Un sabato soleggiato per il primo scontro al vertice: Colognola ai Colli contro Leoniana Colli Berici. Il pensiero è già rivolto al coach Renato Bosco. Gli avversari come saranno? Sarà dura. Obiettivo pareggio. Carletto ha da testare il nuovo puntino. Ma al parcheggio di ritrovo Aldo (sta diventando un Giorgio) è senza le scarpe… accompagnalo indietro a prenderle (partimo ben).

PRIMO TEMPO

Il palazzetto è di strepitosa qualità: parquet, gradinate, spogliatoio con le docce, cosa vuoi di più. Aldo ti sei riscaldato? Gli avversari sono simpatici ed hanno dalla loro l’ottima allenatrice Avesani (che per fortuna nostra non scenderà in campo oggi). Le partite, come da pronostico, sono praticamente tutte tirate.

Aldo in risposta (uomo alla fermata del tram?)

Apre le danze Aldo mentre Carletto si scalda contro il muro (come la nostra signora Maria Grazia insegna), ottima idea: torna carico! Primi problemi di Carlé al servizio: in uno manca completamente la palla, in un altro il tavolo è di fronte a lui caccia la palla a lato… Carletto commenta: “la palla mi veniva addosso e me la facevo sotto”. Anche Aldo forza e sbaglia qualche servizio. Capitan Tode ha il problema opposto: fa giocare bene gli avversari, così bene che l’avversario vince di misura. Sul 2 pari, è sotto 4:8, ma riesce con grinta ad agguantare l’avversario: poi sbaglia un servizio e l’altro indovina una rete. Aldo predica: “Lui fa giocare bene tutti, io faccio giocare male”.

Il Capitano al servizio, lancia alto per imbabbeare l'avversario

La temuta Avesani è a bordo campo e consiglia i suoi ma per fortuna di Re Carlo III il pozzetto sembra non comprenderlo, così il regno è salvo. Sul 7 pari si autochiama un timeout all’apparenza inutile. Carlo: “No, non volevo che capisse”, Tode: “Ma cosa vuoi che capisca,  se non ha capito finora!”. Ma la pausa lo porta al 10. Poi si va 10-8 e Carlo chiude alla sua con una schiacciata palla alta sulla retina! Mister Retina. Carletto non può essere lasciato solo: i compagni giocano con lui da bordo campo. E’ tornato anche  il classico “uomo alla fermata dell’autobus” di Aldo in attesa del servizio avversario. Si suda. In sintesi estrema ben 3 partite finiscono 3 a 2. E il risultato finale premia i Leoni con un galvanizzante 5:1. Aldo su due partite a uno aveva detto tombale: “Adesso è dura perché gira bene per loro…”. Obiettivo lievitati ed è lievitata anche la classifica: zio pizza! E il nostro ex-allievo Nenad ci segue dappertutto e alla domanda “vieni a vedere le nostre partite” risponde “no”.

SECONDO TEMPO

Benvenutiii da Renato

La squadra si trasferisce dal veronese Saporé per la seconda parte dell’incontro. Si aggiungono le tre riserve: Raffi, Ale, Conte. Affamati come le cavallette. Si tratta di pizza pane e passione. I nostri beniamini vengono portati nello scantinato sulla tavola rotonda che sarà teatro dello scontro. Lo spicchio di pizza per il bimbo lo può portare via. Degustazione a scelta di Renato. “Se fossi in voi prima affronterei…” Tra lieviti madre acidi, zucca, burrata, croccante e doppio croccante, per finire con grappa e pandoro-brioche. Tutto è bene quel che finisce bene: ma il commesso sarà “Benvenutiii” (o no?).

PAGELLINE

  • Aldo _ Location 8 Menù 10 Servizio 9 (e Aldo di servizi de ne intende…)
  • Carlo _ Location 9 Menù 9 Servizio 8
  • Raffi _ Location 9 Menù 10 Servizio 9
  • Conte _ Location 8 Menù 9 Servizio 9
  • Tode (con il mio voto posso ribaltare tutto) _ Location 7 Menù 8 Servizio 7
Sei degustazioni: "Carletto non mi rovinare la degustazione"

Io sono positivo, Aldo è oppositivo

Tode

... Molto combattuta

Aldo

Nonostante la mano tremante ho trovato la strada per la soluzione, la matematica è dalla mia: 100% in C2.

Carlo