Allenatori, Notizie

Aggiornamenti allenatori

24 Mag , 2017  

Nel contesto del nuovo corso F.I.TE.T. del nord Italia per tecnici base di tennistavolo Giorgio e Conte della Leoniana partecipano alle 9 giornate di formazione che si svolgono a Verona al Palazzetto Masprone. Iniziate il 19 maggio e finiranno il 9 luglio. Le lezioni teorico-pratiche saranno tenute dai Maestri Ragazzo e Saltarello. Speriamo che questa sia una buona occasione per imparare e migliorarsi. Intanto tanti cesti per tutti…

Interno del Palatennistavolo Masprone di Verona

Notizie, Tornei

Torna l’impero del Carletto

20 Mag , 2017  

Notizie dal

TORNEO SOCIALE LEONIANO 2017

Leoni a.s. 2016/2017

E’ ufficiale oramai: torna l’impero del Carletto! Anche se i bookmakers avevano dato al primo posto il Presidente e al secondo il Carletto, Carletto ha fermato la furia di Munari con un 3:1. Jack mantiene l’aurea di maledizione sociale perdendo con una Presidenza in fase zeng-positiva che lo addobba con uno spietato 3:0. Mentre Carletto elimina per un soffio al quinto set, con una retina spigolo all’11:9, Tode (che ha da ridire su retine e spigoli di Sua Maestà il Leone Carlo). E la corona leoniana torna nell’armadio casalingo di SorCarlé.

Ecco a voi la prestigiosa corona, rossa, leoniana!

Comunque sia abbiamo avuto quest’anno la partecipazione di 33 atleti per il singolo e 12 per il doppio giallo (un po’ snobbato a dire il vero per un fuggi-fuggi-generale).

Rara testimonianza del doppio prestigioso Re Carletto con Renato contro Beppe e Flavio, arbitra il futuro campione di doppio Luca

CLASSIFICA FINALE

Tabellone finale Torneo Sociale 2017

Per gli annali facciamo presente che con questa vittoria Simonetti eguaglia gli altri due ex-Campioni sociali con due titoli all’attivo: Michele e Tode. Inoltre non accontentandosi, Ser Carletto, con il Leoniano (a metà) Luca Girardi, agguantano il torneo di doppio e un succulento salame (sempre a carico di Tode).

L’IMPERO DEL CARLETTO COLPISCE ANCORA!

Il Campione Ser Carlè con la corona indosso e il suo fido scudiero e braccio destro: Tode, colti durante una pausa dalla libagione

Dopo il Torneo Sociale i nostri eroi si sono recati a casa della sorella di Gioacchino (senza Gioacchino) per scroccare una mangiata degna di questo nome. Durante la cena i presenti sono stati allietati dal discorso strappalacrime (in sedici capitoli) per i vent’anni del Conte: cronometrato di 42 minuti consecutivi, con un ringraziamento per i circa 200 Leoniani lontani e vicini susseguitesi in società nell’arco di questi anni.

Tavolata social con la Special Guest di Piero l’allenatore storico dei Leoni.

All’anno prossimo leoni.

COMMENTI SOCIALI

RE CARLETTO IL TOSCANO: “Retine e spigoli sempre ampiamente meritati”.
NENAD: “E’ stato il mio primo torneo sociale, la prima partita ho giocato contro il migliore (Carletto) mi è piaciuto il punteggio handicap 4 che in qualche modo ha equilibrato le partite, forse per questo ho vinto un set contro il Campione e uno l’ho perso 13-11: una bella soddisfazione”.
LUCA NEO-PADOVANO: “Io per il risultato clamoroso posso solo dire: no comment con insaccato”.
ABEL: “Esperienza positiva. Sfida combattutissima con Luca per il secondo posto nel girone…”.
SAMUELE: “Primo torneo sociale anche per me. Ovviamente ho poca esperienza, ma comunque interessante”.
JACK AMAREGGIATO: “Probabilmente ultimo torneo sociale per me. La delusione è stata troppo cocente per la mia esperienza. In particolare vedere Carletto rivincere mi ha fatto ritornare le ulcere che avevo tanto faticosamente abbandonato. Penso che il tennistavolo sociale debba ripartire con umiltà da queste tristi, ma seppur doverose, considerazioni”.
CONTE: “Speravo nella vittoria del Presidente in stato di grazia. Per quanto mi riguarda uno dei peggiori risultati di sempre”.

, ,

Campionati

Finisce in gloria la D3

7 Mag , 2017  

Domenica 07/05/2017 si è svolta, per la prima volta nella nostra palestra all’interno dell’amato Patronato Leone XIII, l’ultima giornata, la quarta, dei concentramenti del Campionato Regionale FITET promozionale giovanile di D3. Vedeva le nostre due squadre di leoncini quasi al completo (mancava solo Francesco per motivi religiosi). Ecco quello che è successo.

Si entra in palestra all’alba

FORMAZIONI

Leoniana A in formazione aggressiva e Leoniana B in gran completo.

Leoniana A

Capitan Riccardo
Damiano
Enrico

Leoniana B

Capitan Jacopo
Andrea
Marco
Renato

Doppio con: mossa plastica del Capitano e posa, in piè come i cavaj, del Damiano

CRONACA

Dalle 8.30 alle 9.00 si montano tavoli e transenne e alle 9.00 il via. La Leoniana A è tra le favorite partendo prima a parimerito e gioca il girone delle prime cinque. La Leoniana B si batte nel girone delle ultime 5 per evitare di arrivare ultima… Con un turno di pausa ciascuna si disputeranno 4 partite (compresa una amichevole). La giornata parte in salita per la Leoniana A che vince con difficoltà più partite 3:2 e mostra un Capitano altalenante e un Enrico svogliato ma è sorretta dall’istrionico Damiano. Forse un po’ troppo sbilanciata sui punti determinanti di Damiano. La Leoniana B parte bene con una vittoria per poi arenarsi un po’ nell’inesperienza generale… tirata di peso dal Capitan Jacopo che è comunque il più determinato del gruppo. Peccato che la Leoniana B, pesa il poco allenamento, non è riuscita a fare significativi passi avanti rispetto alla precedente partita. Dopo una pizza millenaria si ritorna semidormienti in palestra per la seconda parte e si finisce quasi alle 18.00 con le premiazioni con una medaglia per tutti e la foto di gruppo.

Leoncini B integerrimi si tengono in allenamento anche tra una partita e l’altra: enjoy

RISULTATI

Leoniana A = prima classificata!
Leoniana B = ottava su 10.

Anche quest’anno la Leoniana si conferma la più forte squadra giovanile, eh eh!

Clima di svaccamento totale per la Leoniana A (della deboscia)

PAGELLE

Riccardo: voto 6,5
Cinico, ma non troppo, tanta agitazione e poca concretezza… Palleggi eseguiti male, servizi poco ragionati. Diciamo che per sua stessa ammissione non è facile giocare con i più scarsi e anche tenere a bada l’agitazione.
#Altalenante&Ridanciano

Enrico: voto 6
Palleggia all’infinito, i rovesci non li apre (ne ha fatti due…) e i piattoni non entrano. Tutto fuorché in giornata, sufficienza solo per il fatto che si porta a casa alcuni match pesanti. Enrico: l’anno prossimo sei salvo dalla D3!
#Ghiro(non c’ho voglia)

Damiano: voto 7
Si impegna stavolta? Diciamo di si, quel che basta, gioca da in piedi. Ma le partite in cui non è costretto a vincere, le perde per troppa sufficienza. Comunque i punti più pesanti li fa lui e il suo agonismo lo sorregge anche sotto pressione. Inneggia al suo amicone Simone.
#TuttiVoglionoUnFenomeno:FrateFammiFareIlFenomeno!

Jacopo: voto 7
Pur uscente da una malattia: non manca e combatte alla testa della squadra! Il più grintoso e attaccante dei quattro. Si difende bene ma perde qualche partita alla sua portata. Il più presente dei Leoncini B e il migliore della sua squadra.
#CapitanCoraggioso

Marco: voto 6,5
Poco allenato rimane determinato e con tanta voglia di giocare. Fa il suo gioco anche se a volte impreciso. Ben si inserisce nella squadra.
#GiocoPocoMaGioco!

Andrea: voto 6
Sempre gentlemen ha seri problemi a fare i servizi: tutti alti e vie di mezzo subendo spesso l’attacco dell’avversario. Persiste un problema di eccessiva delicatezza nel tocco palla. Andrea sei ancora troppo buono!
#Carezzevole

Renato: voto 6+
Indiscussa mascotte simpatia: il più coccolato. Sembra provenire da un altro pianeta con il suo stile particolare, la sua voce, i suoi sguardi e le sue movenze dinoccolate. Renato, similmente ad Andrea, è gentile ma poco determinato: serve un pizzico di autostima.
#Stylist

La classica foto con Beppe che fa i giochini col cellulare invece di seguire il gioco dei compagni…

RINGRAZIAMENTI

Giovani Leoncini e Beppe+Alex della D2 per il supporto tattico (manca la foto di Alex con le braghette scandalo di Damiano).

COMMENTI

CONTE: “La Leoniana A non mi è piaciuta granché, ha faticato contro avversari abbordabilissimi e l’ho vista già in clima di vacanza e svaccamento. La Leoniana B, forse perchè avevo riposto grandi speranze, mi è sembrata un po’ ferma… Sarà per l’anno prossimo”
BEPPE: (sulla Leoniana A) “In generale molto sconcentrati, fallosi e in piedi. Vengono salvati semplicemente dall’esperienza”
CAPITAN JACOPO: “E’ stato molto bello. Sono disposto ad affilarmi le unghie ma non staserà però…”

Ecco al muro il gruppo leoncini al completo con allenatori e aiutanti. Habemus Leonis Magni.

, ,

Campionati

Dancing on the dots

1 Mag , 2017  

Trasferta tesissima per la Leoniana C2 costretta ai play-out dopo il lancinante tunnel 4-0 -> 4-5 subito qualche settimana prima, le cui cause sono ancora oggetto di prolisse quanto inutili discussioni fra il Tode e il sig. Carlè. La partita viene giocata a Mortise, quartiere del padovano dalla ubicazione ignota ai più, in un macabro e gelido palazzetto il cui progettista risulta tutt’ora ricercato a piede libero da tutti gli ordini degli architetti per vilipendio al buon gusto. I leoniani arrivano al pala-play-out grazie ad un’organizzazione impeccabile: 4+1 giocanti, 2 auto (fra cui il mitico Passat del Carletto, vero e proprio magnete per la Fitet), 2 colazioni e 3 punti diversi di ritrovo. La formazione è al completo: Carlx, Todx, Mapex, Box, più gli Amendunix, che non si alzavano alle 7.36 di domenica, peraltro senza motivo, dal 1992. Dopo diverse ore di ansie e patemi, i Leoni hanno la meglio sul TT Spin Club, con un goloso 5:3 che permette loro di rimanere placidamente spiaggiati in C2!!!

L’arma segreta di Tode

PAGELLAME SALVIFICO

Guido “volley-player” Bozzetto: voto 8,39 -> 1 punto /
Il funambolico Bozzetto da vero ex giovane emana ancora sentori di Cabernet dalla sera precedente, che cerca di assorbire ingerendo diversi croissant. E’ chiamato per primo a vedersela contro Pop ed i suoi potenti abbracci di dritto: vince un set easy giocando sciolto e non curante in modalità “bella zio”, poi soccombe dinanzi al variopinto mix di servizi dell’avversario ed al suo misterioso idioma. Nel secondo incontro non si lascia intimidire dai baffetti di teutonica memoria di Rodigari e regala sprazzi di bel gioco, purtroppo alternati da colpi “ad minchiam”, con svariate risposte tutte rigorosamente in rete; infine ritrova alcuni dei suoi migliori svampi di rovescio e side di dritto da talentuoso mancino, sfrutta un momento di caos dell’avversario e rimonta chiudendo sul 3-2. Meritevole il suo sagace umorismo che tiene svegli gli Amenduni in panchina con aneddoti su amiche cinofile e chitarristi avversi al sapone.
GENIO (..forse..) E SREGOLATEZZA

Francesco “the counselor” Todescato: voto 8,99 -> 1 punto |
Il Tode si presenta all’incontro vestito tutto di rosso-Conte, con un bancale di snack bio-eco-vegan energetici saporiti quanto il truciolato di uno scaffale Ikea. Nel pre-partita snocciola con Pop perle di pura filosofia pongistica del calibro di “si vince in 3 non in 1”, “durante una partita non si sa mai” e, per finire, entra in un loop di botta e riposta a suon di “eh, noi non ci meritiamo di restare in C2”. Sul campo parte con una grande prestazione contro Lunardon: con servizi alza e schiaccia, blocchetti spinti di rovescio e i classici tops rapidi a “braccetto”, chiude la pratica 3-0. Altra faccenda le due seguenti partite: con Pop e Rodigari fatica a gestire i servizi avversari e pian pianino si irrigidisce, nonostante l’uso industriale di Bengay, il cui letale odore ustiona le mucose nasali dei presenti. In entrambe le partite non sfrutta diversi match points e finisce per farsi rimontare perdendo al 5°, ignorando i suoi stessi consigli e riuscendo al contempo ad elargirne di nuovi ai compagni in panchina. Il suo resta comunque un punto provvidenziale, ma per citare un Tode nella nebbia di qualche anno fa:
DI SOLITO GIOCO MEGLIO

Carlo “untreated” Simonetti: voto 9,99^9 -> 3 punti !
E’ lui l’uomo partita, il Mario Draghi dei play out, il pettinatore di tutti i puntini: il Sior Carlè. Il Capitano, reduce da una settimana di ferie dalla pausa pranzo passate a caccia di cinghiali ed altri mammiferi non meglio identificati, appare quasi rilassato all’arrivo nel grigiodromo, ma ben presto inizia a mostrare un misto di tensione e carica agonistica che sembrano mandarlo in pressione come un boiler. Entra in ogni partita semi-cosciente, ma aggressivo, spinge le famigerate “mazzate tribali” al momento giusto, ammorta i servizi altrui come se niente fosse e si permette anche il lusso di far entrare in campo sia i celeberrimi tops in modalità “nonno vigile” sia i temibili side denominati “abbracci senili”. Passa agile Rodigari e Lunardon, visibilmente felice come quando ha la possibilità di negare il mutuo a una giovane coppia, ma il meglio lo sfoggia con Pop, contro il quale ribatte sicuro ogni servizio piatto-lungo “prevedibile” (#WemissBarbaPaPaolo) e addirittura blocca in anticipo di dritto al tavolo, lasciando basito persino l’elegante arbitro federale. E dulcis in fundo, sbotta urlando frasi malevoli nella lingua di Mordor contro chi si permette, dopo aver perso, di mettere in dubbio la legalità della sua performante puntinata….
THE LION IN THE BANK

Filippo “beer pong” Mapelli: solido, voto 8-> 0 punti.
Non gioca… ma sticazzi: offre la colazione, scorrazza i compagni in auto con la guida automatica, mette stazioni radio a caso e si unisce anch’egli al cabaret di commenti irriverenti prodotti dalla panchina leonide per tenere alto il morale.
LESS FITET, MORE SPIN

Supporter Leoniani: voto 9++
Calorosa e cospicua la presenza di tifosi leoniani accorsi per l’evento: una delegazione degli Avvoltoi®, fra cui spicca la presenza del motivante coach Anderson, arrivato a partita inoltrata depistato da false informazioni che davano Mortise fra Venezia e Padova; lo stratega Gioakkino, con tanto di prole scatenata a carico; il dinamico Beppe, dubbioso sulla sua futura formazione di D2 (che per altro sarà decisa da un delegato tecnico esterno… blabla), ma contento di fronte ad un panino alto quanto uno sgabello.
TEAM BUILDING

Ristorante yankee-trash: voto five (or less)!
Pareti ricoperte di suppellettili marcatamente tamarri e al limite dello shock cromatico, birra amara come fiele spacciata per dolce, condimenti dalla digeribilità discutibile…
#PROSSIMAVOLTAPIZZA

Uomo partita: Egregio Sior Dottor Vice-Direttor Carlo Simonetti detto anche SorCarlé.

Ecco Carletto mutazione monster nel dopo partita…

Citazione bancaria dal film “Wall Street” di Oliver Stone (1987) “Tutto in guerra si basa sull’inganno: se il tuo nemico è superiore eludilo, se è irato irritalo, se è di pari forza lotta, altrimenti sparisci e riconsidera”.  Tale strategia è altresì conosciuta nel mondo pongistico come “Teorema della Finzione” (edizioni Avvoltoie®, 2017) ed è tutt’oggi applicata con successo dai più fini utilizzatori del puntino.

COMMENTI

TODE: “Ottima giornata per noi e specie per Carletto”
GIANNI: “Bravi ragassi!!! Non avevo dubbi”
ALDO: “Grande Carletto, la mia fiducia è stata premiata”
PRESIDENT: “Fortissimi. Carletto for President! Ettore per festeggiare ha vomitato catarro per la terza volta”
GIGI: “Bravi carpetta come sempre nei momenti decisivi ce”
PRESIDENTE EUROPEO: “Immensi da tutto il Benelux. Leoniamooooo”
TEX: “Superlativi. Vota Carletto!”
JACK: “Super C2, affan*ulo l’orsetto di m…”
GLI AMENDUNI: “E’ piatta”
CONTE: “Carletto Uber Alles. E’ fatta: ora monetizzare vendendo la C2 e comprando braciole”
BEPPE: “Rissa verbale finale: Carletto scatenato”

, , ,

Tornei

Coppa d’Eros

1 Mag , 2017  

Ed ecco il primo affondo del nostro spadaccino Eros. Eros, che insieme ad Abel, sono i nostri nuovi atleti più infaticabili dell’anno sportivo 2016/17. Ecco che Eros alza la coppa in quel del prestigioso torneo di Senigallia!

COMMENTI

EROS: “3º classificato sia nel torneo a squadre e sia nel torneo di doppio della categoria ‘Almeno sappiamo tenere in mano la racchetta’ qui a Sinigallia… l’eterno terzo ahah. Grande soddisfazione peró e bellissimo weekend! Bravissimi anche Aldo e Paolo che, anche se non hanno raggiunto piazzamenti importanti nella categoria superiore, hanno giocato più che splendidamente!”
TEX: “Grandissimo Eros! Ecco l’inizio di un luminoso futuro pongistico”
CONTE: “Eros, io in vent’anni non ho vinto niente e tu in uno hai vinto una coppa…”
PRESIDENZA + DAVIDINO + ABEL + NENAD: “Bravo Eros!”

 

Notizie

Fine anno Leoniano!

25 Apr , 2017  

Leonaiana torneo sociale: Risultato e reazioni!

NEWS:

MURIALDINA

  • DOMENICA 21 MAGGIO Don Tony, il nostro Direttore Spirituale, ci chiede disponibilità dalle ore 10.00 alle 13.00 per messa e festa di Murialdo con sport aperti. Graditi volontari… Accorrere numerosi!!!

TORNEO SOCIALE E CENA 2017

  • SABATO 20 MAGGIO dalle ore 14.00 si svolgerà il Torneo Sociale Leoniana 2017 con a seguire ore 20.30 Cena Sociale. Si ricorda che la corona è vacante per la prematura dipartita di Michele. Tenersi liberi (p.s. non andare in Toscana…). Ricordiamo che è bene dare conferma per entrambi gli eventi e specialmente per la cena dato che si deve prenotare per tempo!

N.B.: Sarebbe gradito aiuto per trovare il posto della cena, se qualcuno vuole aiutarci può fare preventivi di locali con budget massimo 25 euri/cranio. Grazie leoni!

Pranzo vegan

, , ,

Campionati

Silenzio di tomba

16 Apr , 2017  

Sabato 8 aprile si è disputata a casa Leoniana l’ultima giornata di ritorno del campionato D2/C che ha visto sfidarsi la “LEONIANA C” contro il “TT CORNEDO”. Anche questa volta la formazione è costituita dai più “anziani” della squadra: il capitano, Claudio e Abel. Insieme alla Leoniana C ci sono gli Avvoltoi®, i quali incoraggeranno e dispenseranno consigli utili alla squadra durante tutta la partita. Il primo a scendere in campo è Claudio contro Dal Lago, avversario non particolarmente ostico e quindi a portata di Claudio. I primi 2 set finiscono ai vantaggi 12-10 in favore dell’avversario poiché proprio nel momento decisivo Claudio perde concentrazione e fa errori molto banali. Nel terzo e nel quarto set Claudio riesce a tirare fuori quella giusta cattiveria che gli permette di dominare l’avversario. Nel quinto set si ritorna ai vantaggi. 11-10 per dal Lago. Battuta di Claudio. Cilecca! Peccato Claudio per un soffio perde 3-2, ma comunque ha dimostrato di valere molto. Prossimi due sfidanti sono Abel contro Tomba. L’assetto del Tomba è il classico puntino sul dritto e liscio sul rovescio. Grazie ai molti errori di Tomba, Abel perde solo 11-9. Durante la pausa il buon Amenduni consiglia ad Abel di fare servizi più laterali possibile o molto veloci e lunghi addosso all’avversario. Purtroppo limitato dall’esperienza, Abel non riesce pienamente a rispettare i consigli di Amenduni, e il secondo set si conclude 11-8. Il terzo set si rivela essere l’ultimo, ogni palla che Abel consegna a Tomba ritorna senza pietà a velocità prossime a quella della luce e il set si conclude 11-4. E’ il turno del Capitano contro Businaro. Nel primo set il gioco di Businaro è molto semplice quanto letale per Giovanni, infatti subito i servizi col puntino e quelli diretti lunghi in pancia sembrano difficili da rispondere per cui perde 11-9. Nel secondo set sembra aver ritrovato la strada giusta; riesce a spiattellare molto e con successo e vince 12-10. I successivi due set sembrano essere la copia del primo e la sfida si conclude 3-1 per Businaro. Claudio ritorna in campo questa volta contro Tomba. Non gioca male Claudio, anzi riesce inizialmente a metterlo in difficolta con i servizi e esegue buoni tiri con il rovescio, ma l’esperienza di Tomba ha la meglio su tutto e il match si conclude 3-0. Siamo 4-0 per il Cornedo, la prossima partita risulta essere decisiva per l’incontro, a scendere in campo sarà il Capitano contro Dal Lago e le possibilità di vincere ci sono. Il primo set si conclude a favore di Gioacchino, infatti dimostra di saper aprire i palleggi dell’avversario e di insistere sul suo punto debole, il rovescio. Il secondo set Giovanni perde di cattiveria e palleggia con troppa insistenza, facendo così il gioco dell’avversario. Perso il secondo set, i successivi due si rivelano essere un successo ritrovando finalmente il Capitano che non abbiamo visto da molto tempo. Primo punto per la Leoniana! Quinto match vede Abel contro Businaro. Il match si rivela essere una discesa verso gli inferi, a cominciare con i servizi con il puntino che Abel butta irrimediabilmente in rete, non capendo che basta accompagnare dolcemente la palla. Molti tiri sbagliati, troppa voglia di strafare mentre l’avversario si limitava a buttare di là la palla. Insomma in un silenzio tombale la partita si conclude 3-0 e il Cornedo si aggiudica la vittoria per 5:1. Altissimo lo sconforto della squadra che sa che poteva fare di meglio…

PAGELLA

Claudio > voto 10: punti 0.
Non gioca per niente mal,e ma nei momenti decisivi non ha saputo essere incisivo fino in fondo.
#theapprentice

Capitano > voto 10: punti 1.
Finalmente fa il punto della squadra. Ancora si trova in difficoltà quando gli arrivano i tiri sul rovescio.
#megliotardichemai

Abel > voto 10: punti 0.
Servizi poco efficaci e troppa voglia di strafare quando in realtà il gioco è molto più tranquillo.
#semprelì

Uomo partita: il Capitano!

COMMENTI

CAPITAN STRATEGA: “Ultima di campionato voto 10 a tutti”.
ABEL: “Contro Tomba ho perso ma me la sono giocata abbastanza i primi due set. Contro Businaro buio totale”.
CLAUDIO: “La mia, anche se ho perso, è stata una partita entusiasmante 3-2 con ben tre set persi ai vantaggi. Pollo! Inoltre sul 11-10 del quinto set vado a sbagliare la battuta! Doppio pollo! Ciò che mi manca è l’esperienza nelle risposte alle battute e i top di dritto. Sul rovescio mi sento più sicuro. Il grande appoggio, il tifo e i consigli dei leoniani presenti sono stati utilissimi: potevo vincere!”
CONTE: “Mi dispiace solo che nell’ultima parte del campionato il contributo delle due giovani promesse, Beppe e Linpeng, sia diminuito…”.

,

Notizie

PingPong Pasqualizio

13 Apr , 2017  

Rompete le uova e non magnate agnellini come disse il Berluska. Leoni: ci vediamo giovedì 20 Aprile di ritorno dalle vacanze. Fate pace.

Il tipico torneo a pasquetta…

 

Campionati

Leoniana B batte la prima in classifica!

11 Apr , 2017  

Sabato 8 marzo si è disputata la settima e ultima giornata di ritorno del campionato D2/B, che ha visto sfidarsi la Leoniana B contro la capolista e matematicamente promossa in D1 Aurora 76 B, nella palestra di Camisano. Dopo la pesante sconfitta subita all’andata per 5-1, la squadra dei leoni per questa partita è più che determinata a togliere l’imbattibiltà alla prima in classifica, con un super allenamento tenuto nei giorni precedenti da Capitan Tex e da Alex. Il terzo uomo è Ax. L’allenamento della squadra dei leoni parte alle 14.45 circa con la massima concentrazione per compiere l’impresa nella quale nessuna squadra è riuscita. Alle 15.30 inizia lo scontro. Alex entra in campo contro il numero tre della squadra avversaria ma provvisto di una gomma puntinata sul rovescio: Omenetto Luciano. La presenza del puntino blocca psicologicamente il giovane della Leoniana che perde il primo set ai vantaggi per 14-12 e il secondo per 11-9 subendo il gioco dell’avversario. Nel terzo set Alex riacquista fiducia e si concentra sul proprio gioco: esce dal tunnel e vince il terzo set 11-9. Da qui in poi la partita è a senso unico per il leone che la chiude la partita vincendo il quarto set per 11-6 e l’ultimo per 11-2. Buon inizio e grande prova di forza del giovane Alex che, sotto due set a zero, porta a casa la partita.
Tocca ora ad Ax contro Canton Giacomo, giovane di grande talento. Purtroppo la netta superiorità dell’avversario conduce velocemente il match alla fine per tre set a zero senza escludere però da parte del leone buoni scambi di piatto. 11-7, 11-5 e 11-4 e siamo 1-1! Ed ecco la partita che tutti attendavamo, uno scontro titanico tra due big di questo campionato: Capitan Tex contro Crosta Riccardo! La partita regala emozioni fin da subito, con scambi emozionanti da una parte e dall’altra e con i due giocatori che se le suonano a vicenda senza molti complimenti! 11-9 è la sentenza del primo set per Crosta. Ma il livello di scarto tra i due è minimo e la partita si gioca su punto!! 11-7 per il Capitano dei leoni nel secondo set. Il terzo set ritorna a favore dell’avversario per 11-9! 2-1 per l’Aurora! Ma Capitan Tex non ci sta e fa vedere un gioco pongistico di alto livello vincendo per 11-6 il quarto set! Si va al quinto set decisivo. Tex demolisce mentalmente e psicologicamente l’avversario che nel quinto set crolla 11-2!! Grandissima prova di forza della Leoniana che conduce per 2-1 tra lo stordimento degli avversari. È il turno di Alex contro Canton Giacomo. Anche questa una partita emozionante tra i due giovani giocatori che si conclude al quinto set a favore di Alex, che conferma un netto miglioramento pongistico rispetto alla partenza del campionato e alla partita di andata. Tocca nuovamente a Tex contro Omenetto. Poco da dire in questa partita, che il leone porta a casa facilmente perdendo comunque un set per 11-9 a causa del troppo rilassamento. 4-1! Un solo punto per la Leoniana per sbancare il tavolo! È Ax contro Crosta la partita successiva che però ha ben poco da dire. Tre set a zero vinti senza alcun impegno da parte dell’avversario. Siamo 4-2 per la Leoniana! Il capitano dei leoni ha l’opportunità di chiudere la partita contro Canton Giacomo, che all’andata lo aveva battuto al quinto set dopo una partita spettacolare. Si capisce subito che la musica è cambiata. Questa volta Tex è più che concentrato nel chiudere la pratica. Vince i primi due set 11-8, con scambi e colpi spettacolari da entrambe le parti. Il terzo set va a favore dell’avversario per 11-6, che sembra essere tornato in partita. Ma il quarto set va al capitano, che chiude la pratica ai vantaggi per 12-10 dopo una partita entusiasmante!! La Leoniana ce l’ha fatta!! È riuscita nell’impresa in cui tutti avevano fallito e riagguanta il secondo posto con il Bentegodi B! Non poteva concludersi in modo migliore il campionato! Una stagione davvero ottima, peccato per non essere riusciti a lottare per la promozione che sarebbe stata alla portata della squadra! Comunque un ottimo bilancio!!!

PAGELLE

Capitan Tex > voto 9: punti 3.
Grandissima prestazione, sicuramente una tra le migliori di questo campionato. Vince con un avversario sulla carta più forte di lui e dà conferma di una grande solidità di gioco e prestazione.

Alex > voto 8: punti 2.
È addormentato nella fase iniziale, ma si rialza con grande coraggio ottenendo due vittorie importanti e debellando la psicosi da puntino. In continuo miglioramento.

Ax > voto 7: punti 0.
Non può molto contro avversari nettamente più forti di lui, ma dimostra comunque sprazzi di ottimo scambio e gioco. Subisce un piccolo affaticamento alle gambe dovuto al torneo di tennis della sera prima.

Uomo parita: *CAPITAN TEX*

Ecco il trio delle meraviglie (in versione integrale) che esulta dopo la splendida vittoria

COMMENTI

ALEX: “Grandissimi!!! Gli abbiamo tolto l’imbattibilità”
CONTE: “Bravissimi. Squadra rivelazione del campionato e soprattutto Alex epico! Battere la prima in classifica: son soddisfazioni. Grandi”

, ,

Campionati

Finalmente in vacanza

9 Apr , 2017  

Dopo una vigilia caratterizzata dall’estrema incertezza sulla formazione da schierare, solo perché non si capiva bene se il Conte avesse preso parte alla partita, lo Squadrone Avvoltoi LTD. si presenta di fronte allo stendardo del Murialdo particolarmente illuminato con uno schieramento inedito, formato dalla triade Presidenza Munari, Aldo Taibi e l’amatore Toni. L’arena vede anche la presenza degli Amenduni, opportunamente risparmiato per un eventuale schieramento nella squadra della C2 e del capitano Mark en pendant Anderson, che risponde allo stile calzaturiero di Aldo con un trionfo cromatico tone sur tone del blu avio, su camicia, occhiali e sciarpa (c’erano 25°). Naturalmente® non pervenuto il Conte, che non abbiamo ancora capito se domenica sarà o meno a Paese a mangiare le uova degli alpini. L’avversario di turno è il Lumignano di Toniolo, Palin e Silvan-i, che si presentano addobbati da tute sportive griffate, solo per non sfigurare di fronte alla moda piumata. Se il pre-partita riserva la fugace presenza di una MILS® (mother i’d like to spin), la partita non riserva particolare guizzi emotivi alla capolista, che la chiude per 5-0 in poco più di 80 minuti, salvando così i progetti mondani di Aldo. Quattordicesima vittoria consecutiva e imbattibilità conservata.

PAGELLA AMATORIALE

Andrea neverendingclass Munari > voto 9: punti 2.
Sua Presidenza non lascia nulla sul tavolo e dispensa chilate di spin ai malcapitati avversari, a cui a fine partita elargisce pure consigli di bel giuoco. Oggi abbiamo in campo visto il 60° Tomahawk risparmiato ieri dal suo collega con il parrucchino biondo.
TRACCIANTE

Aldo neverendingshoescloset Taibi > voto 8: punti 1.
Inizialmente sorpreso dai dritti di Toniolo, il nostro maestro del puntino recupera padellate e gestisce con esperienza, grazie anche a dei pregevoli pallonetti sui quali l’avversario entra in difficoltà. Non lo dice ma si risparmia per il main event di Paese.
I PUNTINI SULLE I

Toni neverendinglover Donà > voto 8: punti 2.
Gioca 2 partite preservando la spalla -di maiale- croccante, dominando a tratti ma sparando molto sulle transenne. Strigliato dal capitano Anderson, l’amatore svogliato si scuote in tempo dal torpore del palleggio e chiude la contesa e così il campionato.
SVOGLIATO PIÙ CHE INNAMORATO

Ora lo squadrone dovrà concentrarsi su due importanti sfide, ovvero la registrazione del marchio Avvoltoi presso tutti gli uffici della contea e soprattutto sulla quindicesima giornata di campionato, quella della cena di squadra.

COMMENTI

CONTE: “Io vado a Paese domenica a portare i colori Leoniani”.
GLI AMENDUNI: “No”.

, , ,

Campionati

Una serie di sfortunati eventi

30 Mar , 2017  

E’ la sera del 25 marzo e tutto sembra andare bene per Abel: c’è la determinazione di dare il massimo per la partita che si terrà il giorno, c’è la consapevolezza che c’è il cambio all’ORA LEGALE (!!) e quindi lo spostamento delle lancette un’ora avanti (processo che l’onesto Abel esegue correttamente), si imposta la sveglia alle 7.40 e infine, prima di addormentarsi, il ripasso della teoria pongistica sul Tubo su video tipo “Dimitrij Ovtcharov Irregular tabe tennis training 2016!” o 薩姆索諾夫教學片 Vladimir Samsonov Instructional” o ancora “The Matrix Ping Pong – classic”, quest’ultimo estremamente educativo!. 26 marzo: Abel guarda l’orologio. Sono le 8.44… IN RITARDOOO!!! In preda alle convulsioni, Abel riesce comunque a vestirsi e lavarsi il viso, e in 5 minuti, dopo aver preparato la borsa, è già in macchina ai 100 all’ora in statale, angosciato di sapere che Linpeng lo sta aspettando in stazione a Vicenza. Una volta arrivato in stazione e caricato Linpeng in macchina, la prossima destinazione è casa Gioacchino. Incredibilmente non si incazza il Capitano e, con calma questa volta, andiamo a Nove dove è in attesa di essere disputato l’incontro del campionato D2 tra la LEONIANA C e il T.T.9 SOLARIT POWER “A”. Ovviamente, essendo arrivati in ritardo, il riscaldamento dura pochi minuti per i Leoniani, per cui c’è ancora più ansia. Il primo a scendere in campo è Giovanni contro Cuman Fabio il quale, a sorpresa del Capitano, non ha il puntino questa volta. Il primo set viene bruciato Giovanni 11-4. Anche nel secondo perde, ma ha capito che facendo servizi lunghi l’avversario indietreggia subito, pronto per una sassata che solo Giò può tirare. Infatti nel terzo set, Giovanni vince, dimostrando di sapersi spostare velocemente con le gambe e di colpire bene i palleggi di Cuman con il dritto. Le speranze di rimonta ci sono, ma purtroppo il quarto set si rivela essere l’ultimo, nonostante il Capitano abbia giocato bene. Il match successivo vede battersi Zonta contro Abel. L’inizio non è male: Abel riesce a rispondere correttamente ai servizi e a scambiare a lungo con l’avversario, ma nonostante questo Abel perde 11-9. Il secondo set invece si rivela assolutamente fallimentare, non tanto per il gioco di Abel ma per il risveglio delle doti di Zonta che cannibalizza l’avversario concedendogli solo un punto. L’ultimo set Zonta ritorna disimpegnato, per cui Abel perde con più dignità 11-7. Nel terzo match Linpeng vede battersi contro Bernardi Luca, avversario che viene polverizzato per 3-0. Di Linpeng sono risultati molto efficaci i servizi, che l’avversario non riusciva a interpretare, i top di dritto e a sorpresa di Abel anche i top di rovescio. Giovanni ritorna in campo, e questa volta è Zonta il suo avversario. Per qualche strano motivo il Capitano fa fatica a ricevere i servizi non particolarmente complessi e perde moltissime palle che gli arrivano sul rovescio. Per tre set di fila non riesce a correggere gli errori, e ancora una volta Zonta ha la meglio. Nel quarto match scende in campo Linpeng, questa volta contro Cuman. Linpeng sbaglia di più con il dritto, e non mette in difficoltà Cuman quando è costretto a indietreggiare in difesa poiché i tiri sono sempre indirizzati addosso l’avversario e non angolati per farlo muovere. Anche questa volta i set persi sono 3 di fila, e il Nove si porta in vantaggio di 4-1. La prossima partita è quindi decisiva. L’onore finale spetta ad Abel che dovrà sfidare Bernardi Luca, avversario che è alla sua portata. Il primo set è quasi alla pari, termina 12-10 in favore di Bernardi. Parte il secondo set, l’avversario sembra avere la meglio, poiché riceve palleggi molto lunghi e alti, quindi facili da rispondere, e inoltre fa fatica Abel a bloccare i suoi top. A un certo punto, preso da un colpo di nervosismo, Abel tenta di tirare a malo modo sulla prima palla, colpendo invece il bordo del tavolo con la mano. La situazione è tragicomica: la punta della gomma è quasi distrutta, ma soprattutto è completamente saltata via un pezzo di pelle sul pollice facendo uscire ettolitri di sangue che si sono riversati sulla racchetta. Grazie all’aiuto di Luca che ha rimediato del cotone e al buon nastro isolante fornito dal Capitano, Abel ritorna a giocare ma, ahimè, non riesce ad essere incisivo ed è l’avversario a comandare sempre il gioco. 3-0 per Bernardi e il Nove vince per 5-1.

PAGELLE

Abel > voto 6+: punti 0.
Non gioca male, ma risulta troppo prevedibile negli scambi rischiando di farsi dominare nel gioco. Male il ritardo nella partenza e molto male (in tutti i sensi) per il dito che è saltato. #mr.splatter!

Linpeng > voto 7+: punti 1.
Gioca molto bene contro Bernardi, ottimo il rovescio, il dritto va bene ma non è sempre costante nell’efficacia. Gioca meglio rispetto agli scorsi match. #andiamoancheconilrovescio

Capitano > voto 6: punti 0.
Dimostra momenti in cui sa giocare a ping pong, altri dove sembra spiazzato su giocate semplici (vedi i servizi di Zonta sbagliati). Il rovescio deve cercare di essere meno di potenza, più di scambio. #upsidedown

Uomo partita: Linpeng.

POST-PARTITA

Estremamente soddisfatto Abel del pranzo a casa di Gioacchino, insieme a tutta la sua meravigliosa famiglia! Ottima la pasta con tonno e pomodoro fatta dalla moglie Valeria!

COMMENTI

ABEL: “è tutta colpa del cambio dell’ora…”.
LINPENG: “Inizia bene Abel che non mette la sveglia e arriva in ritardo… è domenica per tutti. Giovanni perde contro Cuman vincendo comunque un set e giocando tutto sommato bene. Abel perde giocando un’ottima partita contro Zonta, un’avversario con molta più esperienza. Poi riesco a battere Bernardi realizzando il punto della bandiera. Abel mostra grandi miglioramenti. Giovanni tutto sommano non sta giocando male. Ho sbagliato troppi top”.
CAPITANO: “Nel complesso una bella partita e finalmente un Abel che esprime un bel gioco”.
Commento culinario di Gioacchino: “Con la pasta al tonno non sbagli mai!”.
VALERIA a Giovanni (non appena Abel è uscito di casa): “… è proprio bravo Abel”.

,

Campionati

Leoniana Bi batte…

30 Mar , 2017  

Leoniana B batte Colognola B: sabato 18 marzo si è disputata la sesta giornata di ritorno del campionato D2/B, che ha visto sfidarsi la Leoniana B contro il Colognola B, nella palestra vicentina. Dopo la sconfitta della giornata precedente per la mancanza dell’indispensabile numero 2 Alex, la squadra per questa partita è al gran completo, con Capitan Tex, Alex e Mix con il suo puntino. L’allenamento della squadra dei leoni parte alle 14.30, determinata a vincere in scioltezza rispetto alla difficoltosa vittoria per 5-4 nell’incontro di andata. Alle 16 in punto Mix entra in campo contro il giovane Corradore Jerry. Nel primo set Mix non sembra essere particolarmente  concentrato ed entrato in partita e patisce il gioco del giovane veronese: è 11-5 per Jerry. Nei successivi set Mix riacquista fiducia in se stesso e, dopo aver perso il secondo per 14-16, vince il terzo 11-5. Nel quarto set però cade nelle mani del giovane per 11-8. Tocca ad Alex contro Emilio De Marchi, il più talentuoso della squadra avversaria. Si capisce subito che l’aria è cambiata dalla partita di andata dove Alex non ha praticamente giocato. Perde il primo set ai vantaggi 12-10, ma vince il secondo 14-12. Il loro livello è praticamente lo stesso, ma il migliore top dell’avversario gli permette di portare a casa la partita per 3-1. Ora la Leoniana è sotto per 2 a 0. Tocca a Capitan Tex provare a vincere la prima partita contro il giovanissimo Matteo Fantoni. La partita è molto equilibrata e Antonio subisce il gioco veloce e preciso di Matteo. La strategia di gioco però fa la differenza e Tex chiude al quinto set una partita bellissima, ma altrettanto dura sia fisicamente che mentalmente. È il turno di Mix contro De Marchi. La puntinata aiuta l’esperto leone che, dopo aver vinto i primi due set, si fa recuperare fino al quinto che però gestisce alla grande e chiude 11-9. La Leoniana si è riportata in parità: 2-2! Tocca nuovamente a Tex contro Jerry. Un’altra partita entusiasmante che, dopo un parziale di due set a zero per il giovane del Colognola, il leone ribalta!  Finisce 3-2, ma che fatica! È il turno di Alex contro Fantoni! All’andata era finita 3-2 per l’avversario e il leone è  più che determinato a rifarsi. Fin da subito si capisce che la musica è cambiata: Alex entra in campo determinato e porta a casa i primi due set agevolmente. Si addormenta al terzo set che perde 11-5, ma chiude la partita al quarto per 11-4. 4-2 per la Leoniana! Il capitano dei leoni ha l’opportunità di chiudere la partita contro Emilio De Marchi, ma ahimè la stanchezza dopo i 10 set giocati si fa sentire. La partita è molto equilibrata e primi due set si chiudono entrambi 11-9 uno in favore del Colognola e l’altro in favore della Leoniana. Il terzo set ha ben poco da dire, con Antonio che probabilmente subisce un calo fisico e perde 11-3. Si riprende nel quarto vincendo 11-3 e dopo un fantastico quinto set, perde 15-13. Un vero peccato! Ora è Mix che ha l’opportunità di chiudere il match contro l’atleta più giovane della squadra avversaria: Matteo Fantoni. Partita a senso unico in favore dei leoni: paga l’inesperienza del giovane con la puntinata di Mix. 3 set a 0 e tutti a casa!!! *I leoni vincono 5-3* ! Il giovane Matteo, intontito dalle tre sconfitte scoppia in un pianto profondo, ma tutti sono consapevoli del talento del giovane che, se proseguirà, diventerà sicuramente un buon giocatore. Ottima prova di forza della squadra capitanata da Tex che è tornata alla vittoria!

PAGELLE

Capitan Tex > voto 7,5: punti 2.
Fatica tutte e tre le partite che si concludono al quinto set. Paga un po’ di stanchezza nel finale, comunque una buona prestazione.

Alex > voto 7: punti 1.
Poteva fare meglio in quanto gli avversari erano alla sua portata. Peccato per la sconfitta, ma è pronto a migliorare.

Mix > voto 8+: punti 2.
Il migliore della squadra e forse una delle migliori prestazioni del campionato. Tranne la prima partita dove manca un po’ di concentrazione, per il resto è solido e sfrutta bene l’inesperienza degli avversari sulla puntinata.

Uomo partita: la Squadra voto 9.
In queste occasioni la squadra fa la differenza perché grazie ai consigli e al sostegno vicendevole la Leoniana porta a casa questa importantissima vittoria!

, ,