.

Nicola prova a sedare il Bonollo con un taglione di rovescio

Ora l’ingresso in campo del Maestro contro il Manea che indossa un puntino medio sul rovescio. Forse abbiamo sottovalutato l’avversario che si è fatto più ostico e strappa ai vantaggi il primo set ma poi Antonio capisce come giocare e piazza un 3:1 per i Leoni.

Segue un misterioso Bonollo che neppure suda una goccia per liquidare un Conte inerme. Partita fotocopia di quella con Nicola. Il nulla. Addirittura il primo set Bonollo surclassa l’avversario lasciandolo a 4. Partita da dimenticare. E Bonollo fa i due punti da programma senza scomporsi.

Siamo a 2 pari. Eccoci ad una partita decisiva: Maestro Antonio contro il giovane attaccante da non sottovalutare. L’esperienza non è acqua e Antonio parte in quarta vincendo molto bene i primi due set, attaccando anche lui e si assiste a belli scambi prolungati con top e contro top! Poi la sindrome del Conte lo contagia, si innervosisce un po’ ed eccoci al temuto 2 pari. L’ultimo set Antonio caccia il Carletto che voleva dar consiglio… Tensione nell’aria. Episodio epico il servizio tagliatissimo di Antonio, così tagliato che parte la racchetta insieme alla pallina e alla risposta dell’avversario Antonio attacca di mano con una sberla alla palla… Set ultimo equilibratissimo fino ad un 9:9. Ma il nostro Maestro tocca i tasti giusti per agguantare in extremis un 11:9 che ci porta al 3:2 per i Leoni. Ben fatto caro.

Gioco veloce, gioco rapido: Meneghini vs Tessoni

Ora Nicola, con il suo sguardo imperscrutabile, non trapela emozioni apparenti, ma dovrà scendere in campo per decretare la vittoria o meno della sua Leoniana Jazz. Contro Manea più esperto, più riccio e più puntinato. Ma Manea non sa che Nicola non molla ed ha un’arma vincente: il suo attacco preciso di dritto. Mai sottovalutare un mancino! I set sono combattuti al 7 al 8 al 9 ma Nicola è solido concentrato e non soffre più di tanto il puntino. Conduce tutta la partita giocando molto bene e chiudendo con un ottimo 3:1. Porta in trionfo i Leoni per 4:2 con una partita molto migliore delle aspettative dei compagni. Il Jazz suona ancora sulla vetta più alta.

PAGELLE

  • Maestro ANTONIO: partite disputate 2, punti 2 – voto 8. Gioca bene riscattando la prestazione della precedente partita, è l’unico a fare due punti. Ha solo due set di calo contro il giovane Meneghini.
  • CONTE: partite disputate 2, punti 1 – voto 6 1/2. Perde molto male con Bonollo di cui non capisce quasi nulla. Rischia di perdere con il giovane. Fa il minimo sindacale.
  • NICOLA l’attaccante sinistro: partite disputate 2, punti 1 – voto 8+. Gioca molto bene la partita decisiva con il peso psicologico di decidere le sorti del match.
  • DAVIDE trainer ufficiale: partite disputate 0 – voto 8. Ottimo sparring è lui a riscaldare l’intera sua squadra e a tifare e consigliare a bordo campo. Grazie caro.
  • Capitan MAURIZIO = punti 0?, (fuori servizio).
  • UOMO PARTITA = Nicola.

COMMENTI

Partiamo con un deficit virtuale di 2 punti per la presenza di Bonollo, ma azzecchiamo la formazione giusta per limitare i danni. Andrea vince la prima partita tirata contro un avversario ostico, che per fortuna parte bene ma poi si perde, mentre il Conte cresce. Gli incontri proseguono poi come da programma, qualche brivido ce lo dà Antonio che si rilassa sul finale di una partita praticamente già in tasca, ma con un colpo di reni agguanta il 3-2 per noi. Alla fine sono molto contento della mia ultima partita, in cui gioco più sciolto nonostante l’avversario puntinato: grazie Aldo e Maurizio per gli allenamenti con i puntini!

NICOLA

Leoniana Jazz vince in ritmo sincopato mandando fuori tempo il TT9 Elte. Ottimo match quello condotto dalla Leoniana Jazz a cominciare dalla strategia imbeccata dal Tode e confermata dal Carletto supervisore.
Parte il Conte che in scioltezza si porta sul 2 a 0. Ma il Meneghini non molla e si riporta in parità. A questo punto il Conte sfodera la nobiltà del tocco e porta a casa il primo punto!
Nulla da fare per l’ottimo Nicola contro l’esperto Bonollo che disegna diagonali incrociate senza scampo!
Tex il cinese dopo un primo set di osservazione, perso ai vantaggi e con il diesel ormai caldo, inserisce la sesta marcia e infila i tre set seguenti. 2 a 1 per i Leoni.
Anche il Conte cade nelle geometrie angolate del Bonollo anche se nel secondo e terzo set da prova della sua nobiltà d’azione mettendo in difficoltà il super veterano!
2:2, siamo in parità.
Ma adesso i Leoni fanno partire un ragtime che il TT9 non può dirigere! Tex parte con un ritmo sincopato che lo porta sul 2 a 0. Poi però si ferma ad ascoltare la sua musica addormentandosi e il Meneghini ne approfitta per riagguantarlo. Quinto e decisivo set. Qui Tex mette in campo l’arte della concentrazione cinese e controllando freddamente la situazione (ma neanche troppo) porta a casa il punto del 3 a 2.
A questo punto arriva il capolavoro di Nicola che con l’ostico Manea, dotato di puntino lungo, mette in campo un ritmo di gioco vario ed efficace (da vero jazzista di rango) che lo porta a chiudere per 3 a 1 e a dare la vittoria alla Leoniana Jazz!
Mentre il nostro Spiller batteva con insistenza e da bordo campo un ossessivo ritmo sincopato, Capitan Maurizio, il grande assente, vigilava con il suo spirito sul match profondendo l’anima improvvisativa del Jazz!!!

MAESTRO TEX TESSONI
I tre leoni mostrano le fauci (Davide è fuggito) stanchi, sudati ma… soddisfatti del lauto pasto

RINGRAZIAMENTI

Ringraziamo il nostro riscaldatore personal-trainer Davide Skiller per la pazienza. E naturalmente il Carletto per i preziosissimi consigli (Carletto offri la birra!). Un grazie speciale al nostro nuovissimo Giudice Arbitro Fabio da Sovizzo, al debutto, che porta fortuna: nessuna Leoniana perde oggi in casa! Una chicca: la presenza di Tommy Scalco con l’intera famiglia: compagna e due figliuoli che sicuramente avvicinerà al nostro sport. Un gemellaggio di rappresentati delle C2, D2 e D3 Fin si trovano a pasteggiare a paninazzi nel dopo partita al locale dell’Incredibile Guido. Basta ascoltare il pop, ascoltate il free jazz.

COLONNA SONORA

Paolo Fresu “Dolomiti sky jazz” 2015

, ,

Campionati

Ping pong palustre concentrato

15 Ott , 2019  

Primo concentramento per la D2 Jazz nel magnifico contesto del “Paleste”, immerso in un’atmosfera palustre delle prime e fitte nebbie padane e raggiunto dai nostri prodi, a bordo della comodissima autovettura familiare di Nicola “l’impassibile”.

PRIMO TURNO CONTRO “TT STAR ESTE”

La più facile sulla carta con avversari alle prime armi. Si rivela una squadra materasso, livello passeggiata. La loro formazione è composta da un giovanissimo allegro, un neofita che gioca da sei mesi e un serio signore di esperienza, che non parlava mai: sfoderava improvvisi e inaspettati piattoni di rovescio, ma che era molto nervoso e impulsivo; schiacciare di rovescio era per lui imperativo categorico. I Leoni vincono per 6 a zero, con un solo set perso, poco altro da aggiungere.

Il nostro Nicola alla prima sfida della giornata (…già il tabellone manca dello zero)

Due punti su due agguantati da Nicola, con grande eleganza e con lo spirito giusto. Il tabellone punti era ingestibile: si staccava sistematicamente il numero 4 (dal 3 si passava direttamente al 5), rendendo esilarante e controversa la giocata: cadeva a ogni set e l’arbitro avversario, il serio, sbuffava ma non parlava. Anche le società ricche come l’Este hanno i segnapunti che cadono a pezzi… Intanto il giovanissimo allegro mentre giocava (e perdeva) si ripeteva ossessivamente, come un ritornello, “testa, testa, testaaaa…” (e aveva ragione): purtroppo per lui, mentre giocava era abbandonato a se stesso dal resto della squadra che… se ne andava in giro per il “Paleste”.

Capitan Maurizio di dritto contro Signor Serietà

“Devo essere più rilassato e aumentare le aperture, comandare un po’ di più il gioco. La versione concentramento del campionato non mi dispiace perché si fanno più partite nella stessa giornata”.

NICOLA
Ecco Nicola che carica un toppone che, il neofita, non può che bere

SECONDO TURNO CONTRO “TT MORTISE PADOVA”

Finito il primo turno, un quarto d’ora per ingurgitare un paninetto, condito con abbondante frutta secca, e parte il secondo turno. Prima dell’inizio della partita il Capitano andava a sollecitare gli avversari del Mortise a presentarsi in campo, mentre loro ad occhi chiusi si erano calati in un inamovibile stato di meditazione trascendentale prima del match. Altro approccio…. Altro livello. Gli avversari: il fascetta Antonio, lo Storto e la Claudia, rarità di femminile gentilezza.

Il fascetta costringe il Maestro ad accartocciarsi

Al “Conte Rosso” la sorte assegna per l’ennesima volta, suo malgrado, l’amaro Storto e commenta al Capitano “ma ti avevo detto che non ci volevo giocare contro…(?!)”. Ciononostante si aggiudica un importante 3:2: al quinto set, sul 9 a 9, la squadra chiama un propizio timeout, dopo il quale riesce a controllare psicologicamente l’avversario e combattendo da vero Leone, chiude deciso l’ultimo set con un meritato 11 a 9. Questa sua partita, molto sofferta, risulta la più combattuta della giornata, che porta un importante punto che consente alla squadra di rimanere in gioco per la possibilità di vittoria finale.

La Claudia contro Captain Mix

Il Maestro Antonio è in giornata no, perde purtroppo entrambe le partite, la prima 3:2 contro il fascetta Antonio e la seconda 3:0 contro lo Storto. Soprattutto nella seconda, non riesce a cambiare tipo di gioco in funzione delle risposte con anti-top dell’avversario, come suggeritogli anche a bordo campo dai compagni di squadra. Questo il suo coerente commento a fine gara: “Non ero lucido e non ho gestito bene le partite. La prima un po’ meglio, ma non era assolutamente da perdere; la seconda mancava la concentrazione e l’applicazione della tattica giusta”.

Sfida tra espertoni dominata dal puntino del Capitano Leoniano: ciack

Partita dominante la seconda di Capitan Maurizio contro l’ostico signor fascetta Antonio. Controlla bene e riesce ad annullarlo in un gioco molto tattico e di testa, portando a casa un netto e prezioso 3:0.

Una foto mossa omaggio a “Scoordinator” (ex-leoniano del 1995), ad intenditor…

Non c’è speranza per la riserva femminile degli avversari, la Claudia che comunque, se lasciata giocare, mostrava buona tecnica e sprazzi di bel gioco. Contro il Capitano il suo allenatore gli suggeriva “non forzare il gioco, gioca delicata, delicata……“, ma i tagli e il puntino del Capitano non sono facilmente digeribili dagli inesperti. Con il Conte parte convinta, mentre lui gioca cavallerescamente in difesa, mandando di là piacevoli e delicate palline all’avversaria. Così mentre il Conte inizia perdendo 5:1 con la ragazza al primo set, il Maestro Cinese gli intima: “deso, o te sughi o ti strappo i co***oni“. Alché il Conte Rosso si ravvede, e diventando più rude e brutale, vince la partita senza nulla cedere al fascino del femminile.

La tenzone finisce 4:2 per i Leoni del Jazz vicentino (aiutati anche dal fatto che il loro terzo titolare, anche se abbordabile dai Leoni, dopo il primo turno se n’era andato a casa dai suoi due piccoli gemellini di un mese).

PAGELLINE (complessive dei 2 turni di Concentramento):

L’impassibile NICOLA: partite disputate 2, punti 2 – voto 8. Gioca bene e vince tutte le partite. Rimane concentrato e con la grinta giusta…… Ottimo rientro Leone!

Il Maestro ANTONIO: partite disputate 3, punti 1 – voto 5. Perde di poco una partita alla sua portata e si innervosisce, poi non riesce più a dare il massimo. Sintesi della giornata: “Dritto di Antonio non pervenuto”.

Il CONTE Rosso: partite disputate 4, punti 4 – voto 7-. Rientro in campionato dopo un anno e mezzo sabatico, più bagordi matrimonio il giorno precedente (questa era stata la scusa anticipata preventivamente durante il viaggio di andata, in caso di eventuale sconfitta): insicuro dice umilmente lui…. ma mica tanto dice il Capitano!

MAURIZIO Capitan Coraggio: partite disputate 3, punti 3 – voto 8. Gioca bene e amministra bene le sue energie. E’ a trazione diesel: parte piano poi recupera ed entra in partita giocando di testa e di tattica. Commento a fine giornata: “Sono contento per la squadra perché con concentrazione abbiamo portato a casa 4 punti, giocando tutti almeno due partite, divertendoci e riuscendo a portarci in testa alla classifica: la prossima sfida contro l’ELTE di Schio si presenta decisamente più impegnativa, ma ci prepareremo al nostro meglio, con determinazione”.

Ridendo e scherzando godiamoci il temporaneo (e alquanto ballerino) primo posto in classifica.

COLONNA SONORA

Ray Charles “Mississippi Mud” 1982

Il “Paleste” si conferma tra i nomi più brutti ed ingannevoli dei siti in cui andare in trasferta, ma indubbiamente tra i posti più belli dove poter pongare in Veneto…… Prima il Ping Pong!

Il Capitano (per par condicio) chiede di inserire: il bengentile “Conte Rosso” in agguato contro “Signor Serietà”

, ,

Campionati

Leoniana B salda in seconda posizione, sul materassone

23 Apr , 2018  

Leoniana B scende in un campo disagiato dal riflesso, dalla mancanza di transenne, dal materassone tenuto su con la corda dell’auto dello Stratega, l’assenza di un tavolino (col segna-punti in braccio), pure col tavolo invertito.

Leonetto c’è sempre

Partita con l’ultima in classifica che fila molto facile, la più facile del campionato. Apprezzabile la formazione avversaria che fa giocare due giovanissimi. Poco altro da dire, direi. Anche noi, con la mancanza improvvista del Capitan Maurizio a casa con il maldischiena e il risotto all’amarone, mettiamo in luce i giovani: Davide n°1 meritato e Ricky n°2.

Davide sfrutta il riflesso tra la finestra e il materasso per asfaltare l’avversario

La partita inizia e finisce senza storia. Leoniani 5:0 come da previsione, con soli due set concessi in totale, le briciole.

Ricky si fa in quattro

Ci vediamo all’ultima di campionato: buona frutta secca (con uvetta).

PAGELLETTE

Davide Skiller > voto 8: punti 2
Poco da dire: roccioso. Una certezza: non ha perso nemmeno un set.
#controller

Ricky Vicentino > voto 7: punti 1
Ancora un po’ altalenante, chiude la partita 3:2. Comunque una bella palestra per lui.
#destroyer

Conte Baldo > voto 6+: punti 2
Ordinaria amministrazione. Sarebbe stato volentieri a casa sul divano.
#derozer

Uomo partita: il Talismano (con maglia gialla)

COMMENTI

CAPITAN MAURIZIO: “Grandi ragazzi, non avevo dubbi. I nostri giovani, più che una promessa, stanno diventando una certezza. Lo spirito di gruppo, e il coinvolgimento, può fare la differenza a volte…”
DAVIDE: “Mi sono limitato a controllare accelerando nei momenti decisivi. Per la prima volta in stagione non ho perso nemmeno un set per tutta la giornata”
RICKY: “Vittoria più facile del previsto, mi spiace di aver concesso quei due set perché potevo chiuderla prima ma l’importante era vincere e ce l’abbiamo fatta”
CONTE: “Mi raccomando mangiare solo cose rosse: rape, fragole, cigliegie, pomodori, cipolle rosse, anguria…”
LEONETTO: “No comment”

Ecco i nostri quattro eroi sudaticci (si nota il riflesso sopra il materassone)

, ,

Campionati

Ed è C1!

21 Apr , 2018  

La Leoniana è promossa in C1 con la vittoriona di oggi!

Sofferta, combattuta e prelibata. Un applauso ai nostri “Silence” della ex-C2:

1 Carletto il Campione Sociale;

2 Jack l’Avvocato che non perdona;

3 Giorgino il silente col sorriso;

4 Il Talismano.

I Silenti (nella formazione a quattro)

E l’altra nostra C2 Avvoltoia è matematicamente salva… sudori. E ora: silenzio. Shhh.

, , ,

Campionati

La Filippiade 2018 con puntino

11 Mar , 2018  

Incontro di ritorno tra Leoniana e Este, al Palaeste: nel loro splendido palazzetto. La giornata scorre veloce fino al 3 a 0 Leoniano. A questo punto il Capitano cede il posto al giovane Riccardo che entra tra le file. Poi un po’ di relax e inesperienza dei giovani, portano l’Este ad una lunghezza di distanza: siamo 3 a 2. Il rientrante Filippo, inattivo da circa due anni, in sostituzione del Conte febbricitante, aumenta il distacco sugli avversari riportando i leoni sul 4 a 2. A questo punto un giovanissimo Ricky dopo una combattuttissima partita chiude con un 3 a 2 sull’ostico Busacca, il match finisce sul 5 a 2 per i Leoni.

Davide che scalda il dritto sulle punte

PAGELLINE

Filippo > voto 8: punti 2
Con 2 punti fatti al suo rientro in campionato è decisivo per la partita. Ha provato prevalentemente la sua nuova puntinata corta, risparmiando il suo arrotante top di dritto agli avversari.

Davide > voto 7: punti 1
Rompe il ghiaccio con Capellua senior vincendo con un facile 3 a 1. Paga un po’ l’inesperienza con Busacca e dopo una partita comunque molto combattuta ed equilibrata, esce sconfitto agli spareggi.

Maurizio > voto 7,5: punti 1
Da buon capitano fa il minimo indispensabile per far sì che la giornata scorra via liscia vincendo la sua unica partita con un facile 3 a 0. Risparmia le energie per il Monday night fight club.

Ricky > voto 7,5: punti 1
Entra in campo contratto e non riesce ad aprire il suo gioco, soccombe alla prima partita contro un avversario che pure era rimasto intimorito dal suo dritto sfoderato in qualche occasione… Recupera alla grande nell’ultimo match, che chiude la sfida.

Uomo partita: senza dubbio il rientro del Filippo.

Riccardo sta per preparare il suo colpo segreto…

COMMENTI

RICKY: “Arrabbiato per la prima partita che ho perso veramente male e potevo fare molto meglio. Soddisfatto invece di aver vinto la gara decisiva al tie-break e più in generale della vittoria della squadra”.
DAVIDE: “Dopo la prima vittoria sono arrivato a fatica alla pausa pranzo, ci è voluta la padellata di gnocchi con vongole e crema al pistacchio per rissollevarmi. Felice che, delle 6 partite in contemporanea nel palazzetto, sia stata proprio la nostra ad essere affiancata a quella di serie B”.
MAURIZIO: “Contento per aver fatto giocare tutta la squadra e per aver dato la possibilità ad ognuno di vincere almeno un match… La mancanza del Conte “fuori servizio” e di leonetto si è fatta sentire”.
CONTE: “Partita del rientro di Filippo che ci fa un favorone! E poi la fortuna ha voluto che non ci fosse l’altro Capellua, quello più forte. Sono contento soprattutto del punto di Riccardo”.

Filippo rientrato (con la maglietta sbagliata e la racchetta anche)

BONUS

Ecco il gustoso piatto di cibarie che gli eroi si concedono nel dopopartita

, ,

Campionati

Dall’oscurità del Monte Rosso: Leoniana B fa ciack

25 Feb , 2018  

Per strade di campagna a traffico limitato seguendo il percorso sconnesso del navigatore si parte in cerca dell’asilo nido del Monte Rosso, frazione misteriosa di Abano. Ecco la palestrina carina apparte per l’illuminazione. Una strana penombra attorno ai 150 lux avvolge tutto ed ognuno che entra in palestra schiaccia l’interruttore facendo si che la luce si spenga e riaccenda lentamente. Quindi riscaldamento al semibuio. Oggi la Leoniana B, orfana del Gino, allo scontro con la terza in classifica. Purtroppo Davide in settimana praticando uno sport a noi ignoto, si è stirato la coscia destra… speriam ben. C’è un giocatore avversario che non conosciamo: il Capitano opta per la formazione solida. n° 1 Capitano, n°2 Conte, n°3 Davide e Ricky in riserva. Partita importante per vedere se la squadra regge o è fragile.

Il Capitano pronto a ferire di dritto

Parte Davide con la prima contro il più forte della squadra avversaria, molto esperto e colpitore di rovescio dal puntino corto. Davide gioca bene da subito e capisce come affrontare il puntino ma perde. Non importa, si capisce che è in giornata. Entra il Capitano che mette in chiaro con un tranquillo tre a zero la superiorità sull’avversario sconosciuto, che si dimostra rigido e non molto esperto nel rovescio. Conte contro lo slavo nervosetto fatica moltissimo a prendere i suoi temuti servizi (al limite della regolarità…), anche nel proseguo dei set, non riesce a fare il suo gioco, indietreggia e vince di misura. Segue il momento dei due capitani: entrambi puntinati. Partita nervosa: sempre lì lì ma Maurizio non riesce mai a entrare del tutto in partita e perde. Peccato. Siamo pari e la giornata si preannuncia dura. Ma ecco lo scontro che dà la svolta: Davide contro Melnic.

Scontro biblico: Davide contro Golia!

Il Capitano e il Conte pensano che sarà molto difficile per Davide vincere visto l’inesperienza nel ricevere servizi così tagliati, vari ed insidiosi. Invece Davide parte subito concentrato, competitivo e soffrendo molto meno i servizi del Conte. Partita spettacolare con schiacciatone e recuperi dal fondo. Tesissima e sempre sul filo del rasoio. Si va sul 2:2 con differenze di 1 o 2 punti a set, ma poi il set finale, decisivo, parte male: 7 a 1 per lo slavo. Time out. Ed ecco l’incredibile recupero di Davide concentratissimo e spronato dal tifo di Ricky. Si arriva al 7 pari e poi va a vincere tra gli applausi dei compagni 11:9. Grandissima partita! Alla fine si contano 51 punti a 51, Davide ha dato il meglio proprio nei punti che facevano la differenza. Dopo questa il morale degli avversari cala, Conte e Maurizio finiscono la pratica con due tre a zero. Leoniana B salda in seconda posizione con questa combattuta vittoria 5:2.

PAGELLINE

Davide > voto 8,5: punti 1
Cosa dire: la rivelazione di questo anno per le nostre D2! Il primo anno, anzi i primi mesi, che gioca e macina risultati su risultati con gente che gioca da anni. Sempre massimo impegno ma soprattutto grande testa nel non sprecare, nel mantenere lucidità e calma. Nel saper ascoltare i consigli del Capitano. Ottima prestazione, non c’è altro da aggiungere. Spirito di sacrificio nel giocare anche con il male, sopportando il dolore. Basta complimenti che poi si monta la testa…
#Dolore&Testa!

Capitan Maurizio > voto 7: punti 2
Si scalda bene ed è determinato. In campo fa il suo ma non gioca al massimo, è un po’ stanco ed attaccare sempre gli costa molta energia. Perde una partita per lui alla portata perchè si lascia innervosire dai magheggi degli avversari. Ad ogni modo neutralizza del tutto il temuto slavo con un tre a zero, annullando tutti i suoi servizi.
#MacchinaOffertaggio&Sicurezze

Conte > voto 7-: punti 2
Tutto l’anno poco convinto, poco motivato, poco allenato. Però, il livello basso degli avversari e la vecchiaia, ci mettono lo zampino per portare a casa due partite comunque importanti. Serve anche il mestiere. Per dire: con l’avversario più debole vince il primo set 11 a 1 e il secondo rischia seriamente di perderlo e lo vince di un soffio 11:9.
#EsperienzaUltraventennale

Ricky > voto 9
Oggi Riccardo fa il sostenitore e la cheerleader della squadra. Invasato nel tifo della partita decisiva di Davide, tanto che i giocatori del tavolo a fianco si girano a guardarlo. Non si sa perchè si rifiuta solo di fare a Davide un massaggio inguinale per alleviare il suo dolore…
#TifoDaStadio

Uomo partita: Davide, Davidee, Davideee!

COMMENTI

DAVIDE: “Partita più tosta di quello che dice il risultato. La vittoria al quinto set rimontando da 7 a 1 con due recuperi spettacolosi valeva da sola il prezzo del biglietto”.
RICKY: “Grande vittoria e super Davide!”.
CONTE: “Siamo una vera squadra leoniana simpatica. Non vince il singolo, ma la squadra. La sportività prima di tutto”.
LEONETTO: “Mi guardano tutti ovunque vado. Ricky mi ha fatto assaggiare la cioccolata 70% fondente… blhà”

L’ostessa gha schicià: all’abbeveraggio (di cedrate) offerto dal Capitano soddisfatto della squadra

BONUS

Per l’occasione svelati i segreti della preparazione della vestizione del Conte

, , ,

Campionati

Leoniana B a risi e bisi

18 Feb , 2018  

Dopo un turno di riposo: prima partita del girone D2 di ritorno per la Leoniana B del Capitan Maurizio. Si va in scioltezza visto il risultato propizio dell’andata. In una palestra luminosa ma rissosa per via delle cinque squadre tutte e cinque in casa! Campo centrale infame, sta volta senza la ventola del riscaldamento.

Davide, con gran concentrazione, doma il capitano avversario (che si è messo una antitop)

La partita va rapida sul tre a zero per noi, poi un piccolo cedimento dei nostri due giovani, dovuto a limitata esperienza di campionato e partite ufficiali. Ci pensa Capitan Maurizio a chiude le danze confermando il risultato dell’andata. Un 5:2 per i Leoni, partita archiviata.

Capitano in gran forma, merito anche degli allenamenti con Michele

Il Toniolo stavolta lancia solo uno dei suoi urli belluini quando Maurizio gli becca una retina e il punto dopo uno spigolazzo micidiale.

PAGELLINE

Capitan Maurizio > voto 8: punti 3
Oggi è in giornata. Gioca bene tutte le partite e soprattutto attacca spesso con ottimi colpi di dritto. Non c’è storia per nessuno dei tre avversari. L’allenamento con Michele sta dando i suoi frutti! Grande Capitano, trascina la squadra alla vittoria.
#attaccoDidritto

Davide > voto 7-: punti 1
La prima partita con quello che sulla carta è l’avversario più difficile del trio la vince di controllo e di testa: bene. La seconda, che sembrava la più facile, la perde perchè non riesce a variare il suo gioco e l’avversario si rivela più determinato nello scambio veloce. Manca ancora un po’ di esperienza, soprattutto sulle battute tagliate e il palleggio con taglioni, taacc.
#pochiTaglioni

Riccardo > voto 6: punti 0
Si capiva dall’inizio che non aveva molta voglia di giocare. Entra in campo titubante e ci mette due set interi per entrare in partita. Un po’ troppi… E’ fermo sulle gambe come pochi. Il terzo set finalmente se lo gioca, ma perde di poco 11:9. Peccato. Riccardo lo sa che deve fare molte partite ufficiali per imparare a gestire lo stress della partita. Dai, giocare.
#GambaDilegno

Conte > voto 6+: punti 1
Anche il Conte non ha voglia di giocare, tanto che propone di rimanere in panchina. Ma il Capitano gli fa fare la prima partita. Vince giocando così così perché l’avversario è rigido e soffre i toppetti molli pseudo-side. Appena può si defila, facendo entrare al posto suo Ricky. Quattro in mate ed ora faccio i conti, apro un conto e divento un Conte.
#Svogliato

Uomo partita: Capitan Maurizio, senza dubbio.

COMMENTI

LEONETTO: “Mi avete lasciato a casa. Tutto solo, la tristezza”
RICKY: “Devo ancora migliorare sotto tanti aspetti, sono soddisfatto per la vittoria di squadra”
CAPITAN MAURIZIO: “Grande Gianni, quando il ping pong diventa… poesia”
DAVIDE: “Maurizio e Conte tolgono le castagne da fuoco rimediando ai peccati di gioventù miei e di Riccardo”
CONTE: “In verità speravo di non giocare e far giocare come primo e secondo i nostri giovani, visto che era una delle partite più facili. Giovani un po’ acerbi: hanno bisogno di esperienza in parite che contano. Comunque, anche se non riesco più ad allenarmi, è andata…”

SUPER OSPITE: Gianni mano fatata! sostituisce un Tode sciancato

, ,

Campionati

Tavolo infame, successo assicurato

18 Dic , 2017  

Scontro con il sovraffollamento in palestra questa ultima di andata: cinque squadre su cinque in casa. Transenne di qua, panchette di là, gente che si riscalda dappertutto. Vista la densità a noi è capitata la postazione peggiore: male illuminata, con riflesso, senza le sedie laterali, senza il tavolino con i punti tra le gambe e con la ventola in cima al tavolo che abbiamo dovuto spegnere per non avere la pallina che volava a casaccio. Condizioni al tavolo quindi bruttine: ma peggiori per gli avversari…

Ricky in action, vai di sventaglio

Gli estensi del TT Genius si sono dimostrati di tre livelli di giuoco: uno con il puntino che giocava solo di rovescio, un ragazzo bravo con un buon dritto ma quasi senza rovescio ed un esperto difensore dal fondo come oggigiorno se ne trovano pochi. L’esperto è l’unico che ci ha messo in difficoltà per la sua calma, costanza e la capacità di tenere in campo sempre. Per il resto poche emozioni e la vittoria in tasca ai leoni con un 5:2. Il girone di andata è andato. Facilezza.

Così veloce che si sdoppia di dritti: Davide la rivelazione!

PAGELLINE

Davide > voto 7+: punti 1
Gioca con calma e testa come ci ha abituato bene. Vince la prima delicata partita rompendo il ghiaccio e la seconda contro il più forte avversario si avvicina molto, ma poi cede solo perché fatica ancora a leggere i servizi avversari. Sempre determinato e concentrato: revelation.
# l’uomocoicalli

Ricky > voto 7-: punti 0
Una sola partita contro il più forte, gioca fluido e bene dal secondo set in poi. Manca solo di determinazione nei momenti decisivi, specie gli ultimi punti del set. Un po’ di testa ed esperienza in più per chiudere il match. Giocare, giocare partite ufficiali.
#fluidoedemotivo

Gino > voto 7/8: punti 1
Entra, colpisce ed esce vittorioso. Fa il suo. Concentrato e non lascia spago al giovane avversario asfaltandolo. Quando entra con suo top rotante il punto è assicurato.
#nemaproblema

Conte > voto 7+: punti 3
Quando è numero uno soffre la pressione dei tre punti. Con le varie incombenze: tipo aggiustare i numeri del segnapunti con lo scoch e poi cercare di compilare il referto (sbagliando che poi mi telefona Tode), non fa in tempo a scaldarsi. La prima passa bene, la seconda perde un set, la terza due rischiando seriamente di perdere con un difensore classicissimo. Tira forte rigido e fuori. Però ormai ha la vecchiaia dalla sua. Altro che l’85% di Michele…
#underpressuredaydaydemmhmdadadababa

Leonino si riposa tra una partita e l’altra

Leonino > voto 8: punti 0
Per la prima volta Leonino in braccio a sua Presidenza Munari…
#comodoso

Uomo partita: Davide in particolare per la prima partita che si è rivelata fondamentale.

Gino col pizzetto: entra, carica, ferisce e va via

COMMENTI

RICCARDO: “Girone d’andata chiuso nel migliore dei modi! Contento ma non troppo delle mie prestazioni”.
GINO: “Visto il match medio difficile, parto riserva alla fine per non correre rischi sostituisco Riccardo per fare il punto della sicurezza. Davide ottima prestazione anche questa volta, nonostante il problemino al ginocchio non si sbilancia mai, controlla le partite e porta a casa la vittoria. Riccardo manca ancora un po’ la convinzione e la mobilità nelle gambe, anche se non riesce a portare a casa il punto ha fatto una buona partita. Un po’ più di convinzione in te stesso ed arriverai in alto! Andrea lo stemma della Leoniana, che porta avanti lo spirito sportivo che tutti dovrebbero avere”.
LEONINO: “Ringrazio il Conte che mi ha introdotto in questo mondo della pallina salvandomi dal mondo del discount”.
CAPITAN MAURIZIO: “Grandissimi. Bentornato Gino. Ci vediamo tutti lunedì”.
CONTE: “Sul dieci a sei per me, ho fatto una mia bomba a caso e piegandomi mi abraso i peli del ginocchio: naturalmente è andata fuori”.

Ecco i nostri cinque eroi: leonibus

, ,

Campionati

Ormai è fatta: siamo in C1

17 Dic , 2017  

Commento al girone di andata della Leoniana Be Silence”.

Punto.

Presidenza apprezza e lancia il Leonetto mascotte

PAGELLE

Giorgio > voto 9/10
Oggi Giorgio mangia l’arancia e una ciopa de pan in panchina, e poi gioca. Grazie ai suoi ritardi ci riempie di concentrazione nonché ampie motivazioni nervose per affrontare con giusta grinta e riserva di dovute bestemmie l’incontro. Ha fatto i cinque punti decisivi dell’andata.
#ILFOLLETTODOVELOMETTO

Jack > voto 5/6
L’unica sconfitta dell’andata è dovuta al suo imbriaco festino a Mestre: a pallate. Finché non vado da Stecco a farmi sistemare la testa non riuscirò più a giocare ai miei livelli anche perché l’ultima volta c’era suo figlio che continua a tornare dall’America indi ho avuto un periodo di grossa confusione mentale. E spiego il perché: è l’unica persona al mondo che torna senza mai andare.
#SEMICIOPPINONVALE

Carletto > voto 6/7
Ordinato e nervoso dovremmo cambiare le transenne per i buchi che ha creato grazie alle sue scoordinatissime mazzate tribali, non per niente ogni volta che colpisce con la “rossa” in Cina muore un bambino comunista.
#NONDIREMAZZATASENONE’TRIBALE

Giorgio: l’ultimo ad arrivare e l’ultimo ad andare via

COMMENTI

ALDO: “Hanno avuto un culo bestiale: i xe come l’Inter del campionato di calcio de quest’ano”.
TONI: “Severi ma giusti”.
CONTE: “Ho ottenuto da Jack questa recensione con l’inganno davanti agli gnocchi di patata americana con zucchero e cannella. Riempito una paginetta del quadernino rosso”.
ICIO non pervenuto.

, ,

Campionati

E Davide gioca solo da tre mesi

3 Dic , 2017  

Partita facile sulla carta anche questa con il padovano Sarmeola C. Una sola temibilissima avversaria, la Eleonora, non pervenuta perché in B2! Con un Sergio che non ha dormito e non gioca da 23 anni e deve andare dalla moglie il prima possibile. La fortuna è dalla nostra, sia nelle quantità industriali di retine: chiuso un set su retina! Che nella formazione audace: giovani Leoni contro riserve del Sarmeola. Formazione del tutto inedita: n°1 Davide; n°2 Riccardo; n°3 Conte. Partita che parte così così con un Riccardo con pervenuto che rimarrà per 5 set poco convinto… Davide, galvanizzato dalle provocazioni avversarie, sfodera un tombale 3:0 e si rivela una scelta azzeccatissima come primo uomo. Il Conte fa da supporto anziano: torcicollo, auto, frutta secca e paninazzo con patata post-partita. Ed ecco sbucare un 5:2, liscio liscio, per i Leoni.

Ecco i due nostri giovani leoni al frenetico riscaldamento (di drittoni)

PAGELLINE

Riccardo > S.V.: punti 0
Niente: non entra in partita. Forse dopo 5° set? Poi nulla.
#NONPERVENUTO

Davide > 8,5: punti 3 su 3!
Pur giocando da tre mesi, con una racchetta mai usata prima, alzando ancora poco la pallina: trionfa su tutta la piazza. Accusato dagli avversari di giocare da 7 anni in un’altra società (segreta)… prestazione di qualità. Soffre solo sull’ultima partita al 2 a 2 per calo fisico. Non ce n’è per nessuno.
#SKILLER!

Conte > voto 7: punti 2
Avversari più che abbordabili, ordinaria amministrazione. Con il ragazzo dimentica purtroppo di lasciare il punto della bandiera.
#QuelloDa5000Punti

Mascotte > voto 10: punti 0
Molto apprezzata e invidiata (gli avversari non c’è l’hanno). La prossima volta richiesto il peluche di Papa Leone XIII.
#PAPALEONE

Uomo partita: Davide Skiller! tre su tre.

Davide al primo punto salmistra il giovine irrigidito e inesperto avversario

Riccardo, piegato come una aragosta, si appresta titubante alla sua battaglia…

COMMENTI

DAVIDE: “Le provocazioni mi gasano, vincere così è una goduria”.
RICCARDO: “Ma devo dire qualcosa? Parla qua. Ahhhhh”.
CONTE: “Io devo fare il commento lungo mezz’ora come al solito: dovevamo in qualche modo ripartire dopo il bruttissimo colpo della settimana scorsa… Mi ha fatto molto piacere questo esperimento di squadra “per i giovani” soprattutto l’exploit di Davide. Poi ci sono ancora i problemi psicologici di Riccardo: un esercizio per saper reggere lo stress. Soffro lo stress, io soffro lo stress, suono in una boyband”.
CAPITAN MAURIZIO (da Torino): “Le nuove leve… bravissimi ragazzi!”.
MASCOTTE: “Riccardo mi coccola, mi coccola tutto”.

Formazione a quattro: Skiller!, NonPervenuto, Mascotte, Conte sparviero.

, , ,

Campionati

Aikido-Pong

18 Nov , 2017  

La quarta di campionato, per la Leoniana D2B, ma la terza partita svolta. Oggi orfana del Capitan Maurizio in vacanza sulle nevi di Cortina, sfodera una nuova formazione sfavillante: il Gino, il Conte e il Davide, più il Riccardo in riserva ma pronto ad entrare alla bisogna. Sulla carta partita facile contro l’Estense TT La Perla Evolution che sfodera un solo avversario temibile: il Capellua. Ma la carta è la carta… e il tavolo la dura legge…

Misteriosa bevanda dai poteri di ragno (blocco di gomma assicurato)

Lo scontro si riduce in tranquillità, ad una passeggiata con 5:1 per i Leoni, ed abbiamo giocato tutti e quattro. La fortuna dalla nostra ha voluto che il loro miglior uomo, ex-D1, giungesse allo scontro infortunato dal giovedì e per motivi lavorativi, non ci fossero riserve (il loro altro giocatore più valido rimane a casuccia). Intanto un’altra vittoria messa in saccoccia (che fa sempre comodo fare musina). Rendiamo felice il Capitano.

Davide che presto s’appresta ad asfaltare l’avversario

Gino e il suo servizio assassino (rima facile)

Ricky sventaglia così veloce che la foto si sfoca! (nello sfondo i nostri amici dell’altra D2 A)

PAGELLONE

Gino > voto 7,5: punti 2
Il nostro numero 1 la prima partita spara un po’ fuori sbracciando e la seconda domina incontrastato di topponi volanti e battute tagliate alla fiorentina. Tenta tanto tutta la partita di fare il suo nuovo colpo, variante del “pozzetto” del Carletto, ribattezzata “lo spalatore”, ma senza riuscirci. Manca ancora un po’ di costanza e testa ma tutto sommato nel sorteggio gli va piuttosto bene e tosta gli avversari: tac.
#LO SPALATORE

Davide > voto 7+: punti 1
Sappiamo tutti come rompere il ghiaccio in amore e in pingpong non è facile… Eppure con un avversario molto più esperto, apre le danze e cede solo il primo set, dove prende le misure per la pietra tombale. Coglie il malcapitato in contropiede con blocchi inaspettati e mette in tasca un favorevolissimo 3:1. Scappa prima della foto ricordo…
#IL FUGGITIVO

Conte > voto 7-: punti 2
L’apirante spadaccino traballa nella prima partita: indietreggia troppo e subisce i servizietti ostici del Matteo, rischiando seriamente di capitolare. Ma poi: per un punto Matteo perse la spatola. La seconda partita, per fortuna, fila oliosa.
#LA PARABOLA DEL GRAZIATO

Riccardo > voto 7+: punti 0
Ottimo primo set e buono il secondo, poi così così quando il nemico si fa sempre più sentire a suon di top arrotanti e rovescioni schiaffo. Ha dato il massimo giocando con il più forte degli avversari che all’inizio spara al piattello, poi comincia a prendere il tavolo (imitando le gesta del nostro Gino). Riceve i complimenti del Capellua a fine partita.
#PERSISTE LO SVENTAGLIATORE E AGGIUNGE IL BLOCCO

Uomo partita: l’incredibile Guido nel ruolo di consigliere

Special guest: morosa di Gino che non lo massaggia, non gli asciuga il sudore dalla fronte, non gli porge l’acqua e se ne va a metà partita.

Post-partita: Tode, Aldo, Mark e Conte alla MANGIATOIA (senza Giek)

Appetitosi nutrienti e ricchi di fibre: utili per far vincere le partite (ma anche per andare di corpo con regolarità)

COMMENTI

CAPITAN MAURIZIO: “Grandissimi! Non avevo dubbi”
RICKY: “Grande vittoria! Contento per il risultato, ma un po’ dispiaciuto perché potevo fare ancora un pochino meglio”
CONTE: “Ping-Pong-Morihei-Ueshiba: anche questa è fatta (per la felicità di Piero). Riccardo non sapeva chi fosse il Presidente Europeo della Leoniana ed ho dovuto fargli il corso di recupero… Grazie Guido che mi hai fatto vincere la partita. Carichi a palla”
DAVIDE: “Complimenti a tutti, io ho perso il tram ah”
GIAN PIETRO VENTURA: “La squadra c’è”

E Davide dov’è? Vallo a chiamare. Su. (+ pubblicità occulta)

, ,