Campionati

Silenzio di tomba

16 Apr , 2017  

Sabato 8 aprile si è disputata a casa Leoniana l’ultima giornata di ritorno del campionato D2/C che ha visto sfidarsi la “LEONIANA C” contro il “TT CORNEDO”. Anche questa volta la formazione è costituita dai più “anziani” della squadra: il capitano, Claudio e Abel. Insieme alla Leoniana C ci sono gli Avvoltoi®, i quali incoraggeranno e dispenseranno consigli utili alla squadra durante tutta la partita. Il primo a scendere in campo è Claudio contro Dal Lago, avversario non particolarmente ostico e quindi a portata di Claudio. I primi 2 set finiscono ai vantaggi 12-10 in favore dell’avversario poiché proprio nel momento decisivo Claudio perde concentrazione e fa errori molto banali. Nel terzo e nel quarto set Claudio riesce a tirare fuori quella giusta cattiveria che gli permette di dominare l’avversario. Nel quinto set si ritorna ai vantaggi. 11-10 per dal Lago. Battuta di Claudio. Cilecca! Peccato Claudio per un soffio perde 3-2, ma comunque ha dimostrato di valere molto. Prossimi due sfidanti sono Abel contro Tomba. L’assetto del Tomba è il classico puntino sul dritto e liscio sul rovescio. Grazie ai molti errori di Tomba, Abel perde solo 11-9. Durante la pausa il buon Amenduni consiglia ad Abel di fare servizi più laterali possibile o molto veloci e lunghi addosso all’avversario. Purtroppo limitato dall’esperienza, Abel non riesce pienamente a rispettare i consigli di Amenduni, e il secondo set si conclude 11-8. Il terzo set si rivela essere l’ultimo, ogni palla che Abel consegna a Tomba ritorna senza pietà a velocità prossime a quella della luce e il set si conclude 11-4. E’ il turno del Capitano contro Businaro. Nel primo set il gioco di Businaro è molto semplice quanto letale per Giovanni, infatti subito i servizi col puntino e quelli diretti lunghi in pancia sembrano difficili da rispondere per cui perde 11-9. Nel secondo set sembra aver ritrovato la strada giusta; riesce a spiattellare molto e con successo e vince 12-10. I successivi due set sembrano essere la copia del primo e la sfida si conclude 3-1 per Businaro. Claudio ritorna in campo questa volta contro Tomba. Non gioca male Claudio, anzi riesce inizialmente a metterlo in difficolta con i servizi e esegue buoni tiri con il rovescio, ma l’esperienza di Tomba ha la meglio su tutto e il match si conclude 3-0. Siamo 4-0 per il Cornedo, la prossima partita risulta essere decisiva per l’incontro, a scendere in campo sarà il Capitano contro Dal Lago e le possibilità di vincere ci sono. Il primo set si conclude a favore di Gioacchino, infatti dimostra di saper aprire i palleggi dell’avversario e di insistere sul suo punto debole, il rovescio. Il secondo set Giovanni perde di cattiveria e palleggia con troppa insistenza, facendo così il gioco dell’avversario. Perso il secondo set, i successivi due si rivelano essere un successo ritrovando finalmente il Capitano che non abbiamo visto da molto tempo. Primo punto per la Leoniana! Quinto match vede Abel contro Businaro. Il match si rivela essere una discesa verso gli inferi, a cominciare con i servizi con il puntino che Abel butta irrimediabilmente in rete, non capendo che basta accompagnare dolcemente la palla. Molti tiri sbagliati, troppa voglia di strafare mentre l’avversario si limitava a buttare di là la palla. Insomma in un silenzio tombale la partita si conclude 3-0 e il Cornedo si aggiudica la vittoria per 5:1. Altissimo lo sconforto della squadra che sa che poteva fare di meglio…

PAGELLA

Claudio > voto 10: punti 0.
Non gioca per niente mal,e ma nei momenti decisivi non ha saputo essere incisivo fino in fondo.
#theapprentice

Capitano > voto 10: punti 1.
Finalmente fa il punto della squadra. Ancora si trova in difficoltà quando gli arrivano i tiri sul rovescio.
#megliotardichemai

Abel > voto 10: punti 0.
Servizi poco efficaci e troppa voglia di strafare quando in realtà il gioco è molto più tranquillo.
#semprelì

Uomo partita: il Capitano!

COMMENTI

CAPITAN STRATEGA: “Ultima di campionato voto 10 a tutti”.
ABEL: “Contro Tomba ho perso ma me la sono giocata abbastanza i primi due set. Contro Businaro buio totale”.
CLAUDIO: “La mia, anche se ho perso, è stata una partita entusiasmante 3-2 con ben tre set persi ai vantaggi. Pollo! Inoltre sul 11-10 del quinto set vado a sbagliare la battuta! Doppio pollo! Ciò che mi manca è l’esperienza nelle risposte alle battute e i top di dritto. Sul rovescio mi sento più sicuro. Il grande appoggio, il tifo e i consigli dei leoniani presenti sono stati utilissimi: potevo vincere!”
CONTE: “Mi dispiace solo che nell’ultima parte del campionato il contributo delle due giovani promesse, Beppe e Linpeng, sia diminuito…”.

,

Campionati

Una serie di sfortunati eventi

30 Mar , 2017  

E’ la sera del 25 marzo e tutto sembra andare bene per Abel: c’è la determinazione di dare il massimo per la partita che si terrà il giorno, c’è la consapevolezza che c’è il cambio all’ORA LEGALE (!!) e quindi lo spostamento delle lancette un’ora avanti (processo che l’onesto Abel esegue correttamente), si imposta la sveglia alle 7.40 e infine, prima di addormentarsi, il ripasso della teoria pongistica sul Tubo su video tipo “Dimitrij Ovtcharov Irregular tabe tennis training 2016!” o 薩姆索諾夫教學片 Vladimir Samsonov Instructional” o ancora “The Matrix Ping Pong – classic”, quest’ultimo estremamente educativo!. 26 marzo: Abel guarda l’orologio. Sono le 8.44… IN RITARDOOO!!! In preda alle convulsioni, Abel riesce comunque a vestirsi e lavarsi il viso, e in 5 minuti, dopo aver preparato la borsa, è già in macchina ai 100 all’ora in statale, angosciato di sapere che Linpeng lo sta aspettando in stazione a Vicenza. Una volta arrivato in stazione e caricato Linpeng in macchina, la prossima destinazione è casa Gioacchino. Incredibilmente non si incazza il Capitano e, con calma questa volta, andiamo a Nove dove è in attesa di essere disputato l’incontro del campionato D2 tra la LEONIANA C e il T.T.9 SOLARIT POWER “A”. Ovviamente, essendo arrivati in ritardo, il riscaldamento dura pochi minuti per i Leoniani, per cui c’è ancora più ansia. Il primo a scendere in campo è Giovanni contro Cuman Fabio il quale, a sorpresa del Capitano, non ha il puntino questa volta. Il primo set viene bruciato Giovanni 11-4. Anche nel secondo perde, ma ha capito che facendo servizi lunghi l’avversario indietreggia subito, pronto per una sassata che solo Giò può tirare. Infatti nel terzo set, Giovanni vince, dimostrando di sapersi spostare velocemente con le gambe e di colpire bene i palleggi di Cuman con il dritto. Le speranze di rimonta ci sono, ma purtroppo il quarto set si rivela essere l’ultimo, nonostante il Capitano abbia giocato bene. Il match successivo vede battersi Zonta contro Abel. L’inizio non è male: Abel riesce a rispondere correttamente ai servizi e a scambiare a lungo con l’avversario, ma nonostante questo Abel perde 11-9. Il secondo set invece si rivela assolutamente fallimentare, non tanto per il gioco di Abel ma per il risveglio delle doti di Zonta che cannibalizza l’avversario concedendogli solo un punto. L’ultimo set Zonta ritorna disimpegnato, per cui Abel perde con più dignità 11-7. Nel terzo match Linpeng vede battersi contro Bernardi Luca, avversario che viene polverizzato per 3-0. Di Linpeng sono risultati molto efficaci i servizi, che l’avversario non riusciva a interpretare, i top di dritto e a sorpresa di Abel anche i top di rovescio. Giovanni ritorna in campo, e questa volta è Zonta il suo avversario. Per qualche strano motivo il Capitano fa fatica a ricevere i servizi non particolarmente complessi e perde moltissime palle che gli arrivano sul rovescio. Per tre set di fila non riesce a correggere gli errori, e ancora una volta Zonta ha la meglio. Nel quarto match scende in campo Linpeng, questa volta contro Cuman. Linpeng sbaglia di più con il dritto, e non mette in difficoltà Cuman quando è costretto a indietreggiare in difesa poiché i tiri sono sempre indirizzati addosso l’avversario e non angolati per farlo muovere. Anche questa volta i set persi sono 3 di fila, e il Nove si porta in vantaggio di 4-1. La prossima partita è quindi decisiva. L’onore finale spetta ad Abel che dovrà sfidare Bernardi Luca, avversario che è alla sua portata. Il primo set è quasi alla pari, termina 12-10 in favore di Bernardi. Parte il secondo set, l’avversario sembra avere la meglio, poiché riceve palleggi molto lunghi e alti, quindi facili da rispondere, e inoltre fa fatica Abel a bloccare i suoi top. A un certo punto, preso da un colpo di nervosismo, Abel tenta di tirare a malo modo sulla prima palla, colpendo invece il bordo del tavolo con la mano. La situazione è tragicomica: la punta della gomma è quasi distrutta, ma soprattutto è completamente saltata via un pezzo di pelle sul pollice facendo uscire ettolitri di sangue che si sono riversati sulla racchetta. Grazie all’aiuto di Luca che ha rimediato del cotone e al buon nastro isolante fornito dal Capitano, Abel ritorna a giocare ma, ahimè, non riesce ad essere incisivo ed è l’avversario a comandare sempre il gioco. 3-0 per Bernardi e il Nove vince per 5-1.

PAGELLE

Abel > voto 6+: punti 0.
Non gioca male, ma risulta troppo prevedibile negli scambi rischiando di farsi dominare nel gioco. Male il ritardo nella partenza e molto male (in tutti i sensi) per il dito che è saltato. #mr.splatter!

Linpeng > voto 7+: punti 1.
Gioca molto bene contro Bernardi, ottimo il rovescio, il dritto va bene ma non è sempre costante nell’efficacia. Gioca meglio rispetto agli scorsi match. #andiamoancheconilrovescio

Capitano > voto 6: punti 0.
Dimostra momenti in cui sa giocare a ping pong, altri dove sembra spiazzato su giocate semplici (vedi i servizi di Zonta sbagliati). Il rovescio deve cercare di essere meno di potenza, più di scambio. #upsidedown

Uomo partita: Linpeng.

POST-PARTITA

Estremamente soddisfatto Abel del pranzo a casa di Gioacchino, insieme a tutta la sua meravigliosa famiglia! Ottima la pasta con tonno e pomodoro fatta dalla moglie Valeria!

COMMENTI

ABEL: “è tutta colpa del cambio dell’ora…”.
LINPENG: “Inizia bene Abel che non mette la sveglia e arriva in ritardo… è domenica per tutti. Giovanni perde contro Cuman vincendo comunque un set e giocando tutto sommato bene. Abel perde giocando un’ottima partita contro Zonta, un’avversario con molta più esperienza. Poi riesco a battere Bernardi realizzando il punto della bandiera. Abel mostra grandi miglioramenti. Giovanni tutto sommano non sta giocando male. Ho sbagliato troppi top”.
CAPITANO: “Nel complesso una bella partita e finalmente un Abel che esprime un bel gioco”.
Commento culinario di Gioacchino: “Con la pasta al tonno non sbagli mai!”.
VALERIA a Giovanni (non appena Abel è uscito di casa): “… è proprio bravo Abel”.

,

Campionati

Chi si accontenta gode…

21 Mar , 2017  

Sabato 18 marzo si è disputata la quinta giornata di ritorno del campionato D2/C, che ha visto sfidarsi la Leoniana C contro l’Aurora 76 Lumignano. A causa di impegni di varia natura, i due più giovini della squadra sono assenti, per cui formazione è composta da Abel, Lo Stratega e Claudio, quest’ultimo alla sua seconda partita di campionato. La partenza avviene alle 14.30 a casa di Claudio che, a detta di Abel, sembrava arredata come una casa degli anni 40. Dopo un veloce caffè e un assaggio dei biscotti fatti in casa di Claudio, ci imbarchiamo in direzione Lumignano a bordo della spaziosa Ford Focus del Capitano. Arrivati in palestra e dopo il dovuto riscaldamento inizia l’incontro, il primo a scendere in campo è Claudio contro il più giovane dell’Aurora, Silvan Andrea. Il primo set Claudio non sembra essere a proprio agio, attacca senza essere incisivo, il top di rovescio non entra quasi mai, e tende a giocare molto col palleggio, che spesso finisce con un suo errore. I successivi set Claudio riacquista un po’ di fiducia in se tanto che vanno al 2 pari, ma purtroppo il set finale se lo aggiudica l’Aurora. Segue Abel contro il più forte del Lumignano, Toniolo Flavio. Il primo set scivola via veloce in favore di Toniolo: Abel sbaglia molte le ricezioni sul servizio, ma soprattutto sbaglia il gioco contro il puntino, andando a palleggiare palle morte che le facevano alzare in alto in attesa di essere schiacciate con violenza contro il malcapitato. I seguenti due set non migliorano molto, per cui il risultato finale è 3-0. Il terzo match vede il Capitano contro il padre del giovane Andrea, Giorgio Silvan, non particolarmente pericoloso come giocatore, ma lo stato di sonno-veglia di Gioacchino ha permesso all’avversario di vincere il match per 3-1. Siamo 3-0 per il Lumignano, e la possibilità di perdere l’incontro si fanno sempre più reali. La partita successiva tra Silvan junior e Abel si dimostra essere quasi alla pari, ma i numerosi errori di apertura col top di dritto concedono molti punti all’avversario e ancora una volta la Leoniana perde. 4-0, ormai la sconfitta sembra molto vicina, Claudio dovrà scontrarsi contro Silvan senior e se perderà la Leoniana dovrà ingoiare un boccone amarissimo. Inizia il gioco; parte bene Claudio, i colpi gli entrano bene e riesce a gestire efficacemente gli scambi. I successivi due set entra in difficoltà, sbaglia diversi servizi e molti palleggi e rimane poco incisivo nei colpi, preferendo semplicemente buttare la palla nel campo avversario. Al quarto set finalmente Claudio prende le redini del gioco fino al quinto e ultimo set in cui, dopo un finale al cardiopalmo, riesce a vincere 12-10: la prima partita vinta da Claudio! La squadra riprende coraggio, e la speranza di vincere c’è. La partita che segue vede i più forti delle rispettive squadre: Toniolo vs Sartori. Parte bene Giovanni, che riesce a fare metà dei punti grazie al servizio. La tensione è altissima, ma la strada è tutta in discesa: purtroppo sembra di rivedere per l’ennesima volta il Capitano che non si piega e che tira qualunque palla arrivi sempre di piatto. Il 3-1 per Toniolo, consegna la prima vittoria del campionato all’Aurora, che giustamente non si trattiene a un boato di esultanza per il suo 5-1! Intontiti dalla sconfitta, i Leoni si riscattano con un doppio a fine partita: Abel e Claudio contro Toniolo e Andrea. Vincono per 3-1 i Leoni, dimostrando di essere giocatori migliori di come hanno dato prova durante le partite, ahimè… La bruciante sconfitta si fa meno dolorosa, e il trio si accontenta della vittoria nel doppio.

Ecco i magnifici sei nella foto di gruppo

PAGELLE

Abel > voto 5 e mezzo: punti 0.
L’incubo puntino è sempre vivo. Sbaglia l’impostazione del gioco e non è mai incisivo sulle palline facili. #ciaone

Claudio > voto 7/8: punti 1.
Fa il suo primo punto del campionato, e l’unico punto della squadra. Gli manca un po’ di incisività e migliorare il dritto. #sullabuonastrada

Capitano > voto 5: punti 0.
Da diverse partite non migliora, anzi con avversari ben al di sotto del suo reale livello si fa infinocchiare. #testacapitanotesta!

Uomo partita: Claudio e la sua prima vittoria in campionato.

COMMENTI

CLAUDIO THE MAN: “Partita molto attesa da me. Ho sentito molto la tensione la prima partita, perdendo contro un avversario che era alla mia portata. La seconda partita l’ho giocata con un animo più determinato e più sciolto, e questi fattori mi hanno portato alla vittoria. Certo dobbiamo allenarci di più: ci manca anche la freddezza mentale durante il gioco. Bello condividere con Abel e Giovanni gioie e dolori”.
CAPITAN STRATEGA: “Formazione interessante. Il capitano ha visto, nonostante tutto, grinta e determinazione nei suoi compagni. Ottimo il dopo partita”.
ABEL: “Non ho messo in pratica gli allenamenti… Mi sono molto divertito nel doppio perché almeno sono riuscito a giocare decentemente”.

,

Campionati

Capitano me lo fai un punto?

12 Feb , 2017  

Sabato 11 gennaio 2017, la Leoniana D2 “C” affronta in casa con le pantofole il T.T. Aurora 76 “A”. Ore 14.20, lo Stratega arriva in Patronato per aprire la “sacra” palestra, e one two three monta il tavolo per la partita e sbriga i vari preparativi. Ore 15.00 l’armata giovanile (Abel, Beppe e Linpeng) si palesa e inizia a scaldarsi con professionalità. Ore 16.00, stilata la formazione si scende in campo per iniziare il match, il primo incontro vede Giovanni lo Stratega sfidare un avversario “spuntinato”, risultato finale? Purtroppo 3-1 per lo spuntinato, gli schiaffi di dritto del Capitano non bastano. Seconda partita, Beppe vince 3-0 contro il suo avversario, lamentando il fatto che avesse un gioco molto particolare. Terzo match, Linpeng sfida il n.1 degli avversari, il nostro samurai se la gioca, ma la sua lama non trafigge, perde 3-1 facendo comunque un ottimo gioco. Ora tralasciando le altre partite, arriviamo al punto più alto del pomeriggio: lo scontro più importante del pomeriggio, arriviamo alla retorica più alta del pomeriggio, ok basta con questi più, arriviamo sul 4 “peri” del pomeriggio, ora Giovanni decide se condannare alla sconfitta o se portare la  squadra alla vittoria. Sostenuto dai suoi compagni di squadra, lotta, prende letteralmente a schiaffi la pallina, esegue pseudotop da manuale, esegue colpi da manuale, purtroppo però non siamo in una favola (non siamo in Biancaneve) il finale non è felice e contento, ma è triste e scontento. La partita finisce 3-2, il risultato finale 5-4 per gli sfidanti. Partita alle spalle, la frustazione per la sconfitta viene presto dimenticata grazie alla cena carnivora della serata (vedi recensione).

Linpeng, col balzo felino, contro un resuscitato Rubello Andrea: botte da orbi

VOTI CON  L’AMARO LUCANO IN BOCCA

Abel > voto 10 (per l’arbitraggio): punti 0.
Non gioca, ma l’arbitraggio è impeccabile, si improvvisa cameraman nel riprendere con il telefonino ante guerra gli allenamenti dei suoi compagni.
NONGIOCOMAMANGIODATITOLARE

Beppe > voto 7: punti 2.
Fa il suo, le gambe inizialmente non sono d’accordo, vorrebbero stare ferme, ma poi si straviano e si muovono fuori, ottiene top importanti, sbaglia poco. Si ferma solo davanti al servizio del n.1 avversario che non sa come prendere.
INDIGESTIONEINDIGESTA

Linpeng > voto 7: punti 2.
Accompagnato sempre da un capello bianco, che si dovrebbe tagliare, non sfigura, vince le partite che deve vincere. Come Beppe, sbatte solamente davanti ad Hodzic. “Delega” a Beppe la recensione che sarebbe sua, piccolo atto da rivedere che però non interessa il voto finale.
PACCARECENSIONI

Stratega > voto 6: punti 0 da evidenziare.
Il gioco è buono e quindi merita la sufficienza, ma non di più in quanto non porta a casa nemmeno un punto. I movimenti sono sempre i soliti, ovvero non ci sono, ma il gioco è sempre pregevole e raffinato, peccato però non ha portato a nulla…
ORSOBALU’

Uomo partita: il cameramanne.

Beppe prima della disperazione… col temuto Hodzic dalla battuta imprendibile

,

Notizie

La cenetta di squadra

12 Feb , 2017  

Come da tradizione già dell’anno scorso ieri, nel postpartita, la cena della Leoniana D2 C al gran completo (più gli ex): dopo una gara combattutissima! Alla “Bottega & Cusina” di Cavazzale (pubblicità occulta), depandance del Capitano e Stratega: un antipasto vicentino, una grigliatona con contorni misti e il tiramisù. Amabili conversazioni su telai e gomme più il discorso ufficiale del Capitano: ringraziamento alla squadra che al magna magna si presenta compatta e future speranze per una squadra speciale. Che altro dire: queste sono iniziative di alto livello culturale che cementano la leonianità.

PAGELLINA

Location: voto 7;
Cibarie: voto 6/7;
Spirito di quadra: voto 9++.

Squadra strategia in formazione completa, da sinistra possiamo ammirare: Abel, Linpeng, Claudio, Beppe, Luca, Flavio, Giovanni, Conte.

FORMAZIONE

TITOLARI

Capitano Giovanni Stratega
Beppe Francesco Castello n.1
Linpeng “Marco” Zhang n.2

RISERVE

Abel
Claudio Animus

EX-ALLIEVI

Flavio “fioccina”
Luca “palleggio inglese” Padovano

INTRUSO

Conte

,

Campionati

Quella maledetta cellulosa

2 Feb , 2017  

Sabato 28 gennaio 2017, la Leoniana C è impegnata ad affrontare l’Elte Schio nel girone C di D2 alle ore 15.00, orario considerato indigesto in quanto non consente un piccolo riposino dopo pranzo. I nostri giovini alle 14,40 arrivano al palazzetto di Schio grazie al suv Nissan di Mr. Abel un po’ disorientati, in quanto non trovano subito l’entrata, costringendo Beppe e Linpeng a zompare di qua e di la alla ricerca di una fantomatica porta di ingresso. Trovata l’entrata, dopo diverse peripezie, si cambiano velocemente e stipulano la formazione mettendo Beppe come riserva. Si parte: Abel gioca il primo incontro, manifestando però insicurezza e scarsa concentrazione, perde quasi miseramente per 3-0. Siamo sull’1-0 e si sente un po’ di tensione, scacciata via però in parte, dalla vittoria seguente del Capitano er Stratega per 3-0, 1-1 palla al centro. Terzo incontro, è la volta di Linpeng che, assicurato dal Capitano Gioachino che non lo menerà nel caso dovesse perdere, scende in campo determinato a vincere, purtroppo però Manea (fratello di Toni non riconosciuto dall’anagrafe) è in giornata, siamo sul 2-1 per gli avversari. Riscende in campo il Capitano, sbaragliando il suo avversario, è 2-2.  Arriva il momento di Beppe che subentra ad Abel uscendo dal letargo della panchina, vince senza difficoltà il suo incontro per 3-0, siamo 3-2. Ora però non ho più voglia di scrivere, ma assicuro che il risultato è stato 5-3 per i nostri Leoni, che hanno rischiato non poco fino al 3 pari, partita che però da quel momento è stata in discesa.

VOTINI IN VERSIONE CELLULOIDE

Abel > voto 5,5: punti 0.
Gioca la prima partita e unica in questa giornata, denotando insicurezza e poca convinzione, forse anche a causa  di Beppe che lo continua a “stressare” sulla partita del Vicenza che si svolgeva nel pomeriggio. Sicuramente invece ottima la guida in macchina fino a Schio con parcheggio a “s” discreto.
EMO’CHEFACCIO

Stratega > voto 6,5: punti 2.
Due partite stellari a suon di piattoni devastanti, purtroppo sul più bello perde il suo terzo incontro. Durante il pomeriggio se ne resta molto silenzioso e pensieroso rispetto al solito. Sicuramente da professionista qual è, stava pensando a “cose da Capitano”.
OHCAPITANO

Linpeng > voto 7: punti 2.
Sorride, a volte teso e a volte ride… la cellulite stava iniziando a prendere il sopravvento. Top che non entrano e palleggi a mò di zappa che lo accompagnano nei suoi match. Per colpa della festa di compleanno a cui doveva essere presente, fa saltare la rifocillata finale.
VIVALASUSPANCE

Beppe > voto 7: punti 1.
Scende in campo solo una volta rendendosi decisivo, fa il suo dovere e rimane poi incollato alla panchina dando consigli ai suoi compagni tramite cellulare. Durante il ritorno fa partire un We are the Champions ignorantissimo che disturba la quiete della squadra.
QUELLOCHENONSIALLENA

Uomo partita: non si sa…

COMMENTI

STRATEGA: “No foto e no commento… ottima partita, tutti promossi!”
LINPENG: “Mi spiace aver perso ancora con Manea ma questa volta non sono stato l’unico”.
ABEL: “Mi trovo in difficoltà ad interpretare il gioco con il puntino. Giovanni vince 2 partite alla grande ma gli manca ancora la mente fredda. Giuseppe gioca una partita senza particolari problemi (era piú preoccupato del risultato del Vicenza). Linpeng parte sempre un po’ tentennante: ma poi inizia a carburare. Partita in generale buona”.

, ,

Campionati

Anno nuovo, solito addobbo

22 Gen , 2017  

SAPORE “LEONIANA A”

È subito derby Leoniano per la prima di ritorno della D2C, gli Avvoltoi® schierano il tridente tripla A (Anderson,  Amenduni, Aldo), su suggerimento di sua Presidenzia Munari, che risulta ancora spiaggiato sul divano a digerire il cenone di capodanno; assenti anche il Conte e Toni che puntano a sollevare le sorti del produttivo nord-est lavorando anche di sabato. La Leoniana C mette in campo l’inossidabile stratega Gioakkino e le giovani promesse Linpeng e Abel. Il tutto finisce con un rapido 5-0, ma d’altra parte si sa: secondo l’oroscopo ufficiale cinese il 2017 è l’ANNO DELL’AVVOLTOIO!

PAGELLE quasi SINTETICHE

Mark “in cerca di tornei” Anderson > voto: Boh! (2 punti)
Con più indumenti addosso di BarbaPaPaolo, sfida subito la sorte ed il buon senso invocando un match gerarchia a sorpresa con gli Amenduni (ahia…); successivamente, nella partita ufficiale, fa i suoi due punti contro i giovani cercando da vero Coach anche di spronarli ad essere un pò più agguerriti e convinti… giornata abbastanza rilassante come dimostra il bassissimo livello di tabagismo!
VERSO LATISANA

Aldo “smartphone” Taibi > voto: mah… (1 punto)
Aldo fa il suo punto con lo Stratega, mostrando tutta la sua gamma di finzioni e palle morte, alternate ai celeberrimi “schiaffoni” di dritto;  in realtà durante gli incontri la sua principale attività è stata riordinare apps e files sul cellulare, da vero teenager. A pratica chiusa, è poi chiamato a far valere il suo primato di difensore contro un improvvisato Amenduni in modalità “puntinaro”… ci giunge voce che i pochi presenti ad aver assistito ad un’incontro di cotanta bruttezza pongistica hanno già iniziato una lunga e difficile terapia di gruppo per riuscire superare il trauma…
ORGOGLIO PUNTINATO

Giovanni “Joo Se Hyuk” gli Amenduni > voto: eh? (2 punti)
Sfoggiando un pregiatissimo berretto in puro acrilico 100% non traspirante, il plurimo Amenduni porta a casa senza problemi il primo punto contro Linpeng, che mostra qualche buono spunto ma risulta poco deciso e un pò troppo rigido. Nel secondo incontro, contro il suo omonimo, rischia di perdere il primo set, dal momento che lo Stratega risponde bene con diverse bombarde ed elargisce servizi che spaziano fra il semi-tagliato ed il semi-liscio… il tutto comunque si conclude con un 3 a 0 ed il dopo gara si tramuta nel classico random test di materiali di ogni sorta!
CAPPELLAIO MATTO

Uomo partita: che domande, a prescindere, Gioakkino lo stratega!

Sfida a doppio puntino nel dopopartita

Citazione cool, dal brano musicale “Bipolar” dei Blonde Redhead (1997): “Fake can be just as good”; trasposizione all’universo pongista, dalla colonna sonora Avvoltoia (2017) “I servizi finti possono essere comunque buoni!”.

SAPORE “LEONIANA C”

Derby Leoniana che si conclude 0-5 per gli esperti avversari. La Leoniana C, priva del vice Giuseppe “Beppe” Castello nulla può dinnanzi agli Avvoltoi…

PAGELLINE

Abel > voto: 6 (0 punti)
Gli manca un po’ di esperienza soprattutto nella ricezione al servizio.
ILBELLOADDORMENTATO

il Capitano Stratega > voto: 6- (0 punti)
Rischia di vincere un set contro gli Amenduni, ma non sfrutta il suo vantaggio…
STANCO&PERDUTO

Linpeng > voto: 6+ (0 punti)
Rigido e fuori allenamento.
TIRADENTRO

COMMENTI

Toni: “Tripla AAA come il rating della Svizzera”
Presidente: “Ma alla fine la gerarchia com’è andata?”
Stratega: “Ringrazio la Leoniana A per l’ottima recensione…”

,

Campionati

Vai verso ovest

22 Dic , 2016  

Sabato 17 dicembre si è tenuta la settima giornata del campionato D2 girone C, che ha visto battersi la Leoniana C contro la terza classificata TT Cornedo. L’assenza dello Stratega ha imposto Beppe come Capitano e abbiamo assistito all’esordio assoluto di Claudio, neofita che ha dimostrato non solo di giocare bene, ma anche di avere quel giusto mix di ottimismo e determinazione che ha fatto bene anche allo spirito della squadra. L’esperienza di gioco del Cornedo si è sentita molto su Abel e Claudio, mentre Beppe poteva forse ribaltare le sorti della partita se non fosse stato per un calo di concentrazione e prestazioni sul 2-0 contro il boss Tomba e un errore nell’ordine della nostra formazione. Alla fine la partita si è conclusa 5-2 per il Cornedo, sconfitti ma ancora determinati a rifarci nel ritorno.

Abel: pronto all’attacco

PAGELLE

Abel > voto 6/7: punti 1.
Vince la prima partita (contro il più debole del Cornedo) palleggiando abbondantemente. La seconda e terza partita finiscono in tempi record poiché non riusciva a ricevere i servizi. Sbaglia anche molti top di apertura e alcuni servizi troppo alti.
#Virgiliomiocompagno

Claudio > voto 7 e mezzo: punti 0.
Prima esperienza pongistica nel campionato. Perde entrambe le partite contro il numero uno e il numero due del Cornedo. Nonostante non fosse molto costante nel gioco, ha dimostrato di aver grande spirito di gioco ma anche un una buona mano nell’aprire il gioco con il top di rovescio.
#Yesman

Beppe > voto 7- : punti 1.
Vince 3-0 la prima partita. Contro Tomba riesce a portarsi in vantaggio per 2-0 ma improvvisamente, nel terzo set, perde completamente il top di dritto e la concentrazione, per cui ha inizio una fase in discesa che lo porta a perdere 3-2 la partita. Complice della sconfitta anche le innumerevoli palline che rimbalzavano sulla retina a favore dell’avversario…
#Aggiustaleretine

Linpeng > voto n.c.: punti 0.

Lo Stratega> voto n.c.: punti 0.

Uomo partita: Claudio l’esordiente.

P.S: il titolo della recensione è diventato tale poiché durante una telefonata con un giocatore del Cornedo, per capire la strada per andare verso la palestra, ci ha indicato di “andare verso ovest” (noi eravamo a 30 metri dalla palestra!!!).

Abel & Beppe nel dopopartita

COMMENTI

CLAUDIO: “Bella esperienza, ne traggo vantaggio anche se abbiamo perso. Ho messo in evidenza le mie lacune e quindi dovrò lavorare per potermi migliorare”.
ABEL: “Smarrito. Mi sembra di stare in un limbo in cui non riesco ad avanzare nel gioco”.
BEPPE: “L’ennesimo 3-2 che mi pesa sulla coscienza”.
CONTE: “Mi piace molto questo inedito trio”.

Campionati

Due volte responsabile

7 Dic , 2016  

Sabato 3 dicembre, sesta giornata di campionato D2 girone C, la Leoniana C dei giovani e dello Stratega (assente per oscuri motivi, forse allo scopo di non abbassare  la propria percentuale) affronta la seconda in classica T.T.9 “A”. Partita sulla carta molto difficile, ma i nostri si dimostrano molto combattivi, purtroppo però, sul più bello, Beppe perde per 3-2 una delle partite decisive condannando la propria squadra alla sconfitta finale per 5-4.

Beppe affronta il temuto Zonta, l’uomo da abbattere

VOTINI

Beppe > voto 7: punti 2.
Gioca discretamente tutti e 3 i match disputati, ma non riesce a dare quel qualcosa in più che un numero 1 dovrebbe dare per cercare di far vincere il proprio team. Sempre combattivo, ma questa volta non basta, a causa anche di troppa poca concentrazione.
MASSARILASSA’

Linpeng > voto 7,5: punti 2.
A detta di qualcuno il nostro atleta deficita del fatto che non riesce a cambiare tattica durante lo svolgersi dei suoi match. Gli va bene con due avversari, ma contro Zonta questa mancanza si nota e perde, non però sfigurando, contro quest’ultimo. Forse se avesse tenuto più top in campo di dritto sarebbe andata diversamente?
SEMPRESERENO

Abel > voto 6-: punti 0.
Titolare ancora una volta, nonostante non riesca a portare a casa nemmeno una partita, gioca bene soprattutto nella prima partita. Finito il suo primo incontro, i successivi non sono all’altezza forse anche per la molta pressione a cui è sottoposto. Tutto sommato il salto di qualità potrebbe essere dietro l’angolo, dipende da lui.
L’ABBIOCCODELSABATO

Cap. Stratega > voto n.c.: punti 0.
ASSENZASTRATEGICA?

Uomo partita: poteva essere Beppe, poteva….

Ecco lo staff di eccezione: Carletto e il Tode a dar supporto

P.S. Al termine dell’incontro costretti a sgobbare per montare i tavoli dello stage giovanile. Linpeng riesce a svignarsela.

COMMENTI

ABEL il novizio: “Avevo iniziato bene, poi il buio più totale”.
BEPPE vice Capitano: “Un’altra sconfitta sulla coscienza”.
LINPENG il fuggitivo: “Non posso montare i tavoli, ho una cena a cui sono già in ritardo”.

Abel alle prese con il temuto Zonta che gli toppa a giro

Campionati

La Leoniana C torna a vincere

28 Nov , 2016  

Partita scontata per la Leoniana C, se non fosse per la mancanza del giovane Giuseppe. La Leoniana riesce comunque ad imporsi 5:1 grazie ad una buona prestazione complessiva ed alla vittoria in extremis di Abel alla sua prima vittoria in una competizione ufficiale.

PAGELLINE

Capitan Giovanni > voto 7+: punti 2.
Si piega di più con le gambe ed è più mobile del solito. I risultati sono evidenti: quando i piattoni gli entrano gli avversari non hanno speranze. Dà ottimi consigli ad Abel consentendogli una superba rimonta.
#PIATTONIGOGO

Linpeng > voto 7,5: punti 2.
Sbaglia meno del solito e gioca senza troppi rischi. Mostra ad Abel come giocare contro gli anti-toppari…
#CALMYELLOWMAN

Abel > voto 7,5: punti 1.
Gioca malino la prima partita e i primi 2 set e mezzo della seconda, ma poi entra in gioco e sfonda l’avversario, permettendo alla squadra di vincere!
#THEBLACKLION

Uomo partita: Abel il vittorioso.

COMMENTI

ABEL: “Partita nel complesso buona. Linpeng didattico, mi insegna nella pratica come giocare contro un’antitop. Capitan Giovanni quando si ricorda di abbassarsi diventa imbattibile, ed io grazie ai consigli suoi riesco a giocare con un minimo di tattica nell’ultima partita”
BEPPE: “Bene, bravo Abel”
GIOACCHINO STRATEGA: “Tutto preciso e conciso: ottima prestazione di tutta la squadra, peccato l’assenza di Beppe. Ho la miglior squadra in circolazione: testa, gambe e cuore!”

,

Campionati

Un’altra disfatta per la Leoniana C

16 Nov , 2016  

Sconfitta imprevista per 5:3 della Leoniana C che, purtroppo, ha sottovalutato i suoi avversari. Complici i componenti non al top della forma… Purtroppo la coppia d’attacco non è ancora sincronizzata: quando gioca bene Beppe non gioca al meglio Linpeng e in questo caso viceversa.

Giuseppe > voto 7: punti 1.
Gioca da in piedi e da fermo. Mette comunque in difficoltà gli avversari e perde due partite 3 a 2.
#bloccatosulrovescio

Linpeng > voto 7+: punti 2.
In netto miglioramento rispetto ad inizio campionato. Vince giocando male contro un avversario con meno esperienza ma nelle ultime due partite gioca meglio, pur commettendo diversi errori di servizio.
#salvateilsoldatoryan

Giovanni the Captain > voto 6-: punti 0.
Inizia bene, ma spreca i numerosi set points a sua disposizione. Esprime un gioco statico e nervoso.
#ilcapitanodov’è?

Abel > voto (panchina) 10.
Resta in panchina con la giacca ed attende invano di entrare in campo…
#raffreddatoinpanchina

Uomo partita: Linpeng in ascesa.

COMMENTI

BEPPE: “Partita alla portata, ma con troppo nervosismo non siamo andati da nessuna parte”
JO: “No comment… mea culpa solo mea culpa”
ABEL l’osservatore: “Linpeng la prima partita riesce ad avere la meglio nonostante numerosi errori, specie nei servizi, mentre la seconda parte e finisce lanciatissimo. Giuseppe un po’ troppo fermo sulle gambe ma riesce comunque a tenere testa agli avversari. Il Capitano inizia sempre bene ma poi crolla a fine match perchè troppo rigido nei tiri”
CONTE: “Più grinta e determinazione ragazzi! Su dai dai”

Campionati

Non c’è 3 senza 4

6 Nov , 2016  

A Camisano sabato 5 novembre si è svolta la terza di D2 girone C tra i padroni di casa Aurora 76 A e i nostri giovani della Leoniana C, con uno Stratega senza voto per la mancata scesa in campo. Da segnalare l’esordio assoluto di Abel, che non ha deluso le aspettative di buon giocatore, nonostante le due sconfitte maturate con due giocatori più esperti. Partita molto combattuta fino al 3 pari, poi la Leoniana crolla perdendo con il risultato di 5-3.

VOTINI

Abel > voto 6,5: punti 0.
Prima esperienza pongistica a squadre per lui. Esclama: “Fantastico ed emozionante, compagni fantastici!”. Due partite giocate in cui dimostra che il talento c’è, ma deve ancora esprimerlo al meglio. “Deficita” delle gomme puntinate degli avversari, non riuscendo ad esprimersi al meglio.
ABELLAPRIMAVOLTA

Linpeng > voto 6,5: punti 1.
Festeggia il suo diciottesimo giocando la D2 (professionale come al solito), ma in campo si vede che sta già pensando all’incontro con la morosa post-partita. Prime due partite in piedi come una statua, si riprende solo nell’ultima quando però il suo avvesario è in stato di grazia. 1 punto su 3.
SOLOUNAVOLTAI18TUTTOATTACCATO

Stratega > s.v.: punti 0.
NO gioco NO voto.
NOSTRATEGANOPARTY

Beppe > voto 7,5: punti 2.
Fa lo sporco lavoro per la squadra portando a casa 2 partite su 3. Sfiora lo score perfetto non vincendo però la terza partita e uscendo sconfitto per 3-2. Purtroppo oggi la sua prestazione non basta per portare a casa il successo.
NONXE’BASTA’

Uomo partita: Giuseppe “Beppe” Francesco Castello.

P.S. Da segnalare la rifocillata finale con pasticcini e caffè in un accogliente bar di Camisano.

COMMENTI

ABEL l’esordiente: “È andata bene, ho perso 3-0 in entrambe le partite ma me la sono giocata. Devo migliorare ancora molto però la strada è quella giusta”
CAPITANO STRATEGA (fine osservatore): “Abel molto bene, Linpeng il solito alto&basso, Giuseppe pure bene…”

,