Campionati

Persi sul finale

9 Dic , 2017  

Testa, testa!!!

Sabato 2 dicembre si è svolta la sesta giornata di andata del girone D2/C in cui si sono battuti la LEONIANA A contro il CORNEDO nella sede tombale di Cornedo. La formazione è composta da Nenad, Giovanni e Claudio, in panchina Capitan Abel. Lo scontro contro una squadra forte come il Cornedo aveva fatto presagire una sconfitta bruciante per la Leoniana, ma in realtà è stata molto combattuta fino al 3 pari, dopodichè tutto crollò. La Leoniana perde 5-3, con l’amaro in bocca per la mancata determinazione sul finale partita.

Immaginina tratta dal filmatino dello scontro

PAGELLE

Nenad: voto 6,5 > punti 1
Parte bene contro il più debole del Cornedo, Peretto, vincendo 3-1. Dimostra molta sicurezza nei colpi sia di dritto che di rovescio. Poche volte lo si è visto così sicuro e calmo in partita. Contro Tomba, il pezzo da novanta del Cornedo, fa fatica a entrare in gioco subito e solo sul terzo set riesce a mettere in difficoltà l’avversario perdendo ai vantaggi 16-14. L’ultima partita invece si rivela essere un disastro: l’avversario è una ragazzo giovane, non particolarmente forte, che tira poche volte e che si dimostra essere un buon bloccatore. Insomma la partita sembra essere molto combattuta, il primo set infatti Nenad perde ai vantaggi 12-10. Ma poi dal secondo set il lato oscuro di Nenad ha il sopravvento e sbaglia tutto; servizi colpi palleggi e tutto ciò gli ha prodotto un incazzatura che lo ha solo fatto giocare ancora più male. Insomma perde 3-0 molto male.
#angryman

Claudio: voto 6,5 > punti 0
Anche Claudio parte bene contro il rovescissimo Tomba, anche se persistono ancora errori di posizione e di dritto. Dopo due set persi, riesce ad aggiudicarsi il terzo set, ma alla fine perde 3-1. La seconda partita si rivelerà un disastro contro il giovane Bergamin, poiché neanche per mezzo secondo riesce a capire cosa sta succedendo in campo, cercando di compensare questo deficit a bombe a caso… peccato questo calo di concentrazione.
#pièlento

Giovanni: voto 8 > punti 2
Parte molto aggressivo contro il toso, non perde tempo a tempesta l’avversario con fulmini e saette che costringe la contro parte a giocare solo sulla difensiva. Vince Giò facile 3-1. Gioca poi contro Peretto, vincendo facile per 3-1. L’ultima partita contro il Tomba si dimostra essere molto combattuta. Il primo set non capisce niente e subisce il gioco dell’avversario. Dal secondo set cambia strategia e incalza l’avversario con piattoni sul dritto e facendolo muovere molto con tiri angolati. Sul 2-1, 10-8 per Tomba è scappata una retina su un palleggio aggiudicandosi così la vittoria del match.
#uomodacciaio

Uomo partita: Giovanni uomo di acciaio strategico.

COMMENTI

NENAD: “Un’altra partita persa non per mancanza di qualità: ma per poca esperienza, pazienza e continuità”.
GIOVANNI S.: “Una partita persa per mancanza di costanza e cattiveria agonistica. Dispiace aver visto sprecare alcune partite. Bisogna ancora migliorare nella testa e nella tattica del gioco”.
CLAUDIO: “Bella la mia prima partita con il Tomba. Ho giocato con impegno e ho cercato di creare un mio gioco pur perdendo 3-1. La seconda partita con il ragazzino non sono mai entrato in partita, anche perché ero freddo e soffrivo il suo gioco. Bisogna imparare a spaziare di più e manca l’esperienza”.
ABEL: “Claudio e Nenad sono partiti molto bene ma poi tutto è degenerato. Mancava concentrazione. Giovanni è stato quello che ha mantenuto un buon livello di gioco costante per tutte le partite”.

,



I commenti sono chiusi.