Si giocò in quel di Mestre, ore 16,30. Una nebbia, definita dagli Amenduni “spessa come uno yogurt”, non permette una definita valutazione dei nostri atleti. Fonti parlano di una vittoria per i colori leoniani per 5-3. Una birra pre-match in un bar cinese davanti alla stazione di Este e la torta oreo mangiata alle 21,30 al burger king di un autogrill non definito condiscono e chiudono questa triste e uggiosa giornata.

PAGELLINE

Non pervenute ma Amenduni profetizza: “Stanno dominando come calabroni in un alveare, puoi mettere 9 a tutti”.

Quindi: Filippo, Guido, Mark
CALABRONI ===> 9

Trova l'intruso...
Trova l’intruso…