Seconda di campionato per i leoni della degustazione. In casa schierano la formazione vincente della volta scorsa: Aldo, Tode e Carlé. Quest’oggi la partita è un quasi-derby con il Vicenza Tennistavolo (antica costola fuoriuscita dalla Leoniana negli anni ’80). La squadra degli avversari del Vicenza è formata da 5 serbi compreso il nostro ex-allievo Nenad (che si scoprirà poi, non giocherà questa volta). Tode dimentica la maglia della squadra a casa e convince la sua compagna a portargliela in extremis prima degli incontri. In casa ci sono anche altri due scontri, le due D3 Leoniane: Animus e Bilibio.

PRIMO TEMPO

Aldo apre le danze e la prima partita scorre liscia liscia con due top finali di rovescio per aprire il gioco e scaldarsi. L’avversario regge bene i servizi del leone, meno quello sopra. Poi si gira di rovescio e non risponde più così bene…

Arriva il servizietto di Aldo

Carlo vince 3 a 0 ma ancora fatica ad attaccare. Epico il 3 a 0 in svantaggio su pallonettoni che Carletto butta in rete col braccino. La cosa migliore dell’avversario è il palleggio bello tagliato. Per nostra fortuna è un po’ impulsivo e spara facile.

Carletto rasa il pavimento con i suoi temibili colpi

Tode parte carico, gioca bene, sul secondo set arriva a 7 a 0. Vince e convince. Bravo ciò.

Tode ipnotizza la pallina

Aldo subisce la gufata di Carlè che ride sotto i baffi dalla postazione arbitro. Scrive già a penna l’11 quando il set arriva a un 15 a 13 dove Aldo risponde a pallonetti altissimi e stecca due volte. Tode: “mai due schiacciate di fila“. Tra pallonetti ripetuti, bei scambi difensivi e schiacciatone dal fondo. Alla fine il leone ha il braccio indolenzito a furia di bombardare. Ora i rossi hanno la partita in tasca.

Zlatan fa sudare ad Aldo le famigerate quattro camice

Torna il Tode e gioca una bella partita. L’avversario è il tecnico della squadra dice di essere reduce da un infortunio al braccio ma entra come riserva e gioca lo stesso senza paura. Ognuno ha il suo gatto. I Leoni prendono il largo (non il letargo).

Tode non vuol essere da meno di Aldo nei servizi insidiosi (con contorsione!)

Ultima Carlè trova un avversario impulsivo dalla bomba facile. Un po’ di pepe sul finale. Il Re Leone dorme ed è sotto di un set e 5 a zero, subendo l’aggressività e concentrazione del nemico. Poi cambia la marcia ed inserisce il turbo riprendendosi il set: 1 pari. Altro calo… e si va sul due pari. Fa tutto Carletto nella buona e nella cattiva sorte. Si mette a giocare attaccando di dritto gli ultimi punti e finalmente chiude per 3 a 2.

Chiude le danze il Carletto con il suo famoso: “colpo viscido sulla retina”

I Leoni ristabiliscono la gerarchia di vecchiaia con un 6:0, punteggio pieno, che si commenta da sé. Intanto altri punti in classifica, per evitare la retrocessione sono stati messi in saccoccia. Bisogna dire che i nostri amici serbi sono grintosi e tutti dimostrano una ottima padronanza del palleggio. Si aspettavano la birra a fine partita e invece il chinotto e la cedrata: se ne vanno al pub. Daltronde il parco rinfreschino messo nel tavolino di scuola delle elementari non si presentava assai accattivante. Aldo decreta uomo partita il Tode (e quindi Carletto, che ha perso più set, dovrà offrire l’aperitivo. Paga). Alla prossima sfida miei prodigy.

SECONDO TEMPO

Il secondo tempo casalingo si volge nella deliziosa magione di Aldo. Trattasi di una alta torre medievale da cui si domina sovrani la piana di Nogarazza. Tra pizze a go go, pescetti in agrodolce (che solo il Conte apprezza), Montenegro, molecola e pastine giganti di Jack, si svolge la seconda parte della sfida. Insomma è tutto un magna-magna generale.

Piatti preferiti dai commensali: pizza kamut gorgonzola e speck, pizza kamut broccolo e pancetta, pizza kamut acciuga violenta. Si ringrazia la chef Raffi per l’ospitalità e la gastronomia. Si ringrazia pure l’Hotel Quelle ***** per l’ispirazione. Si sbeffeggia Jack per essere fuggito nella sporca Vallata…

COMMENTI

Per fortuna non hai visto Carletto.

Tode

Adesso mi alleno solo per non pagare l’aperitivo.

Aldo

Ho perso 3 set, ma sono al 100%, la classifica parla.

Carletto

Ammetto che ho seguito di più gli altri match (per dare qualche consiglio). Ma quando ho applaudito l’avversario di Aldo per un bel punto, ho pensato che Aldo se la prendesse…

Conte

Mi è piaciuta di più la broccoli e pancetta! Mmmm…

Leoncino
Leffe, Imperiale o Montenegro? (ma il chinotto dov’è andato a finire?)