Campionati

Due volte responsabile

7 Dic , 2016  

Sabato 3 dicembre, sesta giornata di campionato D2 girone C, la Leoniana C dei giovani e dello Stratega (assente per oscuri motivi, forse allo scopo di non abbassare  la propria percentuale) affronta la seconda in classica T.T.9 “A”. Partita sulla carta molto difficile, ma i nostri si dimostrano molto combattivi, purtroppo però, sul più bello, Beppe perde per 3-2 una delle partite decisive condannando la propria squadra alla sconfitta finale per 5-4.

Beppe affronta il temuto Zonta, l’uomo da abbattere

VOTINI

Beppe > voto 7: punti 2.
Gioca discretamente tutti e 3 i match disputati, ma non riesce a dare quel qualcosa in più che un numero 1 dovrebbe dare per cercare di far vincere il proprio team. Sempre combattivo, ma questa volta non basta, a causa anche di troppa poca concentrazione.
MASSARILASSA’

Linpeng > voto 7,5: punti 2.
A detta di qualcuno il nostro atleta deficita del fatto che non riesce a cambiare tattica durante lo svolgersi dei suoi match. Gli va bene con due avversari, ma contro Zonta questa mancanza si nota e perde, non però sfigurando, contro quest’ultimo. Forse se avesse tenuto più top in campo di dritto sarebbe andata diversamente?
SEMPRESERENO

Abel > voto 6-: punti 0.
Titolare ancora una volta, nonostante non riesca a portare a casa nemmeno una partita, gioca bene soprattutto nella prima partita. Finito il suo primo incontro, i successivi non sono all’altezza forse anche per la molta pressione a cui è sottoposto. Tutto sommato il salto di qualità potrebbe essere dietro l’angolo, dipende da lui.
L’ABBIOCCODELSABATO

Cap. Stratega > voto n.c.: punti 0.
ASSENZASTRATEGICA?

Uomo partita: poteva essere Beppe, poteva….

Ecco lo staff di eccezione: Carletto e il Tode a dar supporto

P.S. Al termine dell’incontro costretti a sgobbare per montare i tavoli dello stage giovanile. Linpeng riesce a svignarsela.

COMMENTI

ABEL il novizio: “Avevo iniziato bene, poi il buio più totale”.
BEPPE vice Capitano: “Un’altra sconfitta sulla coscienza”.
LINPENG il fuggitivo: “Non posso montare i tavoli, ho una cena a cui sono già in ritardo”.

Abel alle prese con il temuto Zonta che gli toppa a giro



I commenti sono chiusi.